Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Dvd Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: L'uomo che ama

Scrivi un Commento COMMENTA Vota il film 1 VOTO Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
L'uomo che ama
titolo originale L'uomo che ama
nazione Italia
anno 2008
regia Maria Sole Tognazzi
genere Sentimentale
durata 102 min.
distribuzione n.d.
cast P. Favino (Roberto) • M. Bellucci (Alba) • K. Rappoport (Sara) • P. Degli Esposti (Giulia) • M. Alhaique (Carlo) • M. Paredes (Dr.ssa Campo) • F. Sciarappa (dottore) • A. Ninchi (Vittorio) • G. Blackhall (Yuri)
sceneggiatura M. TognazziI. Cotroneo
musiche C. Consoli
fotografia A. Catinari
montaggio W. Fasano
uscita nelle sale 24 Ottobre 2008
media voti redazione
L'uomo che ama Trama del film
Una pellicola adulta sull'amore. Un film che racconta la grande passione di un uomo per una donna dal punto di vista maschile. L'uomo che ama è un uomo normale che in due storie diverse vive situazioni opposte: abbandona e viene abbandonato, diventa vittima e poi carnefice.

Recensione “L'uomo che ama”

a cura di Vaniel Maestosi  (voto: 6)
Dopo “Passato prossimo” del 2003, Maria Sole Tognazzi, per la sua seconda regia, sceglie d'invertire convenzioni e attenzioni, portando sullo schermo un dolore tutto maschile, un modo d'amare fin'ora quasi mai raccontato. Il suo protagonista non vede contorni, soffre perchè abbandonato. Tutti gli altri ruoli dipendono da lui e spesso sono ambigui o indefiniti al punto giusto da risultare affascinanti e ombrosi, personaggi senza dimora e con poche certezze.
L'uomo che ama ma soprattutto soffre, cammina e perde il sonno, dimentica di essere forte ed è talmente sensibile da diventare prima debole, poi addirittura malato. Davanti all'amore “che muove il sole e le altre stelle” in modo così totale, non c'è differenza di sesso e probabilmente neanche di dolore. Roberto ama e viene lasciato, perde il contatto con le cose e va oltre ogni dignità interiore per riprendersi Sara, senza però mai uscire da nessuna riga sociale. La storia resta sempre tenue, soffusa in una fotografia intima e avvolta dalle calde note di Carmen Consoli; osserva un'intimità che si svela continuamente e che lascia in silenzio, lo stesso del suo sofferente protagonista. Ma a volte proprio questa sua estrema delicatezza trascina la storia dentro ripetizioni circolari. A metà film si ha la sensazione di aver ricominciato da capo e ci si chiede se manchi l'originalità o se sia davvero universale l'uguaglianza di ognuno di noi davanti al dolore. Le ferite di Roberto restano uguali e sempre aperte, il tempo non spegne ma nasconde soltanto. Gli occhi di Pierfrancesco Favino però sono pura intensità e accanto a lui non sfigura Monica Bellucci, pastellata ma quasi al limite dell'espressivo; brilla invece la sempre più lanciata Xenia Rappoport, in grado di essere fatale e sensuale, come pretende Sara, provocatrice di un desiderio quasi mai visto prima.
Presentato nella sezione concorso 2008 del Festival Internazionale del Film di Roma.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia d'Argento (102 Commenti, 59% gradimento) cartillo Medaglia d'Argento Lunedì 27 Gennaio 2014 ore 09:51
voto al film:   6

News sul film “L'uomo che ama”
L'uomo che ama Il Festival di Roma omaggia Ugo Tognazzi Il Festival di Roma omaggia Ugo Tognazzi  ( 3 Giugno 2010)
L'uomo che ama A Palombara Sabina arriva Maria Sole Tognazzi A Palombara Sabina arriva Maria Sole Tognazzi  ( 4 Novembre 2008)
L'uomo che ama Festival di Roma 2008: apre e chiude l'Italia Festival di Roma 2008: apre e chiude l'Italia  (10 Settembre 2008)
Ultime Schede
Recensione L'uomo che ama Scheda: Ex Machina  di A. Garland
Recensione L'uomo che ama Scheda: Cobain: Montage of Heck  di B. Morgen
Recensione L'uomo che ama Scheda: Babadook  di J. Kent
Recensione L'uomo che ama Scheda: Giovani si diventa  di N. Baumbach
Recensione L'uomo che ama Scheda: '71  di Y. Demange
Recensione L'uomo che ama Scheda: Ted 2  di S. MacFarlane
Recensione L'uomo che ama Scheda: Diamante Nero  di C. Sciamma
Recensione L'uomo che ama Scheda: La regola del gioco  di M. Cuesta
Recensione L'uomo che ama Scheda: Teneramente folle  di M. Forbes
Recensione L'uomo che ama Scheda: Fuga in tacchi a spillo  di A. Fletcher
Recensione L'uomo che ama Scheda: Jurassic World  di C. Trevorrow
Recensione L'uomo che ama Scheda: The Salvation  di K. Levring
Recensione L'uomo che ama Scheda: La vita oscena  di R. De Maria
Recensione L'uomo che ama Scheda: Eisenstein in Messico  di P. Greenaway
Recensione L'uomo che ama Scheda: E' arrivata mia figlia!  di A. Muylaert
Viaggio sola
Ritratto di mio padre
L'uomo che ama
Festival di Roma 2008
Festival Internazionale del Film, dal 22 al 31 ottobre
Maria Sole Tognazzi
Leggi l'intervista a Maria Sole Tognazzi per “L'uomo che ama
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd L'uomo che ama
Flash non disponibile
Copyright 2015 ©