Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Le chiavi di casa

Scrivi un Commento COMMENTA Vota il film 1 VOTO Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Le chiavi di casa
titolo originale Le chiavi di casa
nazione Italia / Francia / Germania
anno 2004
regia Gianni Amelio
genere Drammatico
durata 105 min.
cast K. Rossi Stuart (Gianni) • A. Rossi (Paolo) • C. Rampling (Nicole)
sceneggiatura G. AmelioS. RulliS. Petraglia
musiche F. Piersanti
fotografia L. Bigazzi
montaggio S. Paggi
media voti redazione
Le chiavi di casa Trama del film
Il quindicenne Paolo è handicappato dalla nascita a causa di complicazioni sopravvenute durante il parto, in cui la madre ha perso la vita. Il ragazzo è stato cresciuto dagli zii perché suo padre Gianni, sconvolto dalla tragedia, lo ha abbandonato. Ma quando Paolo deve recarsi a Berlino per alcune visite specialistiche, uno degli zii riesce a convincere Gianni ad accompagnarlo...

Recensione “Le chiavi di casa”

a cura di Andrea Olivieri  (voto: 7)
Dai tempi di "Ladro di bambini", da quando Gianni Amelio si mise a fare dei film “piccoli”, il suo cinema più ispirato si è costruito su un viaggio; che da fisico e materiale si fa morale e quasi astratto. Un itinerario; che serve ad un protagonista per vederci finalmente più chiaro.
Il protagonista di "Le chiavi di casa" non è il bravo quindicenne disabile Paolo; quanto un altro "diversamente abile" affettivo, esistenziale, o morale; suo padre.
Che l'ha rifiutato e abbandonato dal primo giorno della nascita. Per riuscire finalmente ad avvicinarlo, amarlo e, soprattutto, a scavare in sé stesso; grazie, anche, allo spaesamento fisico offerto da un viaggio a Berlino, in una clinica ortopedica.
Paolo, parla e deambula in modo sconnesso: ma la sua è una figura che comunica allegria e serenità, in un’apertura fiduciosa e forte alla vita, priva di ogni rancore.
Gianni, il padre si cela dietro ad una gestualità quasi assente, ai confini di un'amarezza che è ormai rinuncia; ma che finirà per mutarsi in imbarazzo, in colpevolezza e, in toccante ammissione di fragilità.
I ruoli si rovesciano, le "filosofie" s'intersecano; sarà il figlio ("Non è una bella cosa che tu pianga…") a trasmettere al padre dignità, energia e coraggio.
Amelio si muove in punta di piedi per parlare di un tema tanto difficile come quello dell'handicap, ispirandosi al romanzo "Nati due volte" di Giuseppe Pontiggia.
Non cerca la commozione facile, e tanto meno vuole scivolare in un facile pietismo nei confronti del ragazzo.
"Le chiavi di casa" rimette così in gioco equilibri e certezze.
Uno dei pregi della pellicola è di riandare al De Sica al quale sembrerebbero appartenere i bambini di certi suoi film; ma di riferirsi alla stilizzazione esistenziale di un Antonioni, ad un'innocenza dello sguardo che ricorda la lezione di Rossellini.
Amelio punta dritto al cuore. Quasi in silenzio; un amore totale che è più forte di tutto.
Nietzsche affermava "Bisogna avere il caos dentro di sé per generare una stella danzante".
E di fatto dal caos muto di Gianni ha preso vita un essere dolce, che in quei suoi passi instancabili e stentati ci appare proprio come una fragile stella danzante a cui viene naturale andarle incontro, con le lacrime agli occhi, e stringerla in un tenero abbraccio e non lasciarla più andare; perché perderla sarebbe come far morire quella parte di se stessi, che, non fa altro che insegnarci a vivere e a cui è lecito consegnare per sempre le chiavi di casa della nostra anima.
Presentato in concorso al 61ma Mostra del cinema di Venezia (2004).
Premiato al Festival Tertio Millennio.
Premiato al Festival di Grinzane 2004.
Presentato al London Film Festival.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia d'Oro (321 Commenti, 66% gradimento) AlessioRocco Medaglia d'Oro Venerdì 4 Ottobre 2013 ore 18:51
voto al film:   6

News sul film “Le chiavi di casa”
Le chiavi di casa Diverso da chi? Cinema e disabilità in 12 film Diverso da chi? Cinema e disabilità in 12 film  (16 Ottobre 2012)
Le chiavi di casa Amelio nuovo direttore del Torino Film Festival Amelio nuovo direttore del Torino Film Festival  (11 Dicembre 2008)
Le chiavi di casa Le chiavi di casa alla Sapienza di Roma "Le chiavi di casa" alla Sapienza di Roma  ( 5 Giugno 2007)
Le chiavi di casa Tanta Italia al Festival di Shanghai Tanta Italia al Festival di Shanghai  (16 Giugno 2006)
Le chiavi di casa Arrivano gli Italian Dvd Awards Arrivano gli Italian Dvd Awards  (10 Marzo 2006)
Ultime Schede
La tenerezza
Registro di classe - Parte prima 1900-1960
Felice chi è diverso
L'intrepido
Il primo uomo
La stella che non c'è
Le chiavi di casa
Così ridevano
Lamerica
Il ladro di bambini
David di Donatello 2005
"Le conseguenze dell'amore", effetto David
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd Le chiavi di casa
Gianni Amelio  di E. Martini
Le chiavi di casa  di G. Amelio, S. Petraglia, S. Rulli
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©