Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Caos Calmo

Leggi i commenti 2 COMMENTI Vota il film 12 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Caos Calmo
titolo originale Caos Calmo
nazione Italia
anno 2007
regia Antonello Grimaldi
genere Drammatico
durata 112 min.
cast N. Moretti (Pietro Paladini) • V. Golino (Marta) • I. Ferrari (Eleonora Simoncini) • A. Gassman (Carlo) • S. Orlando (Samuele) • H. Girardot (Jean-Claude) • K. Smutniak (Jolanda)
sceneggiatura N. MorettiL. PaolucciF. Piccolo
musiche P. Buonvino
fotografia A. Pesci
montaggio A. Nicolini
uscita nelle sale 8 Febbraio 2008
media voti redazione
Caos Calmo Trama del film
Tratto dal romanzo di Sandro Veronesi. La vita di Pietro Paladini viene sconvolta dalla morte improvvisa della moglie Lara. Ad aggiungere sgomento al dolore per la scomparsa della donna amata è anche il fatto che al momento della tragedia Pietro stava salvando la vita di una sconosciuta e lui non sa come spiegarlo alla figlia Claudia, di soli dieci anni. Tuttavia, un'insolita calma lo porta ad osservare il mondo dal finestrino della sua auto, dove si rifugia, giorno dopo giorno, ad attendere sua figlia all'uscita di scuola. In questo suo stato di 'caos calmo', Pietro inizia a rendersi conto che chi gli sta accanto, invece di dargli consolazione, riversa su di lui angosce e problemi. Nonostante ciò è disposto a guidarli e ispirarli verso la salvezza finale per tutti, lui compreso.

Recensione “Caos Calmo”

a cura di Glauco Almonte  (voto: 7)
Il film più atteso, per quanto riguarda il cinema italiano, di questo primo scorcio di 2008, è “Caos Calmo”: prodotto da Rai Cinema e Fandango, distribuito da 01, il film di Antonello Grimaldi verrà presentato alla Berlinale numero 58 in concomitanza con la sua uscita nelle sale italiane.
Tratto dall’omonimo romanzo di Sandro Veronesi, vincitore del Premio Strega nel 2006, “Caos Calmo” è sceneggiato da Nanni Moretti, Laura Paolucci e Francesco Piccolo in un’ottica di maggior fruibilità della storia: meno cupo del libro, con uno spazio diverso dedicato a sequenze estrememente cinematografiche alle quali Veronesi non aveva pensato, un uso delle musiche suggestivo nelle tre scene-chiave e un’insistenza maggiore sul rapporto tra padre e figlia.
Moretti non ha voluto dirigere questo film, ma ha sentito, fin dalla prima lettura del romanzo, il desiderio di interpretare Pietro Paladini, uomo di mezza età alle prese con un dolore che non arriva e che – di conseguenza – non riesce ad esternare. Attorno a lui ed a questo dolore non mostrato, ruota l’intero universo famigliare e lavorativo di Paladini: il fratello minore, stilista e idolo delle ragazzine (molto bravo Alessandro Gassman nell’interpretare quello che è il personaggio più riuscito del film), la cognata squilibrata Valeria Golino, il collega Silvio Orlando, i pezzi grossi della sua società, una ragazza che porta a spasso un cane, la misteriosa donna (Isabella Ferrari) che Pietro ha salvato la mattina in cui è morta sua moglie.
Perché l’elenco di tutti questi personaggi che ruotano attorno a lui? Perché Pietro, dalla primo giorno di scuola della figlia dopo la morte della moglie, staziona nel piazzale di fronte all’istituto, tra la sua macchina, una panchina, il giornalaio e il bar dove pranza. La parte centrale del film è interamente ambientata in questi spazi, ed è merito di Grimaldi il non rendere ripetitive le scene che si susseguono per quasi un’ora (più o meno sono tutti dialoghi) girandole tutte diversamente.
Il personaggio-Paladini emerge lentamente attraverso questi incontri con personaggi al contrario ben delineati fin dal primo momento; e lentamente emerge quello che è il vero problema, il riflesso sulla figlia del mancato dolore mostrato dal padre. Tutta la parte centrale vive sull’attesa del crollo da parte di Pietro, un’attesa che si fa sempre più cosciente, finché – a differenza del romanzo – il crollo finalmente arriva. Il ritorno alla vita di Pietro avviene attraverso due fasi, una attiva, una emotiva: il ruolo attivo lo ha nel tornare con la figlia nella villa dove è morta la moglie, il lato emotivo dell’elaborazione del lutto è frutto dell’incontro con la donna salvata, e il loro contemporaneo superamento del rapporto precedente.
Alla fine la chiusura del cerchio è totale, e sembra un po’ troppo: ma i toni leggeri con i quali viene affrontato il difficile tema della morte del coniuge si sposano bene con questo ‘lieto fine’ generale. E in mezzo a questi toni appena definiti leggeri, c’è spazio per sprazzi morettiani, ancor più godibili in quanto non avvolgono interamente il film: “non mi dica che dobbiamo aiutare il cinema italiano” è la frase clou della prima telefonata – il ritorno alla vita lavorativa – fatta da Paladini il primo giorno di scuola “perché lo so, lo sappiamo tutti””.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Marcolino93 Venerdì 11 Settembre 2015 ore 12:20
voto al film:   6,5

Utente di Base (46 Commenti, 70% gradimento) yanquiuxo Giovedì 2 Luglio 2015 ore 14:38
voto al film:   7

Medaglia d'Oro (370 Commenti, 59% gradimento) brata Medaglia d'Oro Martedì 1 Ottobre 2013 ore 12:14
voto al film:   6

Medaglia di Bronzo (53 Commenti, 38% gradimento) Attila Medaglia di Bronzo Domenica 8 Settembre 2013 ore 12:18
voto al film:   8

E già ! La vita continua il problema è che passa inosservata
Bel film, da evitare il Moretti attore, la penosa scena di sesso ,la vocina ,non era meglio Giannini?
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (320 Commenti, 66% gradimento) AlessioRocco Medaglia d'Oro Giovedì 11 Aprile 2013 ore 15:07
1 1
voto al film:   6,5

Delicato dramma sull’apatia di Pietro, manager di mezza età che ‘non soffre abbastanza’ dopo l’improvvisa scomparsa della moglie. Il pesante tema dell’elaborazione del lutto è trattato in modo scorrevole, anche nella parte centrale ambientata interamente nel cortile, e leggero, perché sa essere commovente senza esagerare. Cast importante (Gassman il più apprezzato, Moretti il più discusso) e ottime musiche. Consigliato, moderno esempio di buon cinema italiano.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Naima Domenica 21 Ottobre 2012 ore 15:03
voto al film:   7

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) beachum Venerdì 20 Luglio 2012 ore 14:52
voto al film:   6,5

Medaglia d'Oro (271 Commenti, 62% gradimento) anzianzi Medaglia d'Oro Venerdì 22 Giugno 2012 ore 19:04
voto al film:   6,5

Utente di Base (3 Commenti, 66% gradimento) Epo11 Lunedì 9 Aprile 2012 ore 17:33
voto al film:   7

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) IlDivoGiulio Mercoledì 14 Settembre 2011 ore 21:49
voto al film:   7

News sul film “Caos Calmo”
Caos Calmo Valeria Golino protagonista della rassegna di Sguardi Altrove Film Festival Valeria Golino protagonista della rassegna di Sguardi Altrove Film Festival  ( 6 Marzo 2014)
Caos Calmo 'Gomorra' e 'Caos Calmo' vincono a Chicago 'Gomorra' e 'Caos Calmo' vincono a Chicago  (28 Ottobre 2008)
Caos Calmo Al Festival di Londra successo per Moretti Al Festival di Londra successo per Moretti  (22 Ottobre 2008)
Caos Calmo Tutta la vita davanti miglior film 2008 "Tutta la vita davanti" miglior film 2008  ( 5 Giugno 2008)
Caos Calmo 'Nastri d'Argento 2008': i vincitori 'Nastri d'Argento 2008': i vincitori  ( 5 Giugno 2008)
Caos Calmo Caos Calmo in concorso al Sydney FilmFestival "Caos Calmo" in concorso al Sydney FilmFestival  ( 5 Giugno 2008)
Caos Calmo 'Shanghai Filmfestival': Focus Italy 'Shanghai Filmfestival': Focus Italy  (28 Maggio 2008)
Caos Calmo Nastri d'Argento 2008: i favoriti Nastri d'Argento 2008: i favoriti  (10 Maggio 2008)
Caos Calmo Tribeca FilmFestival: i vincitori Tribeca FilmFestival: i vincitori  ( 1 Maggio 2008)
Caos Calmo IOMA 2008: Into the wild miglior film IOMA 2008: "Into the wild" miglior film  (29 Aprile 2008)
Caos Calmo Tutti i vincitori del David di Donatello Tutti i vincitori del David di Donatello  (21 Aprile 2008)
Caos Calmo Cosenza: 'La primavera del cinema italiano' Cosenza: 'La primavera del cinema italiano'  (19 Aprile 2008)
Caos Calmo IOMA 2008: le nomination IOMA 2008: le nomination  (31 Marzo 2008)
Caos Calmo David 2008, le nomination David 2008, le nomination  (20 Marzo 2008)
Caos Calmo Caos calmo al Tribeca Film Festival "Caos calmo" al Tribeca Film Festival  (12 Marzo 2008)
Caos Calmo Caos Calmo: esordio record al botteghino Caos Calmo: esordio record al botteghino  (11 Febbraio 2008)
Caos Calmo Caos Calmo, anteprima il 6 a Torino "Caos Calmo", anteprima il 6 a Torino  ( 1 Febbraio 2008)
Caos Calmo Diane Kruger in giuria al festival di Berlino Diane Kruger in giuria al festival di Berlino  (30 Gennaio 2008)
Caos Calmo In uscita Caos calmo In uscita "Caos calmo"  (14 Gennaio 2008)
Caos Calmo Berlino, Italia in gara con Grimaldi e Falorni Berlino, Italia in gara con Grimaldi e Falorni  (10 Gennaio 2008)
Caos Calmo Caos Calmo al festival di Berlino "Caos Calmo" al festival di Berlino  ( 9 Gennaio 2008)
Caos Calmo Il Caos calmo di Nanni Moretti Il "Caos calmo" di Nanni Moretti  (29 Novembre 2007)
Ultime Schede
Caos Calmo
Nanni Moretti
Autarchia ed impegno: recupero del [i]civis[/i] nell'[i]homo[/i]
David di Donatello 2008
"La ragazza del lago" è il grande vincitore
Festival di Berlino 2008
58ma Berlinale dal 7 al 17 febbraio
Nanni Moretti
Leggi l'intervista a Nanni Moretti per “Caos Calmo
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd Caos calmo
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©