Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Le quattro volte

Leggi i commenti 3 COMMENTI Vota il film 4 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Le quattro volte
titolo originale Le quattro volte
nazione Italia / Germania / Svizzera
anno 2010
regia Michelangelo Frammartino
genere Documentario
durata 88 min.
cast G. FudaB. TimpanoN. Timpano
sceneggiatura M. Frammartino
fotografia A. Locatelli
montaggio B. AtriaM. Grillo
uscita nelle sale 28 Maggio 2010
media voti redazione
Le quattro volte Trama del film
Un paese calabrese abbarbicato su alte colline da cui si scorge il mar Ionio in lontananza, un posto dove il tempo sembra essersi fermato, dove le pietre hanno il potere di cambiare gli eventi e le capre si soffermano a contemplare il cielo.
Qui vive i suoi ultimi giorni un vecchio pastore. È malato. Crede di trovare la medicina giusta nella polvere raccolta dal pavimento della chiesa, che beve sciolta nell’acqua ogni sera...
Scheda a cura di Glauco Almonte










Si resta senza parole davanti a un film senza parole: più che di documentario etnografico, si tratta di un vero e proprio film di finzione girato con stile tarkovskiano. "Le quattro volte" comunica molto più di quanto sia il reale valore dell'oggetto della comunicazione: Pitagora serve soltanto a legare un lungo flusso di emozioni vive.
REGIA - FOTOGRAFIA - ORIGINALITÀ - POETICITÀ - EFFETTI SONORI
MONTAGGIO - RITMO
---
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia d'Oro (279 Commenti, 80% gradimento) giampaolosy Medaglia d'Oro Sabato 9 Aprile 2016 ore 00:08
1
voto al film:   7

Panta rei, tutto scorre. Le quattro volte non è un documentario ma un'opera documentaristica che documenta, racconta. Racconta un territorio dimenticato, una realtà che "sta morendo" ma che esiste e continua a esistere appunto. Lo fa lasciando che sia la natura a prendere il sopravvento sull'uomo e sull'opera stessa. Lo fa scegliendo il silenzio piuttosto che mille parole vuote. Lo fa chiedendo allo spettatore di seguirlo e di abbandonare per appena un'ora e mezza quel mondo "normale" in cui vive e dove invece di osservare la bellezza e maestosità di un pino secolare che si muove sospinto dal vento si preferisce applaudire il taglio e la morte di quello stesso albero che diventa albero della cuccagna prima e carbone poi, crudelmente sacrificato. Osservare e riflettere, con calma, adattandosi ai ritmi della natura, forse una sfida troppo grande al giorno d'oggi.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (3 Commenti, 0% gradimento) JohannesBorgen Lunedì 12 Marzo 2012 ore 00:11
voto al film:   8,5

Medaglia d'Oro (682 Commenti, 68% gradimento) ale84 Medaglia d'Oro Giovedì 18 Agosto 2011 ore 10:44
1
voto al film:   7

La qualità c'è indubbiamente. Riuscire ad appassionare con la raffigurazione di un albero, soltanto grazie alle inquadrature, è veramente segnale di grandissima abilità, se non di genialità. C'è profondità, c'è bellezza, c'è poesia. C'è anche pubblico? A giudicare dai commenti all'uscita dall'arena no. Un film per pochi, forse per pochissimi, o come diceva Nietzsche, "per tutti e per nessuno". Chi avrà il coraggio e la pazienza sarà ricompensato. Guai a finire a vederlo per errore, o senza sapere a cosa si va incontro.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (313 Commenti, 59% gradimento) Pangur Medaglia d'Oro Lunedì 11 Aprile 2011 ore 19:37
1
voto al film:   9

Temevo un film intelletual-minimalista nel senso peggiore del termine e invece "Le quattro volte" mi ha veramente emozionato. Un film senza protagonisti, una vera sperimentazione in cui il centro sfuma e si trasforma magicamente in altro. Effetti sonori incredibili, fotografia veramente notevole. Da recuperare.
Ti è piaciuto il commento?  
News sul film “Le quattro volte”
Le quattro volte Michelangelo Frammartino torna alle cine-installazioni al Moma Michelangelo Frammartino torna alle cine-installazioni al Moma  (24 Aprile 2013)
Le quattro volte Corpo Celeste nominato per il CineVision Award a Monaco di Baviera Corpo Celeste nominato per il CineVision Award a Monaco di Baviera  (23 Giugno 2011)
Le quattro volte Migliori film 'invisibili' 2010: American Life, Passione e Le quattro volte Migliori film 'invisibili' 2010: American Life, Passione e Le quattro volte  ( 6 Aprile 2011)
Le quattro volte E' L'uomo che verrà il miglior film italiano del 2010 per i lettori di CdS E' "L'uomo che verrà" il miglior film italiano del 2010 per i lettori di CdS  (29 Dicembre 2010)
Le quattro volte Lanterne magiche, rassegne di cinema e aperitivi a CinemAvvenire Lanterne magiche, rassegne di cinema e aperitivi a CinemAvvenire  (10 Dicembre 2010)
Le quattro volte Sulmonacinema premia Frammartino, Odoardi e Chiarini Sulmonacinema premia Frammartino, Odoardi e Chiarini  ( 9 Dicembre 2010)
Le quattro volte L’Italia che non si vede, cinema del reale a Scalo San Lorenzo "L’Italia che non si vede", cinema del reale a Scalo San Lorenzo  ( 7 Dicembre 2010)
Le quattro volte Cinema italiano ad Annecy, i vincitori Cinema italiano ad Annecy, i vincitori  ( 4 Ottobre 2010)
Le quattro volte Oscar 2011: ecco i 10 candidati italiani Oscar 2011: ecco i 10 candidati italiani  (21 Settembre 2010)
Ultime Schede
Le quattro volte
Festival di Cannes 2010
63ª Edizione
Michelangelo Frammartino
Leggi l'intervista a Michelangelo Frammartino per “Le quattro volte
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©