Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Il mattino ha l'oro in bocca

Leggi i commenti 2 COMMENTI Vota il film 4 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Il mattino ha l'oro in bocca
titolo originale Il mattino ha l'oro in bocca
nazione Italia
anno 2007
regia Francesco Patierno
genere Drammatico
durata 100 min.
cast E. Germano (Marco) • L. Chiatti (Cristiana) • M. Stella (Cristina) • C. Monni (Padre di Marco) • G. Amato (Frankie) • C. Fortuna (Rosario) • D. Placido (Giggetto) • G. Tognazzi (Danny) • D. Vergassola (Direttore radio) • U. Orsini (Lino)
sceneggiatura F. PatiernoM. Baldini
musiche A. De Scalzi
fotografia M. Marchetti
montaggio R. Salvatore
uscita nelle sale 29 Febbraio 2008
media voti redazione
Il mattino ha l'oro in bocca Trama del film
Liberamente tratto dal libro di Marco Baldini 'Il Giocatore'.
Firenze, primi anni Settanta. Marco è un giovane come tanti che vive ancora in famiglia, ha una fidanzata, Cristina e non sa bene cosa fare della sua vita. Ha una sola certezza: la passione per la musica. "Il mattino ha l'oro in bocca" è un viaggio di andata e ritorno nell'oscuro mondo del gioco d'azzardo e delle scommesse di un celebre conduttore radiofonico.

Recensione “Il mattino ha l'oro in bocca”

a cura di Riccardo Rizzo  (voto: 6)
“Cosa mi abbia spinto a fare un film su Marco Baldini ancora non lo so, è un mistero. Ma sono contento di averlo fatto”.
In effetti, a pensarci bene, l’idea di girare un film biografico su un personaggio senza alcuna importanza storica può essere discutibile e generare delle perplessità. Tratto dal romanzo autobiografico “Il giocatore” del famoso conduttore radiofonico (nonché “spalla” di Fiorello fin dai tempi di Viva Radio Deejay negli anni ’90), "Il mattino ha l’oro in bocca" si può considerare un film d’azzardo, una folle scommessa che Patierno riesce a vincere. A cinque anni dal suo convincente esordio con Pater Familias, il regista napoletano lascia alle spalle un cinema più impegnato (tra cui diversi documentari) e dal dramma passa alla commedia. Lo fa con la stessa leggerezza con la quale lo spettatore “dovrebbe” vedere il film, che ha il merito di non scadere mai nel retorico o nello scontato, rappresentando in maniera onesta e senza morali presuntuose i vizi e le virtù di una persona tremendamente normale. Una commedia agrodolce, imperfetta ma comunque sempre piacevole, aspetto fondamentale per un film di questo genere: non importa che ci siano diverse imperfezioni - molte delle quali “temporali” - e qualche sequenza fuori luogo (vedi il monologo della Chiatti…), il risultato finale è comunque quello di un esperimento ben riuscito e sicuramente pericoloso. Non è facile trovare nella cinematografia italiana un’opera che unisca comicità (non caricaturale) e gioco d’azzardo, come il poker o le corse dei cavalli, il rischio è quello di scivolare nella superficialità intellettuale e nella mediocrità artistica/stilistica. La sequenza della partita di poker è indicativa in questo senso: non c’è virtuosismo estetico-emozionale nel descriverla, non c’è neanche suspence, ma solo l’intento di mostrare l’incredibile comicità del protagonista che punta un milioncello di lire e lo perde senza quasi battere ciglio. In questo senso va dato atto al regista di aver saputo rappresentare bene l’eccentricità del personaggio senza mai strafare, potendo anche contare su un Elio Germano che ormai da promessa del cinema italiano è diventato una certezza, come testimonia il David conquistato nel 2007 come miglior attore protagonista nel film di Luchetti Mio fratello è figlio unico.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (40 Commenti, 27% gradimento) andrea_cavax Giovedì 22 Dicembre 2011 ore 21:58
voto al film:   4,5

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) droogalex Giovedì 1 Dicembre 2011 ore 13:14
voto al film:   6,5

Medaglia d'Oro (313 Commenti, 59% gradimento) Pangur Medaglia d'Oro Mercoledì 14 Settembre 2011 ore 14:45
1
voto al film:   5

Di una piattezza desolante.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (273 Commenti, 57% gradimento) cinemabendato Medaglia d'Oro Giovedì 14 Luglio 2011 ore 01:40
2 1
voto al film:   5,5

Terminata la visione di questo film viene da chiedersi «Ok, ma perché?».
Ti è piaciuto il commento?  
News sul film “Il mattino ha l'oro in bocca”
Il mattino ha l'oro in bocca Est Film Festival: Moretti e Avati ospiti Elite Est Film Festival: Moretti e Avati ospiti Elite  (24 Luglio 2008)
Il mattino ha l'oro in bocca Germano: il gioco d'azzardo ha l'oro in bocca Germano: il gioco d'azzardo ha l'oro in bocca  (20 Febbraio 2008)
Il mattino ha l'oro in bocca Salvatores, ciak a febbraio Salvatores, ciak a febbraio  (25 Gennaio 2008)
Il mattino ha l'oro in bocca Elio Germano sarà Marco Baldini Elio Germano sarà Marco Baldini  (18 Giugno 2007)
Ultime Schede
Recensione Il mattino ha l'oro in bocca Scheda: King Arthur - Il potere della spada  di G. Ritchie
Naples '44
La gente che sta bene
Cose dell'altro mondo
Il mattino ha l'oro in bocca
Pater Familias
Est Film Festival 2008
26 luglio-2 agosto - Montefiascone (Viterbo)
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd Il mattino ha l'oro in bocca
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©