Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Dvd Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Certamente, forse

Scrivi un Commento COMMENTA Vota il film 2 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Certamente, forse
titolo originale Definitely, Maybe
nazione U.S.A.
anno 2007
regia Adam Brooks
genere Commedia
durata 112 min.
distribuzione n.d.
cast E. Banks (Emily) • R. Weisz (Summer Hartley) • I. Fisher (April) • R. Reynolds (Will Hayes) • A. Breslin (Maya) • K. Kline (Hampton Roth) • D. Luke (Russell T. McCormack)
sceneggiatura A. BrooksA. Brooks
musiche C. Mansell
fotografia F. Ballhaus
montaggio P. Teschner
uscita nelle sale 16 Maggio 2008
media voti redazione
Certamente, forse Trama del film
Nei primi anni '90, Will Hayes era un giovane ambizioso arrivato a New York dal Wisconsin per collaborare alla campagna elettorale di Bill Clinton. Ad accompagnarlo nel difficile percorso nel mondo della politica c'era il suo amico Russell McCormack, ma anche tre donne che hanno significato molto nella sua vita, una delle quali è poi diventata sua moglie. Dieci anni dopo, Will è un uomo disilluso dalla carriera altalenante, in procinto di divorziare e padre di una bambina di dieci anni, Maya. Un giorno, la piccola Maya chiede al papà com'era la sua vita prima di sposarsi e come ha conosciuto sua madre. Attraverso la rievocazione degli avvenimenti di quegli anni, Will inizia a rendersi conto che forse non è troppo tardi per ricominciare.

Recensione “Certamente, forse”

a cura di Glauco Almonte  (voto: 5)
quando si ama una persona come io amo te
sposarsi è l’unica cosa che resta da fare


Un sottofondo politico per il più classico dei temi della commedia (americana e non): la storia d’amore, che in questo caso si dilata e diventa tre storie in una, tre splendide donne e lo stesso uomo, Will Hayes (Ryan Reynolds, abbastanza bravo, ma l’impressione è che sia in grado di fare solo ruoli di questo tipo). “Certamente, forse” chiede ciò che non può avere, il riconoscimento dell’originalità; non lo è il tema, commedia sentimentale classica d’intreccio tra brillante single con figlia e donne in carriera, con la ragazzina che spinge il padre all’azione che si rivelerà decisiva; non lo è il sottofondo, che troviamo simile in film quali “Il presidente – Una storia d’amore”, con l’unica differenza che in questo caso si parla della campagna elettorale (e dei problemi noti) di un personaggio reale, Bill Clinton; non lo è nemmeno la location, una Manhattan che ormai sembra trasformata in teatro di posa, tanto abituati siamo a vederla sul grande come sul piccolo schermo; non lo sono, infine, tutte le soluzioni narrative proposte, dalle prove per la richiesta di matrimonio alla ricerca del vecchio libro con dedica.
Tralasciando i dialoghi, è apprezzabile la scrittura dei personaggi femminili – tutte e tre le donne hanno un loro particolare carattere e non sono semplici spalle dell’uomo protagonista; lascia a bocca asciutta l’incontro con Summer (Rachel Weisz), descritta come femme fatale e rivelatasi da subito ben diversa. La scelta di prolungare nel tempo le tre storie è la qualità migliore del film, che nonostante la lunghezza non perde mai tensione; potevano però essere approfonditi meglio i cambiamenti della società dal ’92 al 2008, senza limitarsi al cambio dei presidenti. Imperdonabile, infine, l’errore nel presentare nel personaggio di April una Isla Fisher sempre uguale: 16 anni in più, in una donna che passa dai 20-25 ai 40, non possono non vedersi.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia di Bronzo (55 Commenti, 63% gradimento) edanbra Medaglia di Bronzo Lunedì 23 Luglio 2012 ore 16:25
voto al film:   6,5

Medaglia d'Oro (238 Commenti, 41% gradimento) AlbertoM Medaglia d'Oro Martedì 4 Ottobre 2011 ore 16:20
voto al film:   5

News sul film “Certamente, forse”
Certamente, forse Certamente, forse: meglio di no Certamente, forse: meglio di no  (13 Maggio 2008)
Ultime Schede
Recensione Certamente, forse Scheda: Fino a qui tutto bene  di R. Johnson
Recensione Certamente, forse Scheda: Foxcatcher  di B. Miller
Recensione Certamente, forse Scheda: Nessuno si salva da solo  di S. Castellitto
Recensione Certamente, forse Scheda: Focus - Niente è come sembra  di G. Ficarra, J. Requa
Recensione Certamente, forse Scheda: Senza Lucio  di M. Sesti
Recensione Certamente, forse Scheda: Vizio di forma  di P. Anderson
Recensione Certamente, forse Scheda: Le leggi del desiderio  di S. Muccino
Recensione Certamente, forse Scheda: Maraviglioso Boccaccio  di P. Taviani, V. Taviani
Recensione Certamente, forse Scheda: The Repairman  di P. Mitton
Recensione Certamente, forse Scheda: Kingsman - Secret Service  di M. Vaughn
Recensione Certamente, forse Scheda: Noi e la Giulia  di E. Leo
Recensione Certamente, forse Scheda: Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza  di R. Andersson
Recensione Certamente, forse Scheda: Il settimo figlio  di S. Bodrov
Recensione Certamente, forse Scheda: Il segreto del suo volto  di C. Petzold
Recensione Certamente, forse Scheda: Cinquanta sfumature di grigio  di S. Taylor-Johnson
Certamente, forse
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd Certamente, forse
Flash non disponibile
Copyright 2015 ©