Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: La stella che non c'è

Scrivi un Commento COMMENTA Vota il film 2 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
La stella che non c'è
titolo originale La stella che non c'è
nazione Italia
anno 2006
regia Gianni Amelio
genere Drammatico
durata 104 min.
cast S. Castellitto (Vincenzo Buonavolontà) • T. Ling (Liu Hua) • A. Costabile (Giovane operaio) • H. Ha (Chong) • C. Sng (Segretaria) • E. Vanigiani (Dirigente acciaieria) • R. Rossi (Dirigente acciaieria)
sceneggiatura G. AmelioU. Contarello
musiche F. Piersanti
fotografia L. Bigazzi
montaggio S. Paggi
uscita nelle sale 8 Settembre 2006
media voti redazione
La stella che non c'è Trama del film
Una delegazione cinese arriva in Italia per rilevare un grande impianto da un’acciaieria in disarmo. Vincenzo Buonavolontà, manutentore specializzato nei controlli delle macchine, è convinto che l’altoforno in vendita non sia in buone condizioni e vuole ostinatamente trovare il guasto perchè non succedano, com’è già accaduto, incidenti gravi agli operai che dovranno manovrarlo. Vincenzo scopre il difetto dell’impianto quando però i cinesi sono già ripartiti con tutto il carico per il loro Paese. Non ci pensa due volte: vola a Shanghai per consegnare di persona la centralina idraulica modificata. Ma lo aspetta una brutta sorpresa: l’azienda cinese che aveva comprato l’impianto lo ha già rivenduto ad altri...

Recensione “La stella che non c'è”

a cura di Glauco Almonte  (voto: 6)
L’Italia è lontana

Gran bel personaggio, Vincenzo Buonavolontà: costruito a partire dal nome, ma soprattutto a partire da un ideale di professionalità che oggi sembra scomparso. Impegnato nella manutenzione di un impianto appena venduto a un’azienda di intermediazione cinese, Vincenzo insegue letteralmente il suo macchinario perché ne ha scoperto un difetto e sa come ripararlo: è questo il personaggio che viene presentato allo spettatore, un personaggio che inizia con il proprio lavoro e lì finisce, senza che Amelio senta la necessità di inquadrarlo in una ipotetica vita normale. Lo scopo del suo viaggio ai limiti dell’impossibile, evitare incidenti causati dal malfunzionamento dell’impianto, la dice lunga: un intervento non richiesto né agevolato, seguendo soltanto la propria coscienza e, forse ancora di più, l’ideale del miglior svolgimento possibile del proprio lavoro.
Castellitto entra facilmente nei panni di questo protagonista assoluto, sempre al centro della narrazione e dell’inquadratura: niente di nuovo per lui, centro di gravità anche del precedente “Il regista di matrimoni” di Bellocchio; questa volta, più che sui piccoli gesti e sulle pause di riflessione, si concentra sull’espressione del viso, ripreso spesso in intensi primi piani, unica fessura attraverso la quale far intravedere un personaggio inesistente al di fuori dei limiti temporali della storia raccontata.
Accanto a lui, perfetta nel contrasto, la giovane Liu Hua: disoccupata, senza un obiettivo preciso, pratica del posto e della lingua, ma soprattutto un personaggio che emerge e si trasforma man mano.
Attorno a questa ‘strana coppia’, un mondo che Vincenzo sottovaluta immergendovisi senza la minima idea di cosa lo aspetti: nel bene e nel male, senza che nulla rappresenti esclusivamente l’uno o l’altro di questi due estremi, il viaggio e la Cina stessa si rivelano pieni di difficoltà e di sorprese. La critica più forte, l’unica che non viene bilanciata da un adeguato rovescio della medaglia, è interna, nelle parole (e nel passato) di Liu Hua.
Portata a termine la sua impresa, Vincenzo non riesce a gioire fino in fondo: ha visto un paese la cui distanza dal suo, per alcuni versi – quelli che lui meno s’aspetta – così simile, varia molto se la si guarda dall’Italia o dalla Cina; e, sorpresa delle sorprese, il più lungo, ma molto più lungo, è il tragitto inverso.
In concorso al 63° Festival di Venezia, il titolo fa riferimento alla bandiera cinese; il plurale, forse, sarebbe stato più idoneo.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia d'Oro (313 Commenti, 59% gradimento) Pangur Medaglia d'Oro Martedì 8 Novembre 2011 ore 18:24
voto al film:   5,5

Medaglia di Bronzo (61 Commenti, 63% gradimento) edanbra Medaglia di Bronzo Martedì 8 Novembre 2011 ore 15:22
voto al film:   4,5

News sul film “La stella che non c'è”
La stella che non c'è Il TAR annulla i premi di qualità 2006, 250 mila euro da restituire? Il TAR annulla i premi di qualità 2006, 250 mila euro da restituire?  ( 7 Luglio 2011)
La stella che non c'è A Palombara Sabina il 'Festival delle Cerase' A Palombara Sabina il 'Festival delle Cerase'  (30 Maggio 2007)
La stella che non c'è Candidature dei Nastri d'Argento Candidature dei Nastri d'Argento  (19 Aprile 2007)
La stella che non c'è Gianni Amelio: Crialese può vincere Gianni Amelio: "Crialese può vincere"  ( 3 Ottobre 2006)
La stella che non c'è Al via il 'Festival di Annecy' Al via il 'Festival di Annecy'  (27 Settembre 2006)
La stella che non c'è Box Office: Pirati dei caraibi 2 ancora in testa Box Office: "Pirati dei caraibi 2" ancora in testa  (25 Settembre 2006)
La stella che non c'è Box Office: i Pirati all'assalto dei record Box Office: i Pirati all'assalto dei record  (18 Settembre 2006)
La stella che non c'è 50° 'London Film Festival' 50° 'London Film Festival'  (15 Settembre 2006)
La stella che non c'è Box Office: Cars riconquista la vetta Box Office: "Cars" riconquista la vetta  (11 Settembre 2006)
La stella che non c'è Amelio e Crialese da Venezia a Toronto Amelio e Crialese da Venezia a Toronto  (23 Agosto 2006)
La stella che non c'è Venezia 63: i film in concorso Venezia 63: i film in concorso  (27 Luglio 2006)
La stella che non c'è Amelio e Crialese a Venezia Amelio e Crialese a Venezia  (27 Luglio 2006)
La stella che non c'è Film della Comencini: da Venezia a Roma Film della Comencini: da Venezia a Roma  (25 Luglio 2006)
Ultime Schede
La tenerezza
Registro di classe - Parte prima 1900-1960
Felice chi è diverso
L'intrepido
Il primo uomo
La stella che non c'è
Le chiavi di casa
Così ridevano
Lamerica
Il ladro di bambini
Festival di Venezia 2006
Leone d'oro a "Still life" di Jia Zhang-Ke
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd La stella che non c'è
Gianni Amelio  di E. Martini
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©