Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: The Warrior and the Wolf

Scrivi un Commento COMMENTA Vota il film VOTA Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
The Warrior and the Wolf
titolo originale Lang zai ji
nazione Cina
anno 2009
regia Tian Zhuangzhuang
genere Drammatico
durata 104 min.
cast J. OdagiriM. QT. Chung-Hua
sceneggiatura T. ZhuangzhuangY. Inoue
musiche W. DuE. GalperineS. GalperineZ. Li
fotografia W. Yu
montaggio W. Li
uscita prevista

 non ancora disponibile 
media voti redazione
The Warrior and the Wolf Trama del film
Duemila anni fa, l’Imperatore Han invia il suo esercito all’estremo confine occidentale della Cina, oltre il Deserto del Gobi, per sottomettere le tribù ribelli. La zona, pericolosa e inospitale, al giungere dell’inverno, è popolata solo di lupi. Dopo battaglie cruente e spargimenti di sangue, il Comandante Lu e i suoi uomini iniziano la ritirata, trovando rifugio dalle bufere in un villaggio della tribù maledetta degli Harran, che vivono sottoterra e di cui la leggenda racconta si tramutino in lupi. Un ‘amore bestiale’ legherà Lu ad una misteriosa, inquietante vedova.

Recensione “The Warrior and the Wolf”

a cura di Glauco Almonte  (voto: 4,5)
Perché presentare nella sezione “Anteprima” al Festival di Roma questo film? D’accordo il successo che i film orientali e cinesi in particolare hanno ottenuto nei festival europei in quest’inizio di millennio, ma qui si tratta di un film non in concorso (dove c’è un altro cinese, ancora più brutto, “Qingnian”) ma in una prestigiosa vetrina dei film che vedremo al cinema nei prossimi mesi; “Lang zai ji” non ha invece distribuzione italiana, e non c’è da augurare alle aziende nostrane di prenderlo: il film è difficilmente ascrivibile ad un genere preciso, né guerra né fantasy, lontano dalla tradizione patria dei film di cappa e spada. Come se non bastasse, una sceneggiatura incomprensibile ed un montaggio che ne esalta i difetti riducono il tutto ad un noioso film nel quale le scene di sesso sono, senza essere erotiche ma al contrario ridicole, l’unico motivo per non uscire subito dalla sala.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Il film non è stato ancora commentato.
Ultime Schede
The Warrior and the Wolf
The Go Master
Festival di Roma 2009
Festival Internazionale del Film, dal 15 al 23 ottobre
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©