Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Oranges and Sunshine

Leggi i commenti 1 COMMENTO Vota il film 1 VOTO Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Oranges and Sunshine
titolo originale Oranges and Sunshine
nazione Gran Bretagna / Australia
anno 2010
regia Jim Loach
genere Drammatico
durata 105 min.
cast E. WatsonH. WeavingD. WenhamT. Morice (Pauline) • S. Wolfenden (Bill) • H. Grayson (Bureaucrat)
sceneggiatura R. Munro
musiche L. Gerrard
fotografia D. Baker
montaggio D. Cooper
uscita prevista

 non ancora disponibile 
media voti redazione
Oranges and Sunshine Trama del film
Ispirato ad uno degli scandali più recenti della storia inglese, "Oranges and Sunshine" narra la storia di Margaret Humphreys, assistente sociale di Nottingham, che ha saputo svelare un segreto nascosto per anni dal governo britannico: 130.000 bambini inglesi indigenti inviati all’estero, nei paesi del Commonwealth e principalmente in Australia, alla fine degli anni ‘50. Bambini di poco più di quattro anni, a cui fu detto che i loro genitori erano morti, rinchiusi in istituti agli antipodi e spesso oggetto di terribili abusi. A questi bambini era stata promessa un’esistenza migliore "piena di arance e sole", ma hanno incontrato privazioni, orfanotrofi, preti poco evangelici. Margaret, lottando da sola contro ogni difficoltà, è riuscita a ricongiungere migliaia di famiglie, ponendo le autorità di fronte alle proprie responsabilità e attirando l’attenzione mondiale su un caso esemplare di malagiustizia.
Scheda a cura di Riccardo Rizzo










La regia, seria e discreta, ha il merito di fugare qualsiasi dubbio o preconcetto riguardo l'opera prima "del figlio di Ken Loach". C'è militanza e impegno, ma anche personalità: non vediamo la copia sbiadita di un film 'loachiano' nonostante a volte, questo sì, il racconto sbiadisca in una sceneggiatura un po' incerta. Eppure c'è costante coinvolgimento emotivo, merito del soggetto e della recitazione bella e piagnucolosa della Watson.
REGIA - IMPEGNO
SCENEGGIATURA - RITMO - TENSIONE
---
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia d'Oro (313 Commenti, 59% gradimento) Pangur Medaglia d'Oro Martedì 24 Maggio 2011 ore 19:26
voto al film:   7,5

Visto al Festival di Roma, in sala super affollata e senza aerazione. Raffinato, coraggioso e potente. Un ottimo film, non interamente riassumibile sotto la categoria di "film di denuncia". Mi pare che in Italia non sia uscito, o se ne sono subito perse le tracce? Tensione costante per tutti i 105 minuti e uno splendido climax durante la visita al convento.
Ti è piaciuto il commento?  
Ultime Schede
Oranges and Sunshine
Festival di Roma 2010
Festival Internazionale del Film, dal 28 ottobre al 5 novembre
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©