Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Dvd Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Speciale: Pesaro Film Festival 2012

Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
La Mostra del Cinema di Pesaro 2012 omaggia Nanni Moretti
Il 26° Evento Speciale sul cinema italiano, organizzato dalla Mostra internazionale del nuovo cinema di Pesaro (25 Giugno - 2 Luglio 2012) con Cinecittà Luce e Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale e già annunciato mesi fa, sarà dedicato all’opera di Nanni Moretti, autore particolarmente significativo del nostro cinema che interverrà al festival in un incontro-intervista con Bruno Torri e Vito Zagarrio (curatore della retrospettiva) in occasione della conclusione del ciclo di proiezioni.
Come sempre verrà riposta molta cura nella proiezione delle copie dei film, per l’occasione ristampate e anche restaurate, e nelle iniziative che fanno da corollario alla retrospettiva che includerà anche tutti i primi lavori cinematografici girati in Super 8 da Nanni Moretti come i mediometraggi “La sconfitta”, “Paté de bourgeois”, “Come parli frate?” e, naturalmente, il primo lungometraggio - restaurato - “Io sono un autarchico”.
Accanto alla proposta dell’intera filmografia di Moretti regista, la Mostra pubblicherà con Marsilio “Nanni Moretti. Il cinema, i film”, un volume monografico a cura di Vito Zagarrio con i contributi di critici, storici e saggisti di varie generazioni come Pier Paolo Antonello, Marco Bertozzi, Claudio Bisoni, Gian Piero Brunetta, Gianni Canova, Fancesco Crispino, Paolo D’Agostini, Roberto De Gaetano, Pierpaolo De Sanctis, Virgilio Fantuzzi, Antioco Floris, Jean Gili, Franco Marineo, Roy Menarini, Franco Montini, Emiliano Morreale, Cristiana Paternò, Stefania Parigi, Cristina Piccino, Laura Rascaroli, Erica Romano, Paolo Russo, Rosa Maria Salvatore, Mario Sesti, Piero Spila, Pierre Sorlin, Bruno Torri, Elio Ugenti, Christian Uva, Federica Villa.

Quest’anno la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, diretta da Giovanni Spagnoletti, vuole proporre un ritratto dell’Italia contemporanea sia attraverso una completa retrospettiva dell’opera di Nanni Moretti, sia con un’ampia scelta di documentari che analizzano gli anni più recenti del nostro Paese. Sarà quindi un’edizione dedicata in gran parte al cinema italiano con un focus corposo, e per la prima volta così organico, sul documentario diventato nell’ultimo periodo uno dei terreni di sperimentazione più frequentati dai nostri cineasti.
L’idea è quella di raccontare l’Italia, politica e sociale, attraverso la lente privilegiata del cinema del reale. Saranno presentate le opere che negli ultimi anni meglio hanno contribuito a rispecchiare la vita del nostro Paese con una particolare attenzione all’innovazione stilistica e contenutistica.
Tutti gli autori dei documentari scelti verranno invitati a presentare i loro lavori, così come le principali associazioni di categoria, ad esempio Doc/it, verranno chiamate a collaborare e a partecipare alle attività della retrospettiva. Sarà quindi un’importante occasione d’incontro non solo per il pubblico del festival ma anche per gli stessi cineasti. Come è accaduto nel recente passato, con l’evento speciale “La meglio gioventù” dedicato ai cineasti italiani che hanno debuttato nel nuovo Millennio, la Mostra produrrà un doc sul doc (in collaborazione con l’Università Roma Tre e a cura di Vito Zagarrio) con le interviste e i contributi filmici di tutti i cineasti che partecipano alla retrospettiva.
Naturalmente, vista l’importanza dell’argomento, il festival non mancherà di pubblicare un volume (con Marsilio e a cura di Giovanni Spagnoletti) dedicato al mondo del documentario italiano. La monografia riprenderà il tema centrale della retrospettiva ma lo collocherà all’interno della più vasta produzione documentaria italiana con analisi particolareggiate del sistema di produzione, dello sbocco distributivo tra festival e canali televisivi, dei “cervelli in fuga” all’estero. Senza ovviamente tralasciare l’approfondimento sugli stili, sulla forma dei documentari oltre che sui contenuti. In appendice la biofilmografia dei principali cineasti che dirigono documentari farà da corollario a uno dei testi più completi e aggiornati sul cinema della non-fiction.

Concorso Pesaro Nuovo Cinema-Premio Lino Miccichè
Sezione a concorso con sette film provenienti dai punti caldi della produzione cinematografica mondiale tutti all’insegna del Nuovo Cinema. Come sempre il Concorso proporrà una ricognizione a 360 gradi sulle migliori opere prime o seconde di registi, generalmente giovani, che altrimenti non avrebbero modo di arrivare nel nostro paese.

Cinema in Piazza
Otto proiezioni serali in anteprima a “cielo aperto” nella piazza principale di Pesaro, all’insegna del connubio tra la qualità e la capacità di rivolgersi a un vasto pubblico chiamato alla fine a premiare il miglior film. Una serata sarà dedicata, come da tradizione, alla proiezione e all’incontro con l’autore omaggiato dal 26° Evento Speciale sul cinema italiano.

50 anni dal manifesto di Oberhausen
Nel 1962 al festival del Cortometraggio di Oberhausen un nutrito gruppo di giovani cineasti (tra cui Alexander Kluge e Edgar Reitz) sottoscriveva un manifesto con cui tradizionalmente si fa iniziare la storia del nuovo cinema tedesco.
In collaborazione con il Festival di Oberhausen, la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, nata pochi anni dopo, vuole rievocare con una selezione di cortometraggi e lungometraggi dell’epoca quel fondamentale momento storico di rinascita artistica del cinema europeo.

La novità 2012: i workshop: il documentario con Gianfranco Pannone, l’animazione con Simone Massi
La Mostra, che da anni è impegnata anche nella produzione di documentari, apre ora una finestra sul lavoro pratico di chi il cinema lo realizza.
Con il titolo “Come fare un documentario e sopravvivere felici”, il festival promuove un workshop curato da Gianfranco Pannone (uno dei nostri maggiori autori) con l’obiettivo di far sperimentare, attraverso un percorso pratico, ai partecipanti (al massimo a 15 allievi filmmakers) l’intero processo di realizzazione di un documentario dalla sua ideazione, alla produzione, all’editing. “Pesaro 2012: la rappresentazione visiva e sonora di una città e del suo festival” sarà il soggetto del lavoro da realizzare.
Sarà invece dedicato all’animazione il workshop che il grande illustratore marchigiano Simone Massi (appena vincitore del David di Donatello per il miglior cortometraggio) terrà in un incontro aperto a tutto il pubblico della manifestazione. Sarà l’occasione per scoprire un grande talento che lavora attraverso una tecnica assolutamente unica e originale. A corollario del suo intervento la Mostra, in collaborazione con la Cineteca Italiana, presenterà tutti i suoi lavori di animazione.

Dopofestival
Cinque serate, around midnight, a Palazzo Gradari, tra cui un intero programma di video arte, una selezione del festival internazionale Signes de nuit di Parigi giunto alla sua nona edizione, la presentazione di un progetto video del LEMS Laboratorio Elettronico per la Musica Sperimentale di Pesaro.

Premio CineMarche Giovani 2012 – Seconda edizione
Dedicato ai cortometraggi, di ogni genere e tecnica, di durata massima di 3 minuti, realizzati da giovani entro i 30 anni d’età che vivono, studiano o lavorano nella Regione Marche. A scegliere il vincitore sarà la giuria composta da Paolo Angeletti, Pierpaolo Loffreda, Alberto Pancrazi, Ludovico Pratesi, Claudio Salvi.

Premio Amnesty 2012
Istituito nel 2007, il Premio Amnesty Italia – Cinema e Diritti Umani segnalerà anche quest’anno il film che meglio avrà saputo coniugare i molteplici temi relativi ai diritti umani. A sceglierlo (tra i titoli presentati nel Concorso e fuori concorso) sarà una giuria specializzata.

PERF 2012 - Scuola del libro di Urbino
Prosegue la collaborazione con la Scuola del libro di Urbino. I fumetti e le animazioni degli allievi del corso di Perfezionamento saranno in mostra - in forma di videoinstallazione – al Teatro Sperimentale durante le giornate del Festival.

Giuria giovane – Marketing guerrilla
La Fondazione Pesaro Nuovo Cinema con il patrocinio dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” conferma il lavoro svolto negli anni e dei rapporti proficui tra il Festival e la laurea triennale e la laurea specialistica in Comunicazione e pubblicità con sede a Pesaro, attraverso l’istituzione di borse di studio per gli studenti e l’istituzione di una giuria dei giovani formata da una ventina di studenti della laurea specialistica che premiano il miglior film in concorso al Festival.
Sempre con la facoltà di Sociologia verrà organizzata una nuova campagna di guerrilla marketing con l’ausilio delle più innovative forme di comunicazione virale.

Pesaro a Roma
All’interno della manifestazione “I grandi festival” nell’arena di Piazza Vittorio a Roma, per l’ottavo anno consecutivo in collaborazione con ANEC Lazio, si terrà “Pesaro a Roma” (luglio 2012) con una selezione esaustiva delle varie sezioni del Festival.
Pesaro Film Festival 2012
 » News
Flash non disponibile
Copyright 2014 ©