Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Peter Jackson - Il Signore dello star-system hollywoodiano

Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
a cura di Andrea Olivieri
Il premio Oscar per la trilogia tolkeniana non ha resistito alla tentazione: 72 anni dopo l'originale, torna sugli schermi più reale e spaventoso del solito, per merito di Peter Jackson, "King Kong". Rispetto di una tradizione e spirito di innovazione: il regista neozelandese è diventato uno dei più importanti "tra quelli di Hollywood", grazie agli strepitosi incassi che la sua trilogia ha ottenuto in tutto il mondo.
"In un buco nella terra viveva un hobbit". Questo racconta Tolkien stesso, il resto è leggenda. Un’immaginazione (gotica), quella di Peter Jackson, smisurata, insaziabile, alla ricerca quasi ossessiva del dettaglio, per dare forma all’eterna lotta di Frodo e dei suoi compagni contro il Signore delle Tenebre che minaccia con l'Anello del potere la Terra di mezzo (Anelli come simbolo di lotta anche politica: Gandalf for President!). La Terra di Mezzo è un universo dalle mille mappe e mille lingue, un territorio fantastico che rappresenta tutte le possibilità dell'uomo. Un luogo popolato da esseri coi dubbi e le incertezze umane, continuamente spinti a lottare perché il Male non trionfi sul Bene, anche a costo di lanciarsi in imprese impossibili. Umani, troppo umani... meglio degli umani. Forse è per questo che piacciono così tanto, che le Terre di Mezzo sono a noi più vicine dei molti paradisi tipici delle vacanze natalizie ammiccanti dai depliant sempre sgualciti.
Il bello di tutto questo è che l'esperienza tecnica (e non solo) di Peter Jackson, la stessa che lo porta alla suprema responsabilità di domare un kolossal come "Il Signore degli Anelli", proviene da uno dei filoni più bistrattati della cinematografia, lo "splatter" appunto, un genere fortemente apprezzato soprattutto dagli adolescenti, meglio se americani (ma anche in Italia i ragazzini sembrano fare la fila davanti ai film che promettono di essere il più possibile di "serie b"). "Bad Taste - Fuori di Testa", "Splatters - Gli schizzacervelli"; veri e proprio cult per gli amanti del trash d'autore. Insomma "sense of humor" che più nero non si può. Poi, Jackson mette, per così dire, la testa a posto e si cimenta in pellicole come "Creature del cielo", "Sospesi nel tempo" (prodotto insieme a Robert Zemeckis) e "Forgotten Silver". Ma il regista neozelandese è (cinematograficamente) un fiume in piena; nel 2001 prende vita il primo capitolo di una trilogia da tre miliardi di dollari incassati e diciassette premi Oscar vinti: "Il Signore degli Anelli - La compagnia dell’anello", trasposizione cinematografica di uno dei capolavori della letteratura fantasy mondiale. I miracoli delle ricostruzioni digitali, "assistiti" dai trucchi delle miniature, delle inquadrature, dello stesso meraviglioso paesaggio della Nuova Zelanda. I combattimenti tra le forze degli uomini e degli elfi, puliti e leali, e quelle del signore del male, composte da disgustosi orchi e animali non meglio precisati ma dalle dimensioni sempre immani. La storia del viaggio del piccolo hobbit Frodo e del suo fido Sam, destinati senza combattere a portare il peso terribile del destino del mondo. Gli eroi, i maghi, le sfere dentro cui si vede il futuro, i cavalli, le corazze e le città vertiginosamente costruite, eserciti di fantasmi; tutto è creato con una genuina fiducia nella fantasia dello spettatore: è il cinema della tradizione pensata alla grande. Resta sulla pelle il brivido della meraviglia, i sussulti, i pianti e gli applausi. Nasce uno spettacolo molto vicino all’idea di cinema come luogo comune e a quello di Georges Méliès, del viaggio immaginario. Soprattutto, rimane intatto il desiderio di coinvolgere emotivamente lo spettatore e la sua innata capacità di appassionarsi per le grandi narrazioni, l’epica, la mitologia e le sue emozioni.
Peter Jackson
 » PETER JACKSON
 » FOCUS
 » FILM E RECENSIONI
 » HOME VIDEO
Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato | Peter Jackson
Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato | Peter Jackson
Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato 3D | Peter Jackson
Amabili resti | Peter Jackson
Amabili resti | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli (Cofanetto Trilogia) | Peter Jackson
King Kong | Peter Jackson
Sospesi nel tempo | Peter Jackson
Creature del cielo | Peter Jackson
Splatters - Gli Schizzacervelli | Peter Jackson
Bad Taste - Fuori di Testa | Peter Jackson
 » INTERVISTE
Peter Jackson | Peter Jackson
Peter Jackson | Peter Jackson
 » LIBRI
Il cinema di Peter Jackson | Peter Jackson
Peter Jackson | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. La compagnia dell'anello. Vol. 1 | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. Le due torri. Vol. 2 | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. Il ritorno del re. Vol. 3 | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli: da J.R.R. Tolkien a Peter Jackson | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. La trilogia cinematografica | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. L'arte della trilogia cinematografica | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. La guida ufficiale al film | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. Schizzi e bozzetti | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. Il racconto dei film | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. Armi e battaglie | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. Gollum. Come abbiamo creato la magia del film | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. Il ritorno del re. Guida fotografica | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. L'arte de Le Due Torri | Peter Jackson
Il Signore degli Anelli. L'arte de Il ritorno del Re | Peter Jackson
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©