Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Intervista: Jaco van Dormael

Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Jaco van Dormael
Ottimamente accolto al Festival di Cannes e diventato un piccolo "caso" nel paese d'origine, arriva anche in Italia "Dio esiste e vive a Bruxelles" del belga Jaco Van Dormael. Il film immagina l'esistenza fisica di Dio, alle prese con i suoi problemi familiari e una figlia piccola e ribelle. Il regista, che viene da una carriera di regista di opere teatrali e liriche, racconta alla stampa la nascita del soggetto e il lavoro compiuto sulla pellicola.
Intervista Jaco van Dormael: Domanda 1Com'è nato il progetto di "Dio esiste e vive a Bruxelles"?
Io e l’altro autore, Thomas Gunzig, siamo partiti dall’idea che Dio esista. E se Dio fosse un bastardo? In più, e se oltre a un figlio avesse anche una figlia di cui nessuno conosceva l’esistenza? E se lei avesse dieci anni e Dio, suo padre, fosse così odioso che lei si vendica di lui rivelando a tutti gli abitanti del pianeta via sms il suo segreto più gelosamente custodito, ovvero la data della loro morte? Da lì in poi, qualunque riferimento alla religione si trasforma in una favola surrealista. Non sono credente, ma sono stato cresciuto secondo il cattolicesimo. Sono interessato alle religioni così come alle belle storie. Ricordo che da bambino mi chiedevo: “perché Dio non ha fatto niente quando Suo figlio è stato crocifisso? Perché non fa niente quando i bambini muoiono di leucemia? Perché Batman salva le persone, mentre Dio no?"
Intervista Jaco van Dormael: Domanda 2Perché il Dio che avete immaginato è così crudele?
Non si allontana molto dalla descrizione data dalla Bibbia. Dopo tutto, quel libro è pieno di omicidi! I villaggi vengono bruciati e rasi al suolo, la gente viene punita e tradita, Dio è descritto come "geloso".
Intervista Jaco van Dormael: Domanda 3Nel film Gesù ha un ruolo minore...
L’idea è sempre “e se...?” E se Gesù realizzasse cose all’insaputa di suo padre – e in effetti suo padre lo rimprovera. JC improvvisava tutto, basava tutto sulle emozioni, senza sapere veramente dove stesse andando con le sue azioni. E se finisse tutto male per lui? Più di 300 anni dopo la morte di Cristo il Nuovo Testamento fu riscritto, e una quantità di testi apocrifi furono rimossi. La versione ufficiale della vita di Gesù è una bella storia scritta magnificamente, ma totalmente rielaborata dal clero.
Intervista Jaco van Dormael: Domanda 4Nel film immagini che siano le donne a prendere il potere...
E' piuttosto incredibile vedere in quale stato di caos viene gettato il mondo quando tutti possono improvvisamente vedere le loro vite scorrere verso la morte. E JC dice a Ea che rendendo le persone consapevoli della loro morte, Dio perderà tutta la sua credibilità. Non sapere la data della propria morte forse significa che abbiamo la tendenza a dimenticarcene, sentendoci immortali. Finché, cioè, la minaccia della morte non risveglia il nostro piacere per la vita. Questo è ciò che avviene ai miei personaggi quando ricevono un messaggio che li informa sulla data della loro morte. Alcuni fanno cambiamenti radicali, altri non vogliono saperlo.
Intervista Jaco van Dormael: Domanda 5Raccontaci di Pili Groyne, che interpreta Ea.
L’ho conosciuta tramite alcuni amici qualche anno prima di girare il film. Stava improvvisando al pianoforte ed era già una ragazzina con un grande potenziale. Fin dai primi provini, era chiaramente perfetta per la parte. È l’intelligenza emozionale a rendere bravo un attore. La si può avere a qualunque età, sia che tu abbia otto anni sia che tu abbia la sindrome di Down.
Intervista Jaco van Dormael: Domanda 6Perché ambientare questo film proprio a Bruxelles?
Volevo mostrare la città in cui vivo, usando i luoghi che attraverso ogni giorno, sentendo il suo mix di accenti: quello di Bruxelles, quello vallone, quello fiammingo, francese, e lussemburghese. Volevo che il Dio del mio film esistesse in uno spazio tangibile, una città perennemente in costruzione dove non funziona niente, un luogo così orribile da diventare bellissimo.
Intervista Jaco van Dormael: Domanda 7Hai mai avuto paura di turbare la Chiesa Cattolica?
Non ci ho pensato molto. Non provo nessun gusto nel cercare di scioccare, ma non ho nemmeno tentato di evitare di essere scioccante. Ho semplicemente raccontato una storia.
Ultime Interviste
Intervista: Tomm Moore Tomm Moore La canzone del mare: "voglio che i bambini conoscano le nostre storie e leggende"
Intervista: Alexandra Leclère Alexandra Leclère Benvenuti... ma non troppo: "una commedia pura che fa riflettere"
Intervista: Martin Zandvliet Martin Zandvliet Land of mine - Sotto la sabbia: "una storia importante e sostanzialmente sconosciuta"
Intervista: Andrew Haigh Andrew Haigh Weekend: "un'onesta, intima, autentica storia d'amore"
Intervista: Brian Helgeland Brian Helgeland Legend: "Come si racconta la vita di una persona realmente esistita?"
Intervista: Carlo Verdone Carlo Verdone L'abbiamo fatta grossa: "la critica di costume deve essere parte della commedia"
Intervista: Virág Zomborácz Virág Zomborácz Mózes, il pesce e la colomba: "ho iniziato a scrivere sceneggiature a sei anni!
Intervista: Francesco Calogero Francesco Calogero Seconda Primavera. "la capacità di interpretare la realtà è spesso contraddittoria"
Intervista: Vincenzo Salemme Vincenzo Salemme Se mi lasci non vale: "l'amicizia e l'amore devono essere credibili"
Intervista: Lorenzo Vigas Lorenzo Vigas Ti guardo: "ogni uomo cerca di riempire una vasta mancanza di emozione"
Archivio Interviste
 2017    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  
 2016    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
 2015    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
 2014    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
 2013    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
 2012    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
 2011    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
 2010    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
 2009    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
 2008    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
 2007    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
 2006    Gen  Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
 2005    Feb  Mar  Apr  Mag  Giu  Lug  Ago  Set  Ott  Nov  Dic  
Dio esiste e vive a Bruxelles
di Jaco van Dormael
Commedia, 2015
113 min.
Film diretti:
2015  Dio esiste e vive a Bruxelles
2009  Mr. Nobody
Atri film:
2012  Tango Libre
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©