Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Il primo uomo

Leggi i commenti 4 COMMENTI Vota il film 8 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Il primo uomo
titolo originale Il primo uomo
nazione Italia / Francia / Algeria
anno 2011
regia Gianni Amelio
genere Drammatico
durata 98 min.
cast J. Gamblin (Jacques Cormery) • D. Podalydès (maestro Bernard) • M. Sansa (Catherine Cormery giovane) • C. Sola (Catherine adulta) • N. Jouglet (Jacques bambino) • J. Bonnaire (zio Etienne) • J. Stevenin (padrone della fattoria) • A. Benhabouccha (Hamoud) • D. Said (Hamoud bambino) • M. Alexandre (studente)
sceneggiatura G. Amelio
musiche F. Piersanti
fotografia Y. Cape
montaggio C. Simeoni
uscita nelle sale 20 Aprile 2012
media voti redazione
Il primo uomo Trama del film
Nel desiderio di ritrovare il ricordo del padre morto nella prima guerra mondiale, lo scrittore Jean Cormery torna in Algeria per incontrare chi l’aveva conosciuto e per ritrovare sua madre. Lo scrittore ripercorre così la sua vita dagli anni '20, quando in mezzo a molte difficoltà decise di continuare gli studi, agli anni '50, in un Paese ancora lontano dall'indipendenza che otterrà nel '62.
Scheda a cura di Giordano Rampazzi










Jacques Cormery altro non è che l'alter ego di Albert Camus, premio Nobel nel 1957 e brillante rappresentante degli intellettuali francesi del dopoguerra. Il primo uomo, ultimo, incompiuto e autobiografico romanzo dello scrittore franco-algerino, è stato egregiamente fatto proprio da un Amelio incredibilmente denso, vitale e concreto. Un film che vive di finezze e caldi sentimenti, sfruttando a pieno la potenza della narrazione.
REGIA - SCENEGGIATURA - FOTOGRAFIA - IMPEGNO - POETICITÀ
RITMO - DOPPIAGGIO
---
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia d'Oro (276 Commenti, 80% gradimento) giampaolosy Medaglia d'Oro Domenica 13 Ottobre 2013 ore 23:12
voto al film:   8

Camus che ci racconta Camus attraverso lo sguardo di Amelio. Un romanzo/film di formazione e autobiografico che racconta la storia e la Storia dell'Algeria di allora ma che parla al cuore di chi oggi vive lo stesso conflitto di civilta' in uno scenario globale. Film quasi impeccabile tra le migliori cose degli ultimi tempi di Amelio
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia di Bronzo (61 Commenti, 63% gradimento) edanbra Medaglia di Bronzo Venerdì 14 Dicembre 2012 ore 23:21
voto al film:   6

Medaglia d'Oro (682 Commenti, 68% gradimento) ale84 Medaglia d'Oro Giovedì 5 Luglio 2012 ore 08:31
1 1
voto al film:   7

Nonostante qualche piccolo scivolone nel buonismo edificante, il viaggio nella memoria privata e collettiva di Camus e Amelio funziona ed emoziona, grazie anche alla straordinaria prova del bambino che interpreta lo scrittore da piccolo. Una lezione di umanesimo sofferto e sincero che non riesco a capire perchè non sia stata accettata a Venezia...per fare posto alla Comencini?
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (5 Commenti, 66% gradimento) suser76 Giovedì 10 Maggio 2012 ore 11:16
voto al film:   7

Medaglia di Bronzo (76 Commenti, 30% gradimento) Pierrot Medaglia di Bronzo Mercoledì 9 Maggio 2012 ore 23:15
voto al film:   7

Utente di Base (18 Commenti, 47% gradimento) Ernesto Mercoledì 2 Maggio 2012 ore 15:28
voto al film:   7

Medaglia d'Oro (273 Commenti, 57% gradimento) cinemabendato Medaglia d'Oro Sabato 28 Aprile 2012 ore 15:34
1 1
voto al film:   7,5

Amelio riesce egregiamente a ricreare per immagini la scrittura di Camus, non limitandosi in un racconto, ma essendo profondamente e soprattutto intimamente in grado di ricreare la sensazione di lettura di un testo firmato Camus.
L'autore non viene mai tradito o usato dalla macchina da presa, tutto ha un fine, anche quando velato o invisibile. La grandezza registica di Amelio si mostra nel dettaglio, nella delicatezza, nella sapienza del riuscire ad individuare gli angoli e attraverso quelli narrare di riflesso quello che avviene nel centro.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (33 Commenti, 53% gradimento) Filak Lunedì 23 Aprile 2012 ore 00:23
1
voto al film:   7,5

C'è sentimento, c'è politica, c'è vita, c'è civiltà, molta civiltà, in questo delicato e poetico film ...
Ti è piaciuto il commento?  
News sul film “Il primo uomo”
Il primo uomo E' Cesare deve morire il miglior film italiano del 2012 E' "Cesare deve morire" il miglior film italiano del 2012  (17 Gennaio 2013)
Il primo uomo Gianni Amelio vince il Premio Pietro Bianchi 2012 Gianni Amelio vince il "Premio Pietro Bianchi 2012"  ( 1 Giugno 2012)
Il primo uomo I supereroi della Marvel sbancano il botteghino I supereroi della Marvel sbancano il botteghino  (30 Aprile 2012)
Il primo uomo La pattuglia italiana a Cannes cresce: altri 4 nomi con Moretti e Sorrentino La pattuglia italiana a Cannes cresce: altri 4 nomi con Moretti e Sorrentino  (10 Febbraio 2011)
Il primo uomo Ad aprile primo ciak per il film di Amelio Ad aprile primo ciak per il film di Amelio  (19 Febbraio 2009)
Ultime Schede
La tenerezza
Registro di classe - Parte prima 1900-1960
Felice chi è diverso
L'intrepido
Il primo uomo
La stella che non c'è
Le chiavi di casa
Così ridevano
Lamerica
Il ladro di bambini
Aprile al cinema
Le offerte cinematografiche del mese di Aprile
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd Il primo uomo
Gianni Amelio  di E. Martini
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©