Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Mustang

Leggi i commenti 5 COMMENTI Vota il film 10 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Mustang
titolo originale Mustang
nazione Francia
anno 2015
regia Deniz Gamze Ergüven
genere Drammatico
durata 100 min.
cast G. Sensoy (Lale) • D. Doguslu (Nur) • E. Iscan (Ece) • T. Sunguroglu (Selma) • N. Koldas (Nonna) • B. Yigit (Yasin)
sceneggiatura A. WinocourD. Ergüven
musiche W. Ellis
fotografia D. ChizalletE. Gok
montaggio M. Van de Moortel
uscita nelle sale 29 Ottobre 2015
media voti redazione
Mustang Trama del film
In un villaggio nel nord della Turchia cinque sorelle giocano con dei ragazzi tornando a casa da scuola. Il loro comportamento, giudicato immorale dal villaggio, farà scattare una serie di sanzioni che trasformano lentamente la loro casa in una prigione.
Scheda a cura di Fabiana Proietti










Il candidato francese ai premi Oscar è quasi un attimo fuggente al femminile, dominato da momenti, come l’iniziale bagno nel mare, in cui queste fanciulle prigioniere ricordano le verigini suicide coppoliane o le 17 ragazze delle sorelle Coulin. Peccato che l’impegno sociale a tratti rubi l’anima a un’opera che se solo si lasciasse più andare, senza inseguire la quadratura del cerchio, risulterebbe mille volte più intensa.
REGIA - MUSICHE - FOTOGRAFIA - IMPEGNO - POETICITÀ - COSTUMI
SCENEGGIATURA - MONTAGGIO - RITMO - ORIGINALITÀ - TENSIONE - EROTISMO
---
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (10 Commenti, 55% gradimento) ossidiseppia Domenica 3 Gennaio 2016 ore 22:59
voto al film:   7

Medaglia di Bronzo (93 Commenti, 52% gradimento) botswana Medaglia di Bronzo Domenica 3 Gennaio 2016 ore 02:12
1
voto al film:   7,5

Un film perfetto nella sua estrema semplicità di racconto e di budget. Bravissima la regista nel raccontare l'esuberanza di queste giovani sorelle. Viene voglia di abbracciarle tutte, andare lì e fare strage della mentalità bigotta del paesello che… non è poi così distante… diciamo un secolo fa, ma anche meno, molto meno, tanto che uno sguardo italiano non si ritrova certo spiazzato da certe situazioni. Anzi… Film da vedere e probabile vincitore agli oscar, nel qual caso meritatissimo.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (160 Commenti, 76% gradimento) Bardamu1991 Medaglia d'Argento Domenica 27 Dicembre 2015 ore 19:12
voto al film:   7

Medaglia d'Oro (221 Commenti, 61% gradimento) critone Medaglia d'Oro Sabato 26 Dicembre 2015 ore 23:39
2
voto al film:   7,5

Concordo sulle (poche) imperfezioni nello script. Ma -come si è detto- il cuore di questa pellicola sta altrove, nella joie de vivre che supera il sopruso.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (267 Commenti, 62% gradimento) anzianzi Medaglia d'Oro Domenica 15 Novembre 2015 ore 01:12
voto al film:   7

Medaglia d'Oro (253 Commenti, 70% gradimento) mimma Medaglia d'Oro Giovedì 12 Novembre 2015 ore 18:19
2
voto al film:   7,5

Essere giovani belle ed esuberanti non è cosa facile quando si vive in un minuscolo borgo della costa turca.Dopo aver passatol’ultimo giorno di scuola sulla spiaggia assolata con ragazzi tra giochi e schizzi, risate, sguardi, scherzi e quant’altro, 5 sorelle si ritrovano di colpo ad essere rinchiuse in casa dai familiari: colpa di una vicina di casa che le ha viste e ha riferito.Siamo dalle parti in cui vige un fondamentalismo islamico rigoroso Questa è la storia di 5 adolescenti innamorate della libertà.Della vita che si riduce negli orizzonti asfittici di una casa prigione dove prendono l’unico raggio di sole attraverso le sbarre del cancello o sul cui pavimento fingono di nuotare sognando il mare.E’ la storia della ribellione che soprattutto la più piccola intraprende contro il destino ingiusto.Il film parte come una commedia (e lo rimane, almeno sino a un certo punto)ma presto assume la connotazione del dramma pur conservando sempre una veste leggera e scorrevole. Autentica.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (3 Commenti, 0% gradimento) JohannesBorgen Venerdì 6 Novembre 2015 ore 12:02
voto al film:   7

Medaglia d'Oro (679 Commenti, 67% gradimento) ale84 Medaglia d'Oro Giovedì 5 Novembre 2015 ore 19:51
2
voto al film:   7

Può lasciare perplessi in alcuni punti la sceneggiatura (il passaggio repentino dal totale permissivismo iniziale al fondamentalismo tradizionalista, l'accenno poco congruo e non adeguatamente sviluppato alla pedofilia e all'incesto, la voce off di Lale che va e viene) ma il cuore del film batte altrove: nei corpi delle ragazze, nei loro sguardi, nella loro vitalità. Ciò che la pellicola lascia è infatti una inesauribile e incontenibile gioia di vivere, che finisce per vincere ogni sopruso, ogni moralismo, ogni violenza patriarcale e che difficilmente non contagerà lo spettatore. Un esordio fresco, luminoso e imperfetto, come devono essere gli esordi. Da vedere.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (318 Commenti, 65% gradimento) AleRocco Medaglia d'Oro Martedì 3 Novembre 2015 ore 16:36
voto al film:   6

Utente di Base (38 Commenti, 75% gradimento) barney Sabato 31 Ottobre 2015 ore 23:56
3
voto al film:   7

Dagli Stati Uniti puritani degli anni 70, si passa all'Anatolia conservatrice dei nostri giorni. Nascere donna - soprattutto se libera e bella - è sempre percepito come un affronto all'ordine sociale di società tradizionaliste e, fondamentalmente, ignoranti. Il film - fortunatamente - non indugia eccessivamente su riferimenti politico/religiosi, e chiude l'obiettivo della macchina da presa sulle dinamiche familiari. In alcuni episodi lo fa con ironia, in altri si ha la sensazione che la regista calchi troppo la mano. Le 5 sorelle sono raccontate tramite il loro comune spirito di sorellanza e ribellione, ma anche di spiccato individualismo, in cui ognuna esprime - a suo modo - la brama di evasione. Il ritratto della beniamina Lale, probabilmente, quello più originale e convincente. Nel complesso, un film completo, godibile e da vedere.
Ti è piaciuto il commento?  
News sul film “Mustang”
Mustang Le nominations agli Oscar 2016 Le nominations agli Oscar 2016  (14 Gennaio 2016)
Mustang Much loved e Mustang allo Spazio Oberdan "Much loved" e "Mustang" allo Spazio Oberdan  (31 Dicembre 2015)
Mustang I candidati all'Oscar per il Miglior film straniero I candidati all'Oscar per il Miglior film straniero  (24 Dicembre 2015)
Mustang Le nominations degli European Film Awards 2015 Le nominations degli European Film Awards 2015  (10 Novembre 2015)
Mustang The Wolfpack vince il Premio Taodue di Alice nella Città "The Wolfpack" vince il Premio Taodue di Alice nella Città  (24 Ottobre 2015)
Ultime Schede
Recensione Mustang Scheda: Alps  di Y. Lanthimos
Mustang
Oscar 2016
88esima edizione degli Academy Awards
Alice nella città 2015
Dal 16 al 24 ottobre sezione autonoma e parallela al Festival di Roma
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©