Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Le fate ignoranti

Leggi i commenti 3 COMMENTI Vota il film 19 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Le fate ignoranti
titolo originale Le fate ignoranti
nazione Italia
anno 2000
regia Ferzan Ozpetek
genere Drammatico
durata 105 min.
cast M. Buy (Antonia) • S. Accorsi (Michele) • S. Yilmaz (Serra) • A. Renzi (Massino) • G. Garko (Ernesto) • F. Nigro (Riccardo) • E. Blanc (Veronica)
sceneggiatura F. OzpetekG. Romoli
musiche A. Guerra
fotografia P. Mari
montaggio P. Marone
media voti redazione
Le fate ignoranti Trama del film
Antonia e Massimo vivono una vita "perfetta" in una villa nella periferia residenziale di Roma. Quando Massimo all'improvviso muore con un incidente stradale, Antonia cade in una profonda depressione. Un giorno, la povera donna scopre che il marito aveva, da sette anni, un'amante. Grazie alle numerose traccie ritrovate tra gli effetti personali di Massimo, riesce a scoprire l'indirizzo della rivale. Antonia rimane esterrefatta quando scopre che l'altra è un uomo e si chiama Michele.

Recensione “Le fate ignoranti”

a cura di Andrea Olivieri  (voto: 6,5)
"Ostaggi, ciascuno di un mondo a parte."

Un guscio di dolore frantumato dalla rabbia, dalla voglia di sapere, dalla curiosità nei confronti di una grande famiglia in cui ci si accetta e basta, che arriva a sconvolgere la tranquillità borghese di Antonia. Due mondi che si scontrano e si confrontano nella periferia romana.
La fata romantica sposa l'amore tossico (costretto a letto); la fata arrogante, quella impossibile che cambia la vita di un personaggio, è fermamente convinta che la Verità colpisca (mortalmente) al cuore. Se la realtà ci sfugge è perché non la vogliamo vedere e, in quel momento, qualcuno pensa bene di non sporcare il nostro universo di fiaba. La vita vera, però, è solo uno "shock", che a volte può rimettere in discussione il nostro concetto d'amore legato al possesso, aprendo gli occhi sul destino che incrocia addii e ritorni, incurante della fisicità, "paladino" del sentire "nel" momento.
La verità è necessaria? Ozpetek risponde di sì e il tutto si trasforma in un'allegoria, in un malinconico canto per le amanti che vivono nell'ombra delle spose "ufficiali", in un appello che abbraccia la compassione e la comprensione.
I Tiromancino cantano di due destini che si uniscono in un istante solo, gli eventi suggeriscono un amore nato per sbaglio, una complicità ritrovata, un bisogno di nostalgia, l'ansia di conoscersi scambiata per gelosia. A seguire un bacio, la banalità dei "non detti", una parte finale (di comodo) ammiccante e ignorante del percorso esistenziale fin lì intrapreso. Un ritorno al mondo delle fate.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (10 Commenti, 75% gradimento) Maverick Martedì 28 Febbraio 2017 ore 09:35
voto al film:   6

Medaglia d'Argento (172 Commenti, 75% gradimento) Bardamu1991 Medaglia d'Argento Sabato 1 Ottobre 2016 ore 04:56
voto al film:   6

Medaglia d'Argento (127 Commenti, 70% gradimento) AlbRag Medaglia d'Argento Venerdì 15 Gennaio 2016 ore 11:13
3
voto al film:   6

Una pellicola che, dopo un inizio promettente, si perde via sino ad un finale pallido, un'occasione mancata per creare un piccolo cult nella cinematografia italiana e trattare a fondo il tema dell'omosessualità. Rimane comunque una delle migliori direzioni di Ozpetek.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia di Bronzo (51 Commenti, 80% gradimento) barney Medaglia di Bronzo Giovedì 17 Dicembre 2015 ore 22:13
voto al film:   7

Utente di Base (9 Commenti, 44% gradimento) Nenne Mercoledì 5 Agosto 2015 ore 21:08
voto al film:   7

Utente di Base (1 Commento, 0% gradimento) marcus14 Domenica 5 Gennaio 2014 ore 21:54
voto al film:   7

Utente di Base (46 Commenti, 45% gradimento) doubleangel Martedì 16 Luglio 2013 ore 22:41
voto al film:   7

Medaglia d'Oro (320 Commenti, 66% gradimento) AlessioRocco Medaglia d'Oro Giovedì 27 Settembre 2012 ore 21:18
1
voto al film:   6,5

Meritevole l’intenzione di proporre un’idea di famiglia più aperta e tollerante rispetto a quella tradizionale, ma il film, dopo un inizio promettente, perde credibilità, proponendo personaggi scontati(il trans esuberante, il gay mordace, evidenti i riferimenti ad Almodovar) e sfociando in un finale aperto cosi e cosi (interessante, ma con troppa carne al fuoco, un insieme di soluzioni che poteva essere semplificato). Tuttavia il cast è lodevole (soprattutto Accorsi mi è parso molto convincente, meritato David come attore protagonista) e il mix di umorismo e drammaticità funziona. Ozpetek ha il merito di avere un’identità precisa, con un gusto per immagini sempre ricercate, poco comune in Italia.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (273 Commenti, 64% gradimento) anzianzi Medaglia d'Oro Martedì 5 Giugno 2012 ore 21:47
voto al film:   6

Utente di Base (13 Commenti, 58% gradimento) Palopa Martedì 6 Marzo 2012 ore 15:06
voto al film:   6,5

News sul film “Le fate ignoranti”
Le fate ignoranti Margherita Buy e Stefano Accorsi di nuovo insieme sul grande schermo Margherita Buy e Stefano Accorsi di nuovo insieme sul grande schermo  (20 Marzo 2013)
Le fate ignoranti Le magnifiche presenze di Ozpetek e Germano a New York "Le magnifiche presenze" di Ozpetek e Germano a New York  ( 1 Giugno 2012)
Le fate ignoranti Ferzan Ozpetek al cinema di Palombara Sabina Ferzan Ozpetek al cinema di Palombara Sabina  (23 Marzo 2007)
Le fate ignoranti Ozpetek: Senza l'altro non ci si conosce Ozpetek: "Senza l'altro non ci si conosce"  (20 Febbraio 2007)
Le fate ignoranti Neffa firma la colonna sonora di Saturno contro Neffa firma la colonna sonora di "Saturno contro"  (15 Febbraio 2007)
Ultime Schede
Recensione Le fate ignoranti Scheda: King Arthur - Il potere della spada  di G. Ritchie
Rosso Istanbul
Allacciate le cinture
Magnifica presenza
Mine vaganti
Un giorno perfetto
Saturno contro
Cuore sacro
La finestra di fronte
Le fate ignoranti
Harem suaré
Il Bagno Turco - Hamam
Mine Vaganti
Ottavo film per il regista turco-italiano
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd Collezione Ferzan Ozpetek
Ferzan Ozpetek. La leggerezza e la profondità  di G. Marcello
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©