Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Land of Mine - Sotto la sabbia

Leggi i commenti 6 COMMENTI Vota il film 8 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Land of Mine - Sotto la sabbia
titolo originale Under sandet
nazione Danimarca
anno 2015
regia Martin Zandvliet
genere Guerra / Drammatico
durata 100 min.
cast R. Møller (Carl) • M. Følsgaard (Ebbe) • J. Basman (Helmut Morbach) • L. Seidel (Wilhelm Hahn) • K. Seidel (Manfred) • M. Asmussen (Sergente)
sceneggiatura M. Zandvliet
fotografia C. Hjelm
montaggio P. SandholtM. Stensgaard
uscita nelle sale 24 Marzo 2016
media voti redazione
Land of Mine - Sotto la sabbia Trama del film
Ambientato nel maggio del 1945, pochi giorni dopo la fine della guerra, il film racconta la storia di un gruppo di prigionieri tedeschi, tutti giovani soldati adolescenti, che vengono deportati in Danimarca e costretti a sminare due milioni di ordigni disseminati dall'esercito nazista lungo la costa Ovest del Paese. A capo della pericolosa missione, l'implacabile sergente Leopold Rasmussen. Un capitolo completamente sconosciuto della seconda guerra mondiale.
Scheda a cura di Flavia D'Angelo










Nulla come la rappresentazione delle conseguenze, fisiche e psicologiche, della guerra riesce a comunicare il significato di un conflitto, spogliandolo di ogni elemento spettacolare. "Land of Mine" si fa forte di una solida struttura classica ma riesce ugualmente a imporsi con più di un brivido, di tensione o di orrore, sulla prevedibilità di alcune scelte.
REGIA - SCENEGGIATURA - FOTOGRAFIA - IMPEGNO - TENSIONE
RITMO - ORIGINALITÀ
---
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) giulia Domenica 5 Marzo 2017 ore 20:22
voto al film:   7,5

Medaglia d'Argento (151 Commenti, 73% gradimento) Zurlistuta Medaglia d'Argento Mercoledì 19 Ottobre 2016 ore 05:23
1
voto al film:   7,5

Bella storia, direi anche nuova sotto certi apsetti come quello dell'immediato dopo guerra. Non conoscevo questa parte di storia e mi ha davvero commosso. Bello bello bello.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (370 Commenti, 59% gradimento) brata Medaglia d'Oro Domenica 25 Settembre 2016 ore 11:13
3
voto al film:   7,5

Una storia raccontata in maniera semplice. Al regista il merito di aver fatto conoscere un momento della guerra che pochi ricordavano. Belle le inquadrature e bravo il cast. Un piccolo ma grande film. Da vedere assolutamente
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (162 Commenti, 65% gradimento) Clavius Medaglia d'Argento Lunedì 25 Aprile 2016 ore 23:28
4
voto al film:   7

Attraverso un linguaggio cinematografico tradizionale, si racconta una pagina misconosciuta avvenuta subito dopo il termine della seconda guerra mondiale. La convenzionalità della messa in scena non riduce ma semmai amplifica una vicenda nella quale il ribaltamento dei ruoli e la crudezza delle situazioni produce non pochi disagi allo spettatore. La bonifica delle spiagge danesi dalle micidiali mine è anche il tentativo di riportare alla "normalità" la Storia, non senza però produrre nuove vittime. Questa volta sono i giovanissimi sconfitti a subire l'onta e l'umiliazione, sono il futuro di una nazione che trovatisi lì quasi per caso, pagano duramente per colpe non proprie. Qua e là la pellicola risulta altalenante nonché votata ad una certa retorica intrisa di pietà. Ma ha il merito di riportare al centro gli uomini. Una tensione a tratti insostenibile e attori di indubbia bravura raggiungono il bersaglio, mostrando le ferite inflitte ai più deboli indipendentemente dalla divisa.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (271 Commenti, 62% gradimento) anzianzi Medaglia d'Oro Giovedì 7 Aprile 2016 ore 01:03
3
voto al film:   7,5

ma da dove sbucano questi? sul serio per questo Zandvliet è la prima volta? e sul serio il fantastico sergente Rasmussen non aveva mai recitato prima? né tutti gli altri? non è possibile, perché grazie a tutti loro questo film è una delle più perfette commistioni di tensione e di sensibilità, la tensione e la sensibilità delle mani sulle mine ma ancora di più la tensione e la sensibilità dei volti, delle persone, addirittura mi sembra strano chiamarli personaggi, perché non recitano, non mentono, e non ti lasciano quando esci dalla sala. e mentre ti accorgi di maneggiare le chiavi della macchina con molta cautela ti chiedi ancora una volta come tutto ciò sia potuto accadere.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (681 Commenti, 67% gradimento) ale84 Medaglia d'Oro Domenica 3 Aprile 2016 ore 23:18
voto al film:   8

Medaglia d'Oro (207 Commenti, 75% gradimento) ipervoice Medaglia d'Oro Venerdì 1 Aprile 2016 ore 13:17
2
voto al film:   6,5

Una pagina di storia quasi sconosciuta. La tragedia della guerra che continua anche dopo la fine della stessa. Il vincitore che umilia lo sconfitto vendicandosi su "soldati" poco più che adolescenti: i ragazzi mandati al massacro da Hitler negli ultimi giorni di guerra, sopravvissuti e condannati a espiare gli orrori del regime nazista di cui non erano certamente loro i principali responsabili.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (125 Commenti, 51% gradimento) Giallavelatura Medaglia d'Argento Giovedì 31 Marzo 2016 ore 11:22
4
voto al film:   7

Buon film su una delle tante pagine legate alle conseguenze della Seconda Guerra Mondiale. Una pagina vera per lo più sconosciuta alle grandi masse e alla retorica della storia. Un film denso di umanità che riesce nell'impresa di farci perfino commuovere e simpatizzare per i ragazzi tedeschi protagonisti, nonostante le nefandezze commesse dai loro connazionali nei 6 anni di conflitto precedenti le vicende raccontate e i 45 milioni di morti innocenti causati nel mondo (di cui 25 milioni russi, ricordiamolo sempre). Un film in fondo molto semplice, realizzato, credo, con un budget contenuto e un cast non numeroso. Un film drammatico che, a tratti, potrebbe essere considerato perfino "lento"...eppure è un film potente, che ti entra dentro, minuto dopo minuto. Ottima la prova di Roland Møller (attore che non conoscevo) nei panni del sergente Rasmussen, e bellissimi i panorami mozzafiato della magnifica costa occidentale della penisola danese dello Jutland. Luoghi sconosciuti...da sogno.
Ti è piaciuto il commento?  
News sul film “Land of Mine - Sotto la sabbia”
Land of Mine - Sotto la sabbia I vincitori degli European Film Awards I vincitori degli European Film Awards  (21 Novembre 2016)
Land of Mine - Sotto la sabbia Cinema d'autore al Multisala Flavia Cinema d'autore al Multisala Flavia  (11 Aprile 2016)
Land of Mine - Sotto la sabbia Notorious Pictures per Emergency: tutti al cinema il 24 marzo. Notorious Pictures per Emergency: tutti al cinema il 24 marzo.  (17 Marzo 2016)
Ultime Schede
Land of Mine - Sotto la sabbia
Festival di Roma 2015
Festa del Cinema di Roma, dal 16 al 24 ottobre
Martin Zandvliet
Leggi l'intervista a Martin Zandvliet per “Land of mine - Sotto la sabbia
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©