Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: A Warm Heart

Scrivi un Commento COMMENTA Vota il film VOTA Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
A Warm Heart
titolo originale Serce na Dloni
nazione Polonia / Ucraina
anno 2008
regia Krzysztof Zanussi
genere Commedia
durata 96 min.
cast B. Stupka (Konstanty) • S. Bobrowski (Angelo) • M. Kudelko (Stefan) • M. Zmuda (Malgorzata) • B. Szyc (avvocato) • M. Zakoscielny (assistente) • N. Andrycz (madre di Konstanty) • T. Sapryk (dottore) • S. Celinska (ex moglie) • D. Rabczewska (cantante) • K. KowalewskiA. Dygant
sceneggiatura K. Zanussi
musiche W. Kilar
fotografia A. Bajerski
montaggio W. Zeman
uscita prevista

 non ancora disponibile 
media voti redazione
A Warm Heart Trama del film
Un rappresentante dell'oligarchia polacca, corrotto dal potere e dalla ricchezza, scopre di soffrire di una seria malattia al cuore. La salvezza può consistere solo nell'immediato trapianto. Per puro caso incontra in ospedale un giovane che non ha più voglia di vivere a causa di una delusione d'amore e della perdita del lavoro. Il potenziale suicida è dunque il donatore ideale, basta solamente aiutarlo a passare ad altra vita...

Recensione “A Warm Heart”

a cura di Riccardo Rizzo  (voto: 6,5)
Negli anni novanta la Polonia, paese di nobili tradizioni dal passato glorioso, si lascia alle spalle il comunismo per salutare con gioia (specie degli occidentali) la democrazia. Pochi anni dopo milioni di persone devono però fare i conti con i costi della democrazia e della sua economia di mercato: il neocapitalismo lascia nella miseria gran parte della popolazione, a fronte di un’oligarchia borghese che calpestando diritti civili e alleandosi spesso e volentieri con la criminalità, sembrava l’unica a trarre realmente beneficio dalla transizione.
Zanussi in 'Persona non grata' denunciava questo tradimento di valori e di ideali, interrogandosi circa il futuro del proprio (amato) paese, tutt’ora alla ricerca della propria identità; tre anni dopo ritorna ad affrontare questo tema, sebbene con toni decisamente più leggeri, a tratti fiabeschi. Al centro della narrazione ci sono due uomini agli antipodi per estrazione sociale, età e visione del mondo, che per motivi diversi hanno però bisogno l’uno dell’altro: Konstanty ha bisogno del cuore di Stefan per continuare a vivere, Stefan dell’aiuto di Konstanty per suicidarsi. Ne viene fuori un racconto spiritoso e vivace, che ha la capacità e il merito di far sorridere nonostante tracci un quadro piuttosto cupo della Polonia dei nostri giorni; la verve umoristica sottile e pungente del grande regista di Varsavia riesce con grazia e determinazione a puntare l’indice contro il Male, in qualsiasi forma esso si manifesti e consumi, lasciando spiragli di luce con un finale in cui appare la redenzione e una rinnovata fiducia nel futuro per entrambi.
Presentato in concorso al Festival di Roma, 'A warm heart' è un film tanto grazioso e leggero nella forma quanto profondo ed intelligente nella sostanza, piccolo esempio di un cinema colto che può coniugare divertimento e denuncia ed arrivare diretto allo spettatore.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Il film non è stato ancora commentato.
News sul film “A Warm Heart”
A Warm Heart Roma, vincono Resolution 819 e Opium War Roma, vincono "Resolution 819" e "Opium War"  (31 Ottobre 2008)
Ultime Schede
Corpo Estraneo
Revisited
A Warm Heart
Il sole nero
Persona non grata
Festival di Roma 2008
Festival Internazionale del Film, dal 22 al 31 ottobre
Krzysztof Zanussi
Leggi l'intervista a Krzysztof Zanussi per “A warm heart
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©