Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Il ragazzo invisibile

Leggi i commenti 8 COMMENTI Vota il film 10 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Il ragazzo invisibile
titolo originale Il ragazzo invisibile
nazione Italia / Francia
anno 2014
regia Gabriele Salvatores
genere Drammatico / Fantasy
durata 100 min.
cast L. Girardello (Michele) • V. Golino (Giovanna) • F. Bentivoglio (Basili) • K. Rappoport (Yelena) • V. Tumalavicius (Il Biondo) • R. Vasilev (Gangster) • C. Jivkov (Andreij) • L. Sampedro (Anna Maria)
sceneggiatura A. FabbriL. RampoldiS. Sardo
musiche E. BossoF. De Robertis
fotografia I. Petriccione
montaggio M. Fiocchi
uscita nelle sale 18 Dicembre 2014
media voti redazione
Il ragazzo invisibile Trama del film
Michele ha tredici anni e vive a Trieste con la madre. Innamorato della compagna di classe Anna è tormentato da una coppia di bulli. La sua vita cambia totalmente quando una mattina si sveglia e scopre di essere invisibile. Dietro il suo nuovo potere, però, si nasconde un grande pericolo che minaccia anche la sua famiglia i suoi amici.
Scheda a cura di Flavia D'Angelo










Salvatores adatta la cultura pop americana - fumetti e supereroi - alla realtà italiana e l'operazione è indubbiamente accattivante. La voglia di non prendersi troppo sul serio, però, fa scivolare l'operazione verso il divertissement a danno del coinvolgimento dello spettatore, già vessato da intepretazioni largamente insufficienti.
REGIA - SCENOGRAFIA
RITMO - ORIGINALITÀ - HUMOUR
TENSIONE
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (3 Commenti, 0% gradimento) Amarantolo Lunedì 14 Marzo 2016 ore 04:57
voto al film:   5,5

Medaglia di Bronzo (68 Commenti, 55% gradimento) magio1406 Medaglia di Bronzo Domenica 7 Febbraio 2016 ore 15:08
voto al film:   6

Lodevole il coraggio di Salvatores ad avventurarsi in temi così lontani dalla classica produzione italiana. Il risultato è soddisfacente dal punto di vista della sceneggiatura e della scenografia, ma assolutamente deficitario per quanto riguarda la prova - e la credibilità - degli attori bambini, fra i quali si salva solo il protagonista. Il voto è un premio all'originalità della storia e alla curiosità che ho di vederne il seguito.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (192 Commenti, 28% gradimento) Standby Medaglia d'Argento Giovedì 1 Ottobre 2015 ore 14:30
voto al film:   5

Utente di Base (1 Commento, 0% gradimento) Corniciaro Giovedì 4 Giugno 2015 ore 19:41
voto al film:   5

Utente di Base (22 Commenti, 42% gradimento) Bao_Luo Giovedì 8 Gennaio 2015 ore 16:01
1 1
voto al film:   6,5

Pensavo che l'invisibilità dichiarata nel titolo fosse una metafora e che il film fosse una riflessione sulla ricerca dell apropria identità nell'adolescenza. Chissà perché, mi ero fatto l'idea di un film tipo "Il ragazzo dai capelli verdi". In effetti, all'inizio la cosa parte bene, ma quando entrano in campo i servizi segreti russi ... La metafora si squaglia e si finisce in un fantasy delirante ... Devo comunque ammettere che la storia è costellata di personaggi e situazioni divertenti, basta non prenderle sul serio (come purtroppo faccio sempre io). Comunque è una scivolata di Salvatores verso il successo facile, forse un "cinepanettoncino".
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (46 Commenti, 45% gradimento) doubleangel Venerdì 2 Gennaio 2015 ore 23:03
voto al film:   5

Utente di Base (10 Commenti, 11% gradimento) Aileen Venerdì 2 Gennaio 2015 ore 20:45
2
voto al film:   5

Funziona bene come drammatico italiano, bella la regia e le interpretazioni (anche la fotografia è lodevole). Non si capisce perchè vi sia l'elemento del fantastico.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (3 Commenti, 0% gradimento) delfino_etereo Lunedì 29 Dicembre 2014 ore 00:50
2
voto al film:   9

Dunque il vero superpotere e i veri supereroi per l'autore sono i pochi capaci di dimenticare tutte le loro doti speciali esecitandone una sola... l'abile comprensione del prossimo per vincere la paura dell'altro ed avvicinarlo a se. Questo dunque il meraviglioso messaggio conclusivo di un film assai difficilmente prevedibile nelle sue dinamiche narrative e la sua dosata regia. Bravissimi gli attori e soprattutto... i giovani attori. Fantastico ed ammiccante il backstage finale sui titoli di coda!
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (3 Commenti, 0% gradimento) delfino_etereo Lunedì 29 Dicembre 2014 ore 00:48
1
voto al film:   9

Laddove ciascuno di loro spesso rappresenta nella sua giovane esistenza semplicemente una proiezione dei desideri irrealizzati dei genitori (siano essi mancati campioni di tennis o ballerine!).
Al contrario dei classici supereroi della Marvel, il giovane scopre prima gli handycaps derivanti dalla sua particolare condizione e successivamente i benefici che ne derivano.
Buffa la sorellina (in quell'età in cui si cominciano a sfatare i miti infantili!), quando si pone tutte quelle piccole domande! Proprio quelle che il mondo dei fumetti suscitò in tutti noi allorchè cominciavamo a distaccarci da essi. Domande senza una risposta plausibile, ma inconfondibili segnali di crescita. E' vero il film è una continua citazione di elementi di genere fantastico, ma essi sono strumentali ad un'ampia allegoria della realtà attuale del disadattamento giovanile e della incapacità degli adulti a comprenderlo.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (3 Commenti, 0% gradimento) delfino_etereo Lunedì 29 Dicembre 2014 ore 00:45
1
voto al film:   9

Non è la prima volta che vado al cinema senza aver letto una riga di recensione prima di entrare in sala per mantenere la mia obiettività di giudizio.
Volevo risolvere in me un doppio interrogativo:
1) Perchè un nostrano regista narrativo si fosse impegnato in un film il cui titolo evocava le americanissime trasposizioni cinematografiche dei fumetti marvel?
2) Avrei visto in questo film quegli "effetti speciali" che rendono ormai così particolare la grande sala rispetto al piccolo schermo?
Ebbene si! Il fim è una raffinata allegoria del nostro tempo, non priva di azione, suspence ed effetti speciali!
Film che accosta Salvatores alla fantasiosa regia di alcuni film di Ozpetec (come in "Cuore Sacro" in cui ben definite località della nostra Italia glissano in surreali allegorie).Esso evolve dalla semplice descrizione della vita di un ragazzo oppresso dall'attualissimo fenomeno del bullismo scolastico, descrivendo le difficoltà di comunicazione dei ragazzi tra di loro e con gli adulti.
Ti è piaciuto il commento?  
News sul film “Il ragazzo invisibile”
Il ragazzo invisibile Nuovi sponsor e premi per Cortinametraggio Nuovi sponsor e premi per Cortinametraggio  (25 Gennaio 2016)
Il ragazzo invisibile Il giovane favoloso film dell'anno per il SNCGI "Il giovane favoloso" film dell'anno per il SNCGI  (29 Giugno 2015)
Il ragazzo invisibile Le cinquine del Miglior documentario, cortometraggio e David Giovani Le cinquine del Miglior documentario, cortometraggio e David Giovani  (19 Maggio 2015)
Il ragazzo invisibile Le cinquine dei David per fotografia, musica, montaggio Le cinquine dei David per fotografia, musica, montaggio  (18 Maggio 2015)
Il ragazzo invisibile Le cinquine dei David di Donatello 2015 Le cinquine dei David di Donatello 2015  (15 Maggio 2015)
Il ragazzo invisibile Sondaggio-fantasy: quale low budget italiano è riuscito meglio? Sondaggio-fantasy: quale low budget italiano è riuscito meglio?  (18 Dicembre 2014)
Il ragazzo invisibile Rassegna di Natale di Alice nella città Rassegna di Natale di Alice nella città  (17 Dicembre 2014)
Il ragazzo invisibile Incontri con Loach, Salvatores e Giallini a Roma Incontri con Loach, Salvatores e Giallini a Roma  ( 2 Dicembre 2014)
Il ragazzo invisibile Annunciato il programma del Trieste Science+Fiction Annunciato il programma del Trieste Science+Fiction  (29 Ottobre 2013)
Ultime Schede
Recensione Il ragazzo invisibile Scheda: Alps  di Y. Lanthimos
Il ragazzo invisibile
Italy in a Day - Un giorno da italiani
Educazione Siberiana
Happy Family
Come Dio comanda
Quo vadis, baby?
Io non ho paura
Amnèsia
Denti
Nirvana
Sud
Puerto escondido
Mediterraneo
Marrakech Express
Gabriele Salvatores
Leggi l'intervista a Gabriele Salvatores per “Il ragazzo invisibile
COMPRA
IL BLU-RAY
Compra il bluray Il ragazzo invisibile
Gabriele Salvatores  di L. Malavasi
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©