Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival Civita Cinema

Commenti: Dietro i candelabri

Leggi i commenti 5 COMMENTI Vota il film 9 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Dietro i candelabri
titolo originale Behind the Candelabra
nazione U.S.A.
anno 2013
regia Steven Soderbergh
genere Biografico / Drammatico
durata 118 min.
distribuzione n.d.
cast M. Douglas (Liberace) • M. Damon (Scott Thorson) • D. Aykroyd (Seymour Heller) • D. Reynolds (Frances) • S. Bakula (Bob Black) • P. Reiser (Mr. Felder) • N. Katt (Mr. Y) • C. Jackson (Billy Leatherwood)
sceneggiatura R. LaGravenese
musiche M. Hamlisch
fotografia S. Soderbergh
montaggio S. Soderbergh
uscita nelle sale 5 Dicembre 2013
media voti redazione
Commenti del Pubblico







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (9 Commenti, 75% gradimento) Maverick Mercoledì 19 Aprile 2017 ore 09:44
voto al film:   6

Medaglia di Bronzo (51 Commenti, 80% gradimento) barney Medaglia di Bronzo Sabato 3 Dicembre 2016 ore 00:05
voto al film:   6

Utente di Base (6 Commenti, 100% gradimento) andre92 Lunedì 16 Febbraio 2015 ore 23:35
voto al film:   6

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Marcolino93 Giovedì 11 Dicembre 2014 ore 19:26
voto al film:   7

Medaglia d'Oro (208 Commenti, 75% gradimento) ipervoice Medaglia d'Oro Domenica 9 Febbraio 2014 ore 22:28
1
voto al film:   7

Un plauso a Douglas e Damon che hanno avuto il coraggio di interpretare una sceneggiatura che tratta il tema dell'omosessualità nel mondo dello spettacolo con un realismo fuori dal comune.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (100 Commenti, 53% gradimento) botswana Medaglia d'Argento Giovedì 16 Gennaio 2014 ore 21:26
1
voto al film:   6,5

Aggiungo questo breve post alla mia recensione. Vedendo la cerimonia dei Golden Globe, ho scoperto che questo era un film premiato per la categoria tv-movie! Ora mi diventa più comprensibile la regia basata su interni e primi piani. E non si può non pensare alla differenza di passo che emerge rispetto alle fiction italiane. Non che ci volesse questo film per capirlo...
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (20 Commenti, 60% gradimento) venusietta Martedì 31 Dicembre 2013 ore 15:41
2
voto al film:   7

Trovo la recensione troppo spicciola e ingiusta! é un film ben fatto e l'interpretazione vale almeno 4 stelle. La scenografia è espressiva della vita agli estremi di questo pianista istrionico, luci, colori.. tutto risplende. Ma come in tutti gli eccessi, arriva il momento del declino e la pellicola non perde mai l'obiettivo. è un film lineare, fatto bene. per me si merita un 7pieno. Ma visti i vostri voti "tirati" di cosa ci si può stupire?!
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) giulia Lunedì 30 Dicembre 2013 ore 21:54
voto al film:   7

Medaglia d'Argento (100 Commenti, 53% gradimento) botswana Medaglia d'Argento Giovedì 19 Dicembre 2013 ore 01:54
1
voto al film:   6,5

Come direbbe un mio amico gay… una frociata pazzesca! (excuse my french) Ma questo non sarebbe affatto male, per come sono divertenti certe atmosfere homo-kitsch di Las Vegas, a cavallo tra 70 e 80. Purtroppo, il film si concentra in modo asfittico, oserei dire soffocante, sulle scene "coniugali" tra i due MDs (ottimi entrambi). Per quanto possano essere divertenti e/o spudorate certe intimità, alla lunga si perde un po' il senso del racconto. Nella parte centrale, il film si ripete e si trascina sempre uguale. Eppure, regia e fotografia ci restituiscono un Soderbergh all'altezza dei suoi momenti migliori e il film lascia un sapore agrodolce da non sottovalutare. Di solito tendo ad essere più tirato coi voti. Ma per Soderbergh ho un debole. Passare dal Che a Liberace… non è da tutti :-) Ps: mezzo voto in più per la scena a letto di Micheal Douglas post-lifting. Se ci penso, rido ancora.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (682 Commenti, 68% gradimento) ale84 Medaglia d'Oro Mercoledì 11 Dicembre 2013 ore 10:04
2
voto al film:   6

Soderbergh è uno dei più grandi dissipatori di talento della settima arte. Mille progetti sempre promettenti, mai pienamente riusciti. Anche questo anomalo bio-pic su Liberace conferma i suoi pregi e i suoi (ahimè ineliminabili, pare) limiti: le premesse per un gran film c'erano, ma mancano i sussulti, il vero tocco dell'artista. Se il film merita di essere visto è più per le interpretazioni dei due protagonisti che per altro; la regia scorre un po' piatta e innocua, tra rimandi all'Almodovar de "La pelle che abito" (una suggestione interessante che andava maggiormente approfondita), un tocco di bianco e nero (perchè non guasta e per mostrare che lo si sa utilizzare, più che per vera necessità) e molte banalità. Peccato, perché il tema era interessante, e l'analisi del vuoto celato dietro la celebrità, aggravato dall'omosessualità celata, era tema tutt'altro che banale. Comunque più decoroso di alcuni recenti film di Soderbergh...
Ti è piaciuto il commento?  
Dietro i candelabri
Effetti Collaterali
Magic Mike
Knockout - Resa dei conti
Contagion
The Informant!
Che - Guerriglia
Che - L'argentino
Ocean's thirteen
Intrigo a Berlino
Bubble
Eros
Ocean's twelve
Full Frontal
Solaris
Ocean's eleven
Traffic
Erin Brockovich
L'inglese
Out of sight
Torbide ossessioni
Piccolo, grande Aaron
Delitti e segreti
Sesso, bugie e videotape
COMPRA
IL BLU-RAY
Compra il bluray Dietro i candelabri
Flash non disponibile
Copyright 2018 ©