Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Dvd Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: I Love Shopping

Leggi i commenti 2 COMMENTI Vota il film 7 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
I Love Shopping
titolo originale Confessions of a Shopaholic
nazione U.S.A.
anno 2009
regia P.J. Hogan
genere Commedia
durata 105 min.
distribuzione Buena Vista International
cast I. Fisher (Rebecca Bloomwood) • H. Dancy (Luke Brandon) • K. Ritter (Suze) • J. Cusack (Jane Bloomwood) • J. Goodman (Graham Bloomwood) • K. Scott ThomasL. BibbJ. Lithgow
sceneggiatura T. JacksonT. FirthK. Alpert
musiche J. Howard
fotografia J. Willems
montaggio W. Goldenberg
uscita nelle sale 27 Febbraio 2009
media voti redazione
I Love Shopping Trama del film
Nel mondo glamour di New York City, Robecca Bloomwood, amante dei divertimenti, è bravissima nel fare shopping, sogna di lavorare per il suo magazine preferito, fino a quando al colmo dell'ironia, riesce a strappare un lavoro come firma di una rubrica per un magazine finanziario pubblicato dalla stessa compagnia. Ora che i sogni stanno finalmente per realizzarsi, cercherà strenuamente, e spesso in maniera molto divertente, che il suo passato non rovini il suo futuro. Tratto dalla serie di libri best seller dell'autrice inglese Sophie Kinsella.

Recensione “I Love Shopping”

a cura di Glauco Almonte  (voto: 5)
Becky vive a New York, adora i vestiti e gli accessori sgargianti, desidera con tutte le sue forze diventare redattrice di una rivista di moda ma combina un disastro dopo l’altro senza mai perdere il sostegno della sua migliore amica. Si capisce perché “I Love Shopping”, tratto dai primi due libri della fortunata serie di Sophie Kinsella, sia stato paragonato (ancor prima della sua uscita) a “Bridget Jones”, “Il diavolo veste Prada” e “Sex & the City”. Non a caso, la costumista è la stessa degli ultimi due e i vestiti sono il cuore della storia.
Vestiti e accessori non sono solo l’ossessione di Becky, che per appagare il suo bisogno irrefrenabile di shopping contrae un debito enorme con le carte di credito, ma anche l’elemento che imprime più vivacità a questo genere di film. Posto che nella vita reale qualsiasi datore di lavoro guarderebbe quantomeno con diffidenza una dipendente che si cambia tre volte al giorno, si assenta dal lavoro per approfittare dei saldi e copre la sua ossessione con bugie compulsive, si deve concludere che “I Love Shopping” è in effetti un cartone animato.
La verosimiglianza con situazioni reali è completamente assente da questo film come da altri, nonostante le campagne pubblicitarie tese convincere le donne che si parli di loro. E questo è irritante, e molto. Se invece si riuscisse a prendere il film appunto come un cartone animato, si potrebbero notare alcuni elementi positivi. La protagonista Isla Fisher, per esempio, esce parzialmente dagli standard del ruolo e non ci ammorba con sorrisini, bronci e strilletti, scegliendo una comicità più “fisica”, da cartone per l’appunto. Le risate che il film regala sono esclusivamente merito della sua interpretazione, e non certo dei dialoghi.
Il casting ha fatto un ottimo lavoro con la scelta dei comprimari, peccato che i loro ruoli siano quanto di più scontato ci si possa aspettare, dall’amica paziente e compassionevole alla bellona bionda e carrierista, senza dimenticare i genitori svagati ma affettuosi. L’elemento romantico è assicurato dall’attrazione corrisposta di Becky per il suo capo, l’affascinante per contratto Hugh Dancy di cui non si può dire troppo male in quanto la sua parte non gli chiede di recitare ma solo di assumere un atteggiamento attraente e distaccato.
Sarà merito delle scelte di produzione, sarà l’effetto dei tempi che stiamo vivendo, bisogna però ammettere che il legame ossessivo-complusivo tra Becky e lo shopping, e ancor di più i suoi tentativi comico-patetici di sfuggire all’incubo dell’esazione crediti, non lasciano completamente indifferenti, al contrario dei tragici tentativi di protagoniste di altri film di trovarsi un fidanzato decente. Insomma, dietro la cornice di un film banale si intuisce più che vedere un antico legame, la comicità che nasce dalla tragedia.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) stagnola Venerdì 7 Settembre 2012 ore 11:01
voto al film:   4

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) martella Martedì 6 Marzo 2012 ore 20:01
voto al film:   3

Utente di Base (12 Commenti, 50% gradimento) Palopa Martedì 6 Marzo 2012 ore 19:48
voto al film:   4

Medaglia d'Oro (309 Commenti, 60% gradimento) Pangur Medaglia d'Oro Martedì 10 Maggio 2011 ore 12:02
voto al film:   5

Non è che mi aspettassi chissà che film, comunque l'idea di una protagonista realmente "malata di shopping" con tutti i problemi collegati alla sua compulsività (anche se in chiave di commedia) era potenzialmente interessante. Peccato che poi il film prenda la strada più banale e prevedibile.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia di Bronzo (58 Commenti, 42% gradimento) kimm86 Medaglia di Bronzo Lunedì 9 Maggio 2011 ore 23:16
1
voto al film:   2,5

film superficiale e patetico, che prende spunto dal diavolo veste prada e sex and the city, col solito finale buonista.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (273 Commenti, 52% gradimento) cinemabendato Medaglia d'Oro Martedì 26 Aprile 2011 ore 17:06
voto al film:   4

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) biazorrona Mercoledì 13 Aprile 2011 ore 23:32
voto al film:   4,5

News sul film “I Love Shopping”
I Love Shopping Star al lavoro: Kim Basinger cacciatrice di taglie e la tata Toni Collette Star al lavoro: Kim Basinger cacciatrice di taglie e la tata Toni Collette  ( 8 Giugno 2011)
Ultime Schede
Recensione I Love Shopping Scheda: Solo gli amanti sopravvivono  di J. Jarmusch
Recensione I Love Shopping Scheda: Alabama Monroe - Una storia d'amore  di F. van Groeningen
Recensione I Love Shopping Scheda: Non dico altro  di N. Holofcener
Recensione I Love Shopping Scheda: Song'e Napule  di A. Manetti, M. Manetti
Recensione I Love Shopping Scheda: Gigolò per caso  di J. Turturro
Recensione I Love Shopping Scheda: Noah  di D. Aronofsky
Recensione I Love Shopping Scheda: The Grand Budapest Hotel  di W. Anderson
Recensione I Love Shopping Scheda: Un matrimonio da favola  di C. Vanzina
Recensione I Love Shopping Scheda: Nessuno mi pettina bene come il vento  di P. Del Monte
Recensione I Love Shopping Scheda: Nymphomaniac - Volume 1  di L. von Trier
Recensione I Love Shopping Scheda: Divergent  di N. Burger
Recensione I Love Shopping Scheda: Ti ricordi di me?  di R. Ravello
Recensione I Love Shopping Scheda: Father and Son  di H. Koreeda
Recensione I Love Shopping Scheda: I corpi estranei  di M. Locatelli
Recensione I Love Shopping Scheda: Storia di una ladra di libri  di B. Percival
Mental
I Love Shopping
Flash non disponibile
Copyright 2014 ©