Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Tabu (2012)

Leggi i commenti 2 COMMENTI Vota il film 2 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Tabu
titolo originale Tabu
nazione Portogallo / Germania / Brasile / Francia
anno 2012
regia Miguel Gomes
genere Drammatico
durata 119 min.
cast T. Madruga (Pilar) • L. Soveral (Aurora) • A. Moreira (Aurora giovane) • H. Espírito Santo (Ventura) • C. Cotta (Ventura giovane)
sceneggiatura M. GomesM. Ricardo
fotografia R. Pocas
montaggio T. ChurroM. Gomes
uscita prevista

 non ancora disponibile 
media voti redazione
Tabu Trama del film
Pilar ha fatto della generosità d’animo la sua ragione di vita, fatto che non l’ha aiutata a conquistare l’affetto della sua anziana vicina di casa. Quando Aurora muore, Pilar deciderà di mettersi alla ricerca di un suo antico amore.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia d'Argento (172 Commenti, 75% gradimento) Bardamu1991 Medaglia d'Argento Sabato 24 Ottobre 2015 ore 02:56
1
voto al film:   8

È una sciagura che questa gemma portoghese non sia mai stata distribuita in Italia.
Una carezza per gli occhi e per il cuore, indelebile cartolina d'Africa in bianco e nero. Elegantissimo e potente.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (682 Commenti, 68% gradimento) ale84 Medaglia d'Oro Mercoledì 15 Gennaio 2014 ore 08:50
1
voto al film:   7

E' un vero peccato che questo film non sia stato distribuito in Italia: è un film coraggioso e originale, che guarda al passato(soprattutto a Murnau) per creare qualcosa di nuovo (un po' come "The artist" o "Blancanieves"). Viaggio nella memoria intriso di malinconia e struggente storia d'amore ambientata nell'Africa coloniale, è un film profondamente portoghese. Le due parti in cui è diviso ("Paradiso perduto" e "Paradiso") sono abbastanza diverse tra loro per ambientazione, stile, fotografia, ma lo scavo a memoriale a ritroso acquista forza da questa contrapposizione. Forse il film stenta un po' a decollare nella prima parte, ma poi non delude e cresce fino al notevolissimo finale.
Ti è piaciuto il commento?  
News sul film “Tabu”
Tabu 62° Festival di Berlino: vinconi i fratelli Taviani con Cesare deve morire 62° Festival di Berlino: vinconi i fratelli Taviani con "Cesare deve morire"  (18 Febbraio 2012)
Ultime Schede
Recensione Tabu Scheda: King Arthur - Il potere della spada  di G. Ritchie
Tabu
Festival di Berlino 2012
62a edizione: 9 - 19 febbraio 2012
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©