Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Commenti: Silence

Leggi i commenti 10 COMMENTI Vota il film 15 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Silence
titolo originale Silence
nazione
anno 2016
regia Martin Scorsese
genere Storico / Drammatico
durata 159 min.
distribuzione n.d.
cast A. Driver (Padre Francisco Garrpe) • A. Garfield (Padre Sebastião Rodrigues) • L. Neeson (Padre Cristóvão Ferreira) • C. Hinds (Padre Alessandro Valignano) • T. Asano (Interprete) • I. Ogata (Inquisitore Inoue) • R. KaseSabu
sceneggiatura J. CocksM. Scorsese
musiche K. KlugeK. Kluge
fotografia R. Prieto
montaggio T. Schoonmaker
uscita nelle sale 12 Gennaio 2017
media voti redazione
Commenti del Pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (12 Commenti, 66% gradimento) Maverick Domenica 27 Agosto 2017 ore 21:36
2
voto al film:   5

Ideologico e implicitamente colonialista (il Giappone rappresentato come "palude" in cui "l'unica verità" non può fiorire se non stravolta o mal interpretata), è un brutto giro a vuoto nella filmografia di Scorsese, che mette mano ad una sceneggiatura mediocre. Estenuante e deludente
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (10 Commenti, 33% gradimento) Heisenberg Lunedì 8 Maggio 2017 ore 21:29
voto al film:   5,5

Medaglia di Bronzo (77 Commenti, 75% gradimento) yanquiuxo Medaglia di Bronzo Giovedì 23 Marzo 2017 ore 21:29
voto al film:   8

Utente di Base (12 Commenti, 40% gradimento) axel Lunedì 27 Febbraio 2017 ore 12:41
1
voto al film:   7

un film superlativo, intenso! l'unica pecca è la lentezza che non dovrebbe essere un difetto, ma alcune scene sembrano tappare dei buchi di sceneggiatura
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (1 Commento, 0% gradimento) Blackhound Domenica 12 Febbraio 2017 ore 01:32
voto al film:   10

Medaglia d'Oro (274 Commenti, 64% gradimento) anzianzi Medaglia d'Oro Sabato 11 Febbraio 2017 ore 13:59
2 4
voto al film:   5,5

dei silenzi di dio io non me ne intendo troppo, ma questo Silence qui è un polpettone ignaro dell'esistenza delle forbici e sostanzialmente mediocre, cui si vuol dare un senso grazie alle malscelte frasi di una voce narrante inefficace e che si vuol far reggere sulle spalle a un poverocristo (ops) del tutto inadatto al ruolo. non so che gli sia preso a Scorsese, ammesso che l'abbia fatto davvero lui, ma arrivare alla fine è stato estenuante, e se non fosse stato per gli splendidi paesaggi (naturali e umani) e soprattutto per quella sagoma dell'Inquisitore (eh eh eh) non ce l'avrei fatta.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (172 Commenti, 75% gradimento) Bardamu1991 Medaglia d'Argento Domenica 29 Gennaio 2017 ore 02:04
voto al film:   7

Medaglia d'Argento (100 Commenti, 53% gradimento) botswana Medaglia d'Argento Giovedì 26 Gennaio 2017 ore 02:16
4 5
voto al film:   5

Per l'amor del cielo, martin, non ti azzardare mai più a metter piede fuori dagli stati uniti. Oltre confine, la tua bacchetta magica non funziona più, diventa simile a una qualsiasi bacchetta in mano a un qualsiasi direttore di una qualsiasi orchestra. Ma lo sappiamo, hai peccato tanto con il Lupo, dovevi redimerti. Ora che hai espiato, però, torna a peccare... ti aspettiamo.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (166 Commenti, 65% gradimento) Clavius Medaglia d'Argento Lunedì 23 Gennaio 2017 ore 00:19
3 1
voto al film:   8

Molti e complessi i temi teologici affrontati. Nelle pieghe della vicenda del gesuita e della fede rinnegata durante le terribili persecuzioni nel Giappone del '600, ci si interroga senza sosta sul senso della Fede. Tutto attorno c'è una natura ostile meravigliosamente fotografata ed una popolazione aliena che amplifica il senso di solitudine estrema di questo viaggio che è tutto interiore. Qua e là si sente odore di eresia, ma chi può davvero dirsi sicuro di fronte al mistero? Al silenzio di Dio, a cui si fa riferimento più volte nel film, si accompagna il silenzio del vero uomo di fede, capace di credere anche privato dei simboli della sua fede, capace di testimoniare la sua esistenza anche smettendo di nominarlo, anche abiurandolo per testimoniarne la misericordia, sfuggendo al martirio inteso come atto superbo. E' il film di un maestro lacerato dai dubbi che rimette umilmente nelle mani di Dio il destino dell'uomo. "...chi sei mai tu uomo, che ti metti in contraddittorio con Dio?"
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (11 Commenti, 30% gradimento) giampaolo Domenica 22 Gennaio 2017 ore 16:43
4 2
voto al film:   4

Sottoscrivo in pieno quanto ha scritto Giallavelatura. Aggiungo un aggravante da cui deve discolparsi Scorsese: l'aver già diretto un altro pasticcio pseudo-teologico con il film "L'ultima tentazione".
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (236 Commenti, 61% gradimento) critone Medaglia d'Oro Domenica 22 Gennaio 2017 ore 16:07
1 1
voto al film:   7,5

«Quando il Figlio dell'uomo verrà, troverà la fede sulla terra?» (Lc 18, 8). Questo è il leitmotiv del film, privo di colonna sonora, e invero più vicino alle opere di Malik, oltre che all'Ultima Tentazione di Cristo rispetto alle altre realizzazioni di Scorsese. Non si tratta di una pellicola storica. Non si tratta di un romanzo di avventure. O almeno Silence non è soltanto questo. Si tratta soprattutto di un'analisi intimista. Un fervente cristiano, e cioè un predicatore missionario, che è messo di fronte a una scelta terribile: rinnegare la propria fede (e la propria storia) oppure soffrire e far soffrire gli altri, in un luogo dove alla persecuzione dei Christian si contrappone il Silenzio di Dio. Eppure è nel Silenzio che appare scorgersi la presenza del Signore...
P.S. Do 7,5 e non un voto più alto solo perché il film è troppo lungo, e perché Andrew Garfield, pur bravo, doveva essere rimpiazzato da qualcun altro (mi pare Daniel Day-Lewis nei piani originali).
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (682 Commenti, 68% gradimento) ale84 Medaglia d'Oro Venerdì 20 Gennaio 2017 ore 10:17
voto al film:   7

Medaglia d'Argento (135 Commenti, 48% gradimento) Giallavelatura Medaglia d'Argento Giovedì 19 Gennaio 2017 ore 22:07
3 8
voto al film:   4,5

Il film, tecnicamente, sarebbe anche ottimo (anche se molto lento), come in genere lo sono le opere di Scorsese. Il messaggio che ne ho ricavato, però mi è risultato insopportabile. Con migliaia e migliaia di storie di eroismo cristiano fatte di santi ed eroi che non hanno mai rinnegato la propria religione da far brillare, ecco che questo film ci viene a parlare di improbabili missionari cristiani nel lontano Giappone che rinnegano il proprio credo per salvarsi (e salvare ad altri) la vita. Fin qui, pur tra mille perplessità, si potrebbe chiudere un occhio. Ma poi, con la scusa di crisi mistiche, parte il dissimulato (nemmeno troppo) pistolotto pro-buddismo, e allora resto senza parole. Non va, direbbe il famoso telecronsta sportivo.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (21 Commenti, 65% gradimento) DarkKnight Lunedì 16 Gennaio 2017 ore 23:36
1 1
voto al film:   8

Si fa sempre fatica a scrivere di Scorsese, specie su questo progetto trentennale tanto caro al regista. Premesso che l'unica spettacolarità la si trova nello stile narrativo quasi epico-avventuroso, intriso di lunghi momenti silenziosi, riflessivi e distrurbanti per alcuni, è la forza del messaggio, fatto da sole parole, dirette, mai banali, com'è giusto che sia quando si parla di fede, a colpire come un pugno nello stomaco, una potenza tale che mette in dubbio certezze che si danno per scontato (nel lungo e intenso dialogo tra Neeson e Garfield), e la sincerità stessa della propria fede (il non voler calpestare l'immagine di Cristo) e il dubbio se ne valga davvero la pena, di soffrire, e patire quel silenzio divino. Ecco... tutto questo lascia il segno.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (128 Commenti, 70% gradimento) AlbRag Medaglia d'Argento Domenica 15 Gennaio 2017 ore 14:22
2 1
voto al film:   7,5

Un film conturbante, come può esserlo quando Scorsese decide di affrontare il tema della fede. Decisamente una delle pellicole più sincere dell'ultimo decennio di questo straordinario regista, non alla portata di tutti ma in grado di non lasciare indifferenti. E per una produzione hollywoodiana non è scontato.
Ti è piaciuto il commento?  
Silence
The Wolf of Wall Street
George Harrison: Living in the Material World
Hugo Cabret
Shutter Island
Shine a Light
The Departed - Il bene e il male
The Aviator
Gangs of New York
Kundun
L'età dell'innocenza
Quei bravi ragazzi
L'ultima tentazione di Cristo
Il colore dei soldi
Fuori orario
Toro scatenato
New York, New York
Taxi Driver
Mean Streets
Il bello del mio mestiere (eBook)  di M. Scorsese
Dal Tibet a Hollywood. Bertolucci, Scorsere e Herzog: tre sguardi occidentali sul buddhismo  di A. Izzi
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©