Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Storia del Cinema - Scandinavia

Victor Sjòstròm August Blom - Atlantis,1913 Mauritz Stiller
1913 - 1917
Scandinavia

Il mercato danese era dominato dalla Nordisk di Ole Olsen.
Così uno storico ha sintetizzato gli elementi principali dello stile dei film della Nordisk: "Gli effetti di luce, le storie, il realismo degli interni, lo straordinario uso di esterni naturali e urbani, l'intensità di uno stile naturalistico di recitazione, l'enfasi sul fato e sulle passioni".
Tutte queste caratteristiche possiamo riscontrarle nel lavoro di August Blom, il maggiore dei registi della Nordisk all'inizio degli anni Dieci.
Il suo film più importante, "Atlantis" (1913), con i suoi otto rulli, era il più lungo girato fino a quel momento nel cinema danese. Puntava sulle splendide scenografie e su scene spettacolari come il naufragio di un transatlantico, ispirato al disastro del Titanic dell'anno precedente.
Altra opera di un altro importante autore della Nordisk, Forest Holger-Madse, fu "La vita dell'uomo del Vangelo" (Evangeliemandeus Liv, 1914).
Uno tra i più originali ed eccentrici registi dell'epoca del muto fu Benjamin Christensen.
Il suo debutto come regista avvenne con "Det hemmelighedsfulde x", in cui fu anche attore.
La particolarità del film consisteva in uno stile visivo ricco di controluce e di ombre.
Christensen non girò altri film fino agli anni Venti.
Nel 1922 girò"La stregoneria attraverso i secoli" (Hàxan).
Al termine della guerra numerosi fattori contribuirono ad un declino del cinema danese nella distribuzione internazionale.
Nel 1912 la Svezia produsse in maniera inaspettata e improvvisa alcuni film importanti e innovativi.
Il dato ancora più impressionante era che a dirigere la maggior parte di questi film erano solo tre registi: George af Klercker, Mauritz Stiller e Victor Sjòstròm.
I film di George af Klercker comprendevano numerosi generi; commedie, polizieschi, melodrammi e film di guerra.
Mauritz Stiller viene ricordato principalmente per l'umorismo dei film girati tra il 1916 e il 1920.
Un esempio di film brillante è "Il miglior film di Thomas Graal" (Thomas Graals bàsta film, 1917). E' la storia di un eccentrico sceneggiatore e attore che si innamora della giovane Bessie.
Fu apprezzato talmente dal pubblico da richiedere un seguito: "Il più bel figlio di Thomas Graal" (Thomas Graals bàsta barn, 1918), in cui la coppia si sposa e ha un bambino.
A un polo opposto rispetto ai toni della commedia si situa il film più famoso di Stiller; "Il tesoro di Arme" (Herr Arnes pengar, 1919). Ambientata nel Rinascimento svedese, tre mercenari assalgono e devastano il castello di maestro Arne, cercando di fuggire con il tesoro, bloccati dal ghiaccio sono però costretti ad attendere l'arrivo della primavera.
La produzione di Stiller continuò ad alternare commedie e drammi.
Nel 1920 diresse"Verso la felicità" (Erotikon), spesso ritenuta la prima commedia sofisticata sexy.
Victor Sjostròm fu uno dei maggiori autori dell'epoca del muto.
Nel suo primo capolavoro, "Ingeborg Holm" (1913), da ricordare sono gli intrecci dei suoi film che spesso si dipanano seguendo le tragiche conseguenze di una singola azione.
"Terje Vigen" (1916), il regista dimostra la capacità nel rendere il paesaggio un elemento espressivo dell'azione.
Un simile uso del paesaggio lo si ritrova anche in "I proscritti" (Berg-Ejvind och hans hustru, 1917).
In generale il cinema svedese fu accolto come la prima e più importante alternativa a Hollywood dopo la guerra.
Un altro film di Sjòstròm del 1920 ebbe un successo di portata anche più vasta; "Il carretto fantasma" (Kòrkarlen). L'opera fu subito considerata un classico da vedere e rivedere.
La crescente reputazione di Sjostròm e Stiller fece sì che essi venissero chiamati a lavorare a Hollywood.
Nello stesso tempo altri Paesi stavano facendo il loro ingresso nel mercato internazionale, e la piccola cinematografia svedese non era di certo in grado di competere; così, dopo il 1921, la produzione crollò rovinosamente.
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©