Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: La messa è finita

Leggi i commenti 2 COMMENTI Vota il film 19 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
La messa è finita
titolo originale La messa è finita
nazione Italia
anno 1985
regia Nanni Moretti
genere Commedia
durata 94 min.
cast N. Moretti (Don Giulio) • E. Modugno (Valentina) • M. Lozano (madre) • F. De Ceresa (padre) • M. Messeri (Saverio) • D. Cantarelli (Gianni) • E. Masciari (ex parroco) • R. Vezzosi (Cesare) • V. Salemme (Andrea)
sceneggiatura N. MorettiS. Petraglia
musiche N. Piovani
fotografia F. Di Giacomo
montaggio M. Garrone
media voti redazione
La messa è finita Trama del film
Don Giulio torna a Roma, dove è cresciuto, per sostituire un prete che ha messo su famiglia. Tutti quelli che lo circondano, dai genitori agli amici d’infanzia, hanno problemi che Giulio sente di dover risolvere, senza riuscirci. L’infelicità che lo circonda ne incrina le certezze, le risposte che credeva di poter dare agli altri non sono più valide. Prima di andarsene, deve sconfiggere l’idea che nulla sia cambiato, ed accettarlo.

Recensione “La messa è finita”

a cura di Glauco Almonte  (voto: 9,5)
“Tutte le cose che tu non volevi vedere intorno a te”. Il ritorno di Giulio a Roma segna l’inizio del suo travaglio spirituale, e con esso della sua rinascita. Il tema di fondo è lo stesso di Bianca, Giulio non sopporta l’infelicità altrui (“credo che la vita sia fatta per la felicità, non per la solitudine”); ma qui la sua sofferenza è ingigantita dal suo ruolo, perché mentre tutti si danno da fare per stare male, allo stesso tempo pretendono da lui comprensione, aiuto.
Giulio torna a Roma che ha ancora lo spirito d’un bambino, se ne allontanerà alla fine per ritrovare la felicità insita nelle cose (e nelle persone) semplici, tra chi ha bisogno d’un amico, non di un confessore. L’inizio della sua sofferenza coincide simbolicamente col suo ‘battesimo’ nella fontana: gli amici, i genitori e soprattutto la sorella gli sono estranei nel loro modo di vivere, e mentre lui cerca di cambiarli ne viene cambiato, inizia a sentire su di sé la loro fatica, il loro egoismo, perdendo interesse nel prossimo. Giulio, che dovrebbe essere d’esempio, subisce il disordine altrui, non riuscendo a conciliare la sua vocazione con l’impotenza di fronte a questa situazione. Finché non viene a capo del proprio malessere, rimane solo in mezzo a persone altrettanto sole, incapaci di ascoltarsi a vicenda.
Alla fine, in una scena di grande spessore simbolico-emotivo (ma l’impatto visivo dell’inizio rimane ineguagliato), riesce finalmente a prendere coscienza della realtà: “per voi mi sono reso conto che non posso fare nulla; ho provato, ma non ce l’ho fatta. Spero sarete capaci di perdonarmi”. Giulio ha capito quali siano le sue possibilità in relazione al suo ruolo: non risolvere i problemi degli altri per aiutare se stesso, ma risolvere i propri per aiutare gli altri. La messa è finita, può andare in pace.
Orso d'argento - Premio Speciale della Giuria al Festival di Berlino 1986.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) charlie91 Mercoledì 4 Novembre 2015 ore 16:36
voto al film:   7

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Marcolino93 Domenica 8 Marzo 2015 ore 23:08
voto al film:   8,5

Medaglia d'Oro (280 Commenti, 48% gradimento) Diegen78 Medaglia d'Oro Domenica 1 Dicembre 2013 ore 11:22
voto al film:   7,5

Utente di Base (9 Commenti, 44% gradimento) Nenne Sabato 8 Dicembre 2012 ore 09:52
voto al film:   8

Medaglia d'Oro (265 Commenti, 70% gradimento) mimma Medaglia d'Oro Lunedì 3 Dicembre 2012 ore 09:27
voto al film:   8

Utente di Base (4 Commenti, 0% gradimento) Masaccio Lunedì 26 Novembre 2012 ore 14:19
voto al film:   8,5

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Naima Domenica 21 Ottobre 2012 ore 14:38
voto al film:   7

Medaglia d'Oro (321 Commenti, 66% gradimento) AlessioRocco Medaglia d'Oro Lunedì 6 Agosto 2012 ore 15:17
voto al film:   8,5

Utente di Base (3 Commenti, 0% gradimento) JohannesBorgen Lunedì 12 Marzo 2012 ore 00:31
voto al film:   8,5

Utente di Base (3 Commenti, 66% gradimento) Epo11 Martedì 1 Novembre 2011 ore 21:30
voto al film:   8

Ultime Schede
Mia madre
Habemus Papam
Il caimano
La stanza del figlio
Aprile
Caro diario
Palombella rossa
La messa è finita
Bianca
Sogni d'oro
Ecce bombo
Io sono un autarchico
Nanni Moretti
Autarchia ed impegno: recupero del [i]civis[/i] nell'[i]homo[/i]
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd La messa è finita
Viaggio a Roma con Nanni Moretti  di P. Di Paolo, G. Biferali
Il cinema di Moretti, da Michele a Nanni (eBook)  di M. Cruciani
Nanni Moretti  di V. Zagarrio
Nanni Moretti. Lo sguardo morale  di V. Zagarrio
Nanni Moretti. Diario di un autarchico  di S. Isola
Il cinema di Nanni Moretti. Sogni & diari  di E. Mazierska, L. Rascaroli
La sincope dell'identità. Il cinema di Nanni Moretti  di R. De Gaetano
Nanni Moretti. Caro diario  di F. Villa
Nanni Moretti: cinema come diario  di G. Coco
Qualcosa di sinistra. Intervista a Nanni Moretti  di G. Mascia
Nanni Moretti  di F. De Bernardinis
Nanni Moretti  di G. Ranucci, S. Ughi
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©