Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Videodrome

Leggi i commenti 4 COMMENTI Vota il film 18 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Videodrome
titolo originale Videodrome
nazione Canada
anno 1983
regia David Cronenberg
genere Fantascienza
durata 81 min.
cast L. Carlson (Barry Convex) • J. Woods (Max Renn) • L. Gorman (Masha) • J. Creley (Brian O'Blivion) • D. Harry (Nicki Brand) • S. Smits (Bianca O'Blivion) • D. Bolt (Raphael)
sceneggiatura D. Cronenberg
musiche H. Shore
fotografia M. Irwin
montaggio R. Sanders
media voti redazione
Videodrome Trama del film
Direttore di un canale di una TV privata, specializzatasi nel genere porno, Max Renn capta un giorno uno strano programma, in cui si possono vedere torture ed assassini. E' un tecnico della stazione che é riuscito nella impresa di trovare le relative immagini, che sono prodotte per il programma intitolato "Videodrome" - emesso, a quanto poi si saprà, da Pittsburg - nel quale figura come conduttore un certo Brian. Ma Brian, come Max, affascinato e sconvolto, accerterà in prosieguo, è morto da tempo: é solo un nastro che lo presenta e così, grazie anche alla figlia di costui - Nicky - Max verrà immesso in un delirio di allucinazioni e poi di delitti, dovuti alla dittatura ipnotica che Barry Convex, il direttore di Videodrome...
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (19 Commenti, 0% gradimento) Trinity Sabato 29 Ottobre 2016 ore 23:24
voto al film:   6

Medaglia d'Argento (128 Commenti, 70% gradimento) AlbRag Medaglia d'Argento Giovedì 14 Gennaio 2016 ore 00:00
1
voto al film:   8

Capolavoro di Cronenberg - che regala al cinema una pellicola di culto per gli amanti della fantascienza, un autentico viaggio onirico e disturbante in un mondo distopico non troppo diverso da quello attuale.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (42 Commenti, 70% gradimento) Asdrubbale Martedì 28 Aprile 2015 ore 22:32
voto al film:   9

Medaglia di Bronzo (75 Commenti, 75% gradimento) yanquiuxo Medaglia di Bronzo Mercoledì 4 Marzo 2015 ore 15:28
voto al film:   7

Medaglia d'Oro (321 Commenti, 66% gradimento) AlessioRocco Medaglia d'Oro Martedì 27 Gennaio 2015 ore 21:23
voto al film:   7

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) charlie91 Mercoledì 5 Novembre 2014 ore 14:03
voto al film:   7

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Marcolino93 Domenica 26 Ottobre 2014 ore 17:29
voto al film:   7

Utente di Base (11 Commenti, 62% gradimento) Overman1844 Mercoledì 26 Febbraio 2014 ore 15:08
voto al film:   7,5

Cos'è la televisione o cosa ella rappresenta? Per Cronenberg la risposta muta in una visione, in una o più prospettive che si sgretolano agl'occhi semichiusi, ai vedenti abituati solamente ad accettare, ogni evento, ogni cosa, attraverso la cosiddetta "realtà", indotti, percepiti dal potere mediatico. Tuttavia v'è dell'altro, cioè non solo vien rappresentata, che attraverso la televisione, si forma, s'intensifica, simile realtà, l'unica incontestabile, ma l'interpretazione viene ampliata, ovvero, la verità diviene solida, diviene identità, attua (come dice il film) la sua "filosofia" e diventa allucinatoria, confondendosi in violenza psicologica e fisica e s'appropria dei corpi dello spettatore, lacerandoli in ogni singolo organo. E l'atmosfera oscura non perde certamente la sua forza, bensì, cresce nell'avvenire... in un futuro vicino o lontano?... Cronenberg vede oltre!
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (29 Commenti, 60% gradimento) Ombra Martedì 3 Dicembre 2013 ore 12:32
1
voto al film:   7,5

La visione del futuro di David!
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (477 Commenti, 69% gradimento) diego93 Medaglia d'Oro Lunedì 25 Novembre 2013 ore 21:03
voto al film:   7

Cronemberg utilizza l'horror e il fantascientifico per parlare con estremo pessimismo della realtà in cui viviamo e non rinuncia ai suoi temi favoriti: la tecnologia che rende schiavo l'uomo, la mutazione della carne, le ossessioni sul sesso e sulla violenza. Pur con qualche buco di sceneggiatura, Videodrome e' narrato con estrema bravura, pervaso da un'atmosfera tesa e volutamente sgradevole, con diverse sequenze entrate nell'immaginario cyberpunk: la scena di sesso sadomaso tra James Woods (perfetto per il ruolo) e una tv e la trasformazione della mano in una pistola. Disgustosi (nel senso positivo) gli effetti speciali di Rick Baker. Audace e perverso, complesso e inquietante. E per questo memorabile.
Ti è piaciuto il commento?  
News sul film “Videodrome”
Videodrome Kubrick forever, rassegna di cinema di impronta kubrickiana all'Alphaville Kubrick forever, rassegna di cinema di impronta kubrickiana all'Alphaville  (21 Aprile 2011)
Ultime Schede
Maps to the Stars
Cosmopolis
A Dangerous Method
La promessa dell'assassino
A history of violence
Spider
eXistenZ
Crash
Il pasto nudo
Inseparabili
La mosca
La zona morta
Videodrome
Scanners
Brood - la covata malefica
Rabid - Sete di sangue
Il demone sotto la pelle
David Cronenberg
"Eastern Promises": un'altra storia di violenza
Videocronenberg. Infezioni virali postmoderne  di C. Bartolini
Lo strano caso del dr. David e di mr. Cronenberg  di A. Aronadio
David Cronenberg  di G. Canova
Carpenter Romero Cronenberg. Discorso sulla cosa  di L. Esposito
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©