Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Fine di una storia

Leggi i commenti 1 COMMENTO Vota il film 4 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Fine di una storia
titolo originale The end of the affair
nazione Gran Bretagna / U.S.A.
anno 1999
regia Neil Jordan
genere Drammatico
durata 105 min.
cast R. Fiennes (Maurice Bendrix) • J. Moore (Sarah Miles) • S. Rea (Henry Miles) • H. Jones (Cameriera Di Henry) • J. Bolam (Mister Savage) • A. Butchart (Mister Parkis) • S. Bould (Lance Parkis)
sceneggiatura N. Jordan
musiche M. Nyman
fotografia R. Pratt
montaggio T. Lawson
media voti redazione
Fine di una storia Trama del film
Londra, 1939. Henry Miles, di professione funzionario pubblico, uomo grigio e monotono, trascina stancamente il matrimonio con Sarah. In occasione di una festa organizzata da Henry, la donna conosce Maurice Bendrix, scrittore di successo e di grande fascino. Lo sguardo melanconico di Maurice e quello curioso di Sarah si incontrano e non riescono a lasciarsi. Nasce tra i due una prepotente passione che trova sfogo in incontri clandestini sempre più frequenti. I due sono insieme anche nel giorno in cui, a guerra cominciata, Londra viene bombardata e una bomba cade vicino a loro. Maurice sembra morto e Sarah fa voto di vederlo vivo in cambio della promessa di non frequentarlo più. Maurice era solo privo di sensi, Sarah lo vede e gli dice che non possono più incontrarsi. Alcuni anni dopo, Maurice incontra Henry il quale gli confida di temere che la moglie lo stia tradendo. Maurice allora si trova catapultato nel proprio passato, fa pedinare la donna da un detective, fa in modo di incontrarla di nuovo. In chiesa Sarah prega di poter essere sciolta dal voto, va di nuovo con Maurice che le chiede di sposarlo. Ma Sarah ha solo sei mesi di vita. Muore e Maurice allora grida la propria rabbia contro tutti. Alla macchina da scrivere, chiede a Dio di essere lasciato solo.
Scheda a cura di Vaniel Maestosi










Tutto si sgretola, in questo capolavoro di Neil Jordan, in modo circolare, etico, profondamente doloroso. Le immagini hanno lo spessore del pensiero e riescono a creare una densità assoluta, degna di questa storia pura d'odio e amore...
REGIA - SCENEGGIATURA - MUSICHE - FOTOGRAFIA - ORIGINALITÀ - IMPEGNO - POETICITÀ - EROTISMO - DOPPIAGGIO - ADATTAMENTO
---
---
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia d'Argento (106 Commenti, 59% gradimento) cartillo Medaglia d'Argento Lunedì 5 Maggio 2014 ore 11:54
voto al film:   6

Medaglia d'Argento (176 Commenti, 53% gradimento) nylon Medaglia d'Argento Martedì 4 Settembre 2012 ore 16:16
voto al film:   9

un capolavoro, pochi film sono stati così densi di suggestioni
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (7 Commenti, 85% gradimento) angelonero Sabato 24 Dicembre 2011 ore 12:53
voto al film:   8

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) elfabuloso94 Martedì 21 Giugno 2011 ore 16:11
voto al film:   8,5

Ultime Schede
Recensione Fine di una storia Scheda: King Arthur - Il potere della spada  di G. Ritchie
Byzantium
Il buio nell'anima
Breakfast on Pluto
Triplo gioco
Fine di una storia
In Dreams
Michael Collins
Intervista col vampiro
La moglie del soldato
Neil Jordan  di M. Pollone , C. Taricano
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©