Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: L'elefante occupa spazio

Scrivi un Commento COMMENTA Vota il film VOTA Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
L'elefante occupa spazio
titolo originale L'elefante occupa spazio
nazione Italia
anno 2010
regia Francesco Barnabei
genere Documentario
durata 60 min.
musiche F. Fornaci
fotografia F. Barnabei
montaggio F. Barnabei
uscita prevista

 non ancora disponibile 
media voti redazione
L'elefante occupa spazio Trama del film
Fernando, Elio e Ermanno lavorano in tre differenti sale cinematografiche romane (Delle Mimose, Greenwich, Nuovo Sacher). Fernando e Elio hanno iniziato a lavorare nel cinema agli inizi degli anni settanta, Ermanno nel settantanove.
Fernando viene dal cinema teatro Volturno, dove faceva le luci e preparava i nastri con musica e voce per gli spettacoli di spogliarello. Elio ha lavorato per nove anni al Filmstudio, un cineclub che è stato laboratorio e trampolino di lancio per registi che poi hanno fatto la storia del cinema. Ermanno dopo aver cambiato varie sale di un circuito che proiettava cinema d’autore, oggi è direttore del Nuovo Sacher, il cinema di Nanni Moretti. I primi due sono proiezionisti, il terzo, Ermanno, è direttore di sala. Il lavoro per loro inizia alle quattordici e trenta e termina quando finisce l’ultimo spettacolo, all’una di notte. I cinema come i bar e le stazioni sono luoghi di passaggio, dove ci sono partenze, arrivi e lunghe attese. I nostri tre personaggi si muovono all’interno delle loro “stazioni” intrattenendo e assicurandosi che tutti gli spettatori arrivino e partano per il loro viaggio in orario.
Tutti sviluppano le loro passioni nel tempo libero, ma anche all’interno della sala durante l’orario di lavoro: studiano copioni, fanno prove, disegnano, perfezionano le invenzioni o suonano qualche strumento. La direzione, l’atrio, la cabina di proiezione, il bar, tutti i locali si trasformano in salotti, dove il pensiero libero fa sentire la sua voce e il cinema diventa un contenitore di idee dove tutto è possibile.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Il film non è stato ancora commentato.
Ultime Schede
L'elefante occupa spazio
Festival di Roma 2010
Festival Internazionale del Film, dal 28 ottobre al 5 novembre
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©