Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival Civita Cinema

Recensione: Il sole

Leggi i commenti 2 COMMENTI Vota il film 5 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Il sole
titolo originale Solnze
nazione Russia / Francia / Italia
anno 2004
regia Aleksandr Sokurov
genere Drammatico
durata 107 min.
cast (Imperatore Hirohito) • R. Dawson (Generale Macarthur) • K. Momoi (Imperatrice) • (Ciambellano) • S. Tsuji (Vecchio servo)
sceneggiatura Y. Arabov
musiche A. Sigle
fotografia A. Sokurov
montaggio S. IvanovG. Brunamonti
uscita nelle sale 18 Novembre 2005
media voti redazione
Il sole Trama del film
Giappone, 1945/46. L'imperatore Hiroito, per porre fine al conflitto mondiale decide di collaborare con il generale americano MacArthur, firma la resa e rinuncia al suo status divino. Due importanti decisioni che segneranno il futuro del paese del Sol Levante.

Recensione “Il sole”

a cura di Glauco Almonte  (voto: 7,5)
A un certo punto Hiroito guarda un disegno: la macchina da presa inquadra in campo stretto il disegno, e lo spettatore ha un brivido nell’identificarsi con l’imperatore, la divinità. Mentre la macchina scende, a scorrere l’opera, spunta nell’inquadratura la nuca di Hiroito che la guarda; l’illusione svanisce, la divinità riprende le sue distanze. La rivoluzione, mancata nel film, è lo strumento col quale l’Imperatore divena uomo: la distanza tra finzione filmica e realtà è quella tra il brivido dello spettatore e il suicidio dello scriba.
Sokurov illumina, attraverso una fotografia prigioniera anch’essa dell’orrore di Hiroshima, il declino di un mondo nel quale il crollo di un ideale fa più rumore di quello di un Impero. L’umanizzazione di Hiroito nasce nello schermo, nell’indagare le sue smorfie, i suoi tic di vecchio, e da lì si propaga all’azione, diventa messaggio, finisce rivoluzione.
Sokurov si appropria del topos principale del cinema classico giapponese, il passaggio da un mondo ad un altro, rivestendolo della lentezza, dei silenzi del modello russo contemporaneo (Il ritorno, del 2003); scelta, necessità, imposizione: quale che sia il motivo, il Sole non è più al suo posto. La storia ha mietuto una vittima illustre: l’ultima delle divinità.
Presentato al Festival di Berlino 2005.
Commenti del pubblico
News sul film “Il sole”
Il sole Rassegna La commedia del Potere all'Alphaville Rassegna "La commedia del Potere" all'Alphaville  (19 Marzo 2013)
Il sole Rassegna monografica dedicata a Sokurov al Cineclub Alphaville Rassegna monografica dedicata a Sokurov al Cineclub Alphaville  (24 Novembre 2011)
Ultime Schede
Francofonia
Faust
Alexandra
Il sole
Madre e figlio
Festival di Berlino 2005
Orso d'oro alla Carmen sudafricana
Aleksandr Sokurov
Leggi l'intervista a Aleksandr Sokurov per “Il sole
I corpi del potere. Il cinema di Aleksandr Sokurov  di . , .
Flash non disponibile
Copyright 2018 ©