Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Metropolis

Leggi i commenti 6 COMMENTI Vota il film 19 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Metropolis
titolo originale Metropolis
nazione Germania
anno 1927
regia Fritz Lang
genere Fantascienza
durata 107 min.
cast A. Abel (Freder Frederson) • G. Frohlich (John Frederson) • B. Helm (Maria) • R. Klein-Rogge (Rotwang) • F. Rasp (Grot) • T. Loos (Josaphat)
sceneggiatura T. Von HarbouF. Lang
musiche B. SchultheisG. Huppertz
fotografia G. RittauK. Freund
media voti redazione
Metropolis Trama del film
XXI secolo. Una metropoli tiranneggiata da Frederson, un uomo che schiavizza gli operai costringendoli a vivere nel sottosuolo. I proletari sono guidati nella riscossa da Maria, di cui si innamora l'ignaro figlio del dittatore. Frederson, per controllare gli operai, fa costruire da uno scienziato un cyborg sosia di Maria.

Recensione “Metropolis”

a cura di Vaniel Maestosi  (voto: 10)
Continue impalcature gotiche svelano la più straordinaria opera di visionarietà e genialità di qualsiasi altra cinematografia occidentale.
Sullo schermo appare una massa epocale che disegna un’epoca del futuro, un’ossessione estenuante pervade titanicamente sviluppo e progresso. Fritz Lang progetta una città abitata da uomini e macchine e anche da uomini meccanici o macchine umane, e la immerge in simboli, in ruoli chiave, incastra perfettamente un delirio e lo struttura verticalmente, tralasciando ogni umanesimo e spezzando il confine tra bene e male.
La ricchezza e il potere sono la trama di ogni epoca, mentre il racconto di essa lo armonizzano le persone, i mortali che introducono psiche e movimento alla possibilità di ulteriorizzare il concetto umano e avvicinarsi al divino.
Gigantismo spaziale e sperimentazione visiva, fondendosi, assumono proporzioni comunicative impressionanti, tanto che Hitler riteneva Metropolis il più importante film della storia del cinema.
Incredibile la realizzazione: la UFA (Universal Film Aktiengesellschaft) pubblicò questi dati ufficiali il 10 gennaio del 1927, giorno della prima proiezione: 310 giorni e 60 notti di riprese, 1.300.000 metri di pellicola impressionata, 36.000 comparse, 750 bambini, 1100 uomini calvi, 100 negri, 25 cinesi, 3500 paia di scarpe, 75 parrucche, 50 automobili costruite secondo modelli originali, 1.600.000 marchi di salari, 200.000 marchi per i costumi, 400.000 marchi per le scenografie e l’illuminazione.
Lang allinea la narrazione nella scienza e disegna il protagonista-scienziato come il colpevole illuminato, capace di oltrepassare i limiti della natura e dell’automa per diventare ribelle e assassino, simbolo perenne di Metropolis dove volontà suprema e superomismo si incarnano nel negativo, in una eroizazzione diabolica dell’esistenza. Il Dottor Mabuse d’altronde già cinque anni prima aveva iniziato il percorso…
L’amore non si può replicare ma se la distruzione vale un sentimento allora ogni scienza strappa il suo scienziato all’epoca e gli dona il potere di creazione, di distruzione e di mitizzazione.
Descrivere un simbolo in questo film può aiutare a coglierne gli innumerevoli altri, dispersi ovunque, nelle pieghe narrative come nelle cattedrali e case dilaniate da un tempo troppo nuovo, feroce per suo stesso bisogno.
Le scale sono sempre in discesa, una sorta di sospensione continua dove scendere significa espiar-si e incontrar-si, le catacombe della psiche, il risentimento o il sentimento; ma durante l’allagamento della città, solo per una volta le scale saliranno verso i Giardini Eterni, inondate da bambini che si salvano, una catarsi spirituale che getta un fascio di luce miracoloso.
Il regno dei cieli, della salita, si apre ai piedi delle nuove generazioni, di una vita che passa e una nuova che avanza…
Per aspera ad astra.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) domimp Lunedì 19 Giugno 2017 ore 22:00
voto al film:   7,5

Medaglia di Bronzo (73 Commenti, 75% gradimento) yanquiuxo Medaglia di Bronzo Sabato 25 Marzo 2017 ore 22:48
voto al film:   9

Utente di Base (29 Commenti, 50% gradimento) LadyMarian12 Mercoledì 27 Gennaio 2016 ore 00:41
1
voto al film:   10

Non sono un critico e non credo di poter dire qualcosa che non sia già stato detto e che non risulti scontato. Metropolis è puro genio, un'opera maestosa, perfettamente equilibrata, lirica e drammatica che arriva dritta al punto e al cuore. Intenso, raffinato, ricercato. Incredibilmente originale e profondo, assolutamente il film più "bello" -aggettivo insufficiente- che abbia mai visto. Da vedere e rivedere. Grazie Fritz!
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (41 Commenti, 73% gradimento) Asdrubbale Mercoledì 29 Aprile 2015 ore 15:50
voto al film:   9

Utente di Base (2 Commenti, 0% gradimento) lordartist Domenica 5 Aprile 2015 ore 03:35
voto al film:   1

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Marcolino93 Giovedì 19 Marzo 2015 ore 17:32
voto al film:   8

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) CitizenKane Domenica 9 Novembre 2014 ore 22:31
voto al film:   9,5

Utente di Base (12 Commenti, 10% gradimento) marcopecs Sabato 2 Novembre 2013 ore 14:31
voto al film:   7,5

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Naima Domenica 21 Ottobre 2012 ore 15:12
voto al film:   8,5

Medaglia d'Argento (180 Commenti, 65% gradimento) Noodles Medaglia d'Argento Venerdì 6 Luglio 2012 ore 01:11
3
voto al film:   10

Se ne potrebbe discutere a lungo, in particolare a livello concettuale, ma considerando che stiamo parlando del 1926, è troppa "tanta roba" per non assegnargli un giudizio clamorosamente positivo.
Ti è piaciuto il commento?  
News sul film “Metropolis”
Metropolis Retrospettiva Fritz Lang per la 6a edizione del Bif&st Retrospettiva Fritz Lang per la 6a edizione del Bif&st  (20 Novembre 2014)
Metropolis Il fascino degli automi: rassegna al MIC dal 5 gennaio Il fascino degli automi: rassegna al MIC dal 5 gennaio  ( 2 Gennaio 2014)
Metropolis Festival delle scritture cinematografiche al Pigneto Festival delle scritture cinematografiche al Pigneto  ( 9 Dicembre 2013)
Metropolis Musica dal vivo di Annecchino per Metropolis il 21 settembre Musica dal vivo di Annecchino per "Metropolis" il 21 settembre  (21 Settembre 2013)
Metropolis Padova: 'Impara l'Arte' con Dziga Vertov Padova: 'Impara l'Arte' con Dziga Vertov  (18 Febbraio 2008)
Metropolis Padova 'Impara l'Arte'. VII edizione Padova 'Impara l'Arte'. VII edizione  ( 4 Febbraio 2008)
Metropolis Metropolis: il remake "Metropolis": il remake  (10 Dicembre 2007)
Metropolis Metropolis apre 'Science+Fiction' "Metropolis" apre 'Science+Fiction'  (10 Novembre 2007)
Metropolis Film Is Now: cinema in download anche a noleggio Film Is Now: cinema in download anche a noleggio  (13 Settembre 2007)
Ultime Schede
M, il mostro di Dusseldorf
Metropolis
Fritz Lang, Alfred Hitchcock: vite parallele  di S. Sciacca
Nuovo cinema tedesco  di A. Izzi, G. Spagnoletti
Fritz Lang  di S. Socci
Fritz Lang. Metropolis  di P. Bertetto
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©