Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Commenti: Café Society

Leggi i commenti 6 COMMENTI Vota il film 12 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Café Society
titolo originale Café Society
nazione U.S.A.
anno 2016
regia Woody Allen
genere Sentimentale / Commedia / Drammatico
durata 96 min.
distribuzione n.d.
cast J. Eisenberg (James) • B. Lively (Kat) • K. Stewart (Theresa) • S. Carell (Aaron) • R. Portnow (Walt) • J. DavisC. StollP. PoseyP. SchneiderK. StottJ. BerlinS. Lennick
sceneggiatura W. Allen
fotografia V. Storaro
montaggio A. Lepselter
uscita nelle sale 29 Settembre 2016
media voti redazione
Commenti del Pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia d'Oro (274 Commenti, 64% gradimento) anzianzi Medaglia d'Oro Lunedì 24 Luglio 2017 ore 00:56
voto al film:   6,5

Medaglia d'Oro (279 Commenti, 80% gradimento) giampaolosy Medaglia d'Oro Domenica 4 Giugno 2017 ore 05:11
1
voto al film:   6

Scenografie, costumi e fotografia assolutamente dignitosi per l'ennesimo film di Woody Allen francamente prescindibile. Rispetto al precedente Irrational Man il tono da commedia romantica sortisce l'effetto indolore per uno spettatore anestetizzato a tal punto da rischiare seriamente il colpo di sonno. Tutto decisamente e inutilmente impeccabile.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (4 Commenti, 66% gradimento) chloe90 Giovedì 10 Novembre 2016 ore 00:26
voto al film:   7

Utente di Base (9 Commenti, 12% gradimento) BlackSmurf Domenica 23 Ottobre 2016 ore 15:55
voto al film:   5,5

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Marcolino93 Mercoledì 19 Ottobre 2016 ore 18:08
voto al film:   6,5

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Tosli Domenica 16 Ottobre 2016 ore 17:08
voto al film:   5

Medaglia d'Argento (100 Commenti, 53% gradimento) botswana Medaglia d'Argento Sabato 15 Ottobre 2016 ore 09:14
4
voto al film:   6,5

Siamo tutti d'accordo che il periodo migliore di woody allen è andato e non tornerà più. Ma in alcuni casi, vedi questo Cafè Society, il suo modo di fare cinema regala ancora sorrisi e qualche battuta memorabile. A sto giro, mi piace ricordare questa "Live your life as if today was your last day. Someday you'll be right!". Davvero non mi sento di sconsigliarlo. Certo, è un rimestare dei suoi temi preferiti, l'età del jazz, l'incertezza della vita amorosa, il milieu ebraico... ma insomma, tra le sue produzioni recenti questo film mi ha fatto uscire dal cinema con una bella sensazione di leggerezza, ben condita da quel briciolo di amarezza che completa il quadro.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (41 Commenti, 73% gradimento) Asdrubbale Giovedì 13 Ottobre 2016 ore 02:05
3 1
voto al film:   6,5

Non eccezionale. Ma non eccezionale non implica essere brutto. Benché non aggiunga nulla alla carriera di Allen il film è ben fatto e non capisco la critica "se ne poteva fare a meno": Allen (forse) poteva farne a meno, io, da spettatore, preferisco averlo visto.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (155 Commenti, 73% gradimento) Zurlistuta Medaglia d'Argento Martedì 11 Ottobre 2016 ore 03:36
voto al film:   5,5

Medaglia d'Oro (682 Commenti, 68% gradimento) ale84 Medaglia d'Oro Giovedì 6 Ottobre 2016 ore 22:42
1 3
voto al film:   5

Deludente, come gran parte della recente filmografia di Woody: manierato, superficiale, mai incisivo, con battute già sentite che faticano a strappare un mezzo sorriso e una fastidiosa e invadente voci fuori campo. Si salvano gli attori, e poco altro...
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (132 Commenti, 48% gradimento) Giallavelatura Medaglia d'Argento Mercoledì 5 Ottobre 2016 ore 22:44
2 2
voto al film:   6,5

Negli ultimi anni succede un fatto:all'uscita di ogni nuovo film di Woody Allen parte la solita litania sull'inutilità della sua nuova pellicola, ritenuta quasi sempre inadeguata e superflua, soprattutto se confrontata con l'eccellenza cui il suddetto ha abituato "l'utenza" nella sua lunga e prestigiosa carriera. Fenomeno strano, questo: Allen è notoriamente un autore diciamo "progressista" e, lo sappiamo bene, la critica cinematografica mondiale,quasi tutta radical chic, tende sempre a proteggere i suoi "pretoriani". Che avrà fatto mai il povero Allen per essere scaricato così dalla stessa gente che continua invece a premiare-osannare i "soli noti" dei quali si parla di capolavoro pure quando fanno ciofeche assolute? Ah, saperlo!Eppure Allen, anche stavolta ha confezionato il solito gradevole ed intelligente film, tecnicamente impeccabile, magari meno esilarante del solito, verboso come sempre. Un film pulto, semplice, con cui passare 1ora e 40 minuti spensierati.Come sempre, con lui.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (172 Commenti, 74% gradimento) Bardamu1991 Medaglia d'Argento Sabato 1 Ottobre 2016 ore 00:36
1 6
voto al film:   6

Alla solita e legittima domanda Sono-ancora-necessari-i-film-di-Woody-Allen?, la risposta è No.
Ti è piaciuto il commento?  
Café Society
Irrational Man
Magic in the Moonlight
Blue Jasmine
To Rome with Love
Midnight in Paris
Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni
Basta che funzioni
Vicky Cristina Barcelona
Sogni e delitti
Scoop
Match Point
Melinda e Melinda
Anything else
Hollywood ending
La maledizione dello scorpione di giada
Criminali da strapazzo
Accordi e disaccordi
Celebrity
Harry a pezzi
Tutti dicono I love you
La dea dell'amore
Pallottole su Broadway
Misterioso omicidio a Manhattan
Mariti e mogli
Crimini e misfatti
La rosa purpurea del Cairo
Zelig
Manhattan
Io e Annie
Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso
Il dittatore dello Stato libero di Bananas
Prendi i soldi e scappa
Woody Allen
Dopo tanta Europa, di nuovo New York
Festival di Cannes 2016
69ª Edizione
Conversazioni su di me e tutto il resto  di W. Allen, E. Lax
La vita secondo Woody Allen  di S. Hample
Woody Allen. Manhattan  di E. Dagrada
Woody Allen  di E. Girlanda, A. Tella
Io, Woody e Allen. Un regista si racconta  di W. Allen
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©