Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Dvd Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Ed Wood

Leggi i commenti 3 COMMENTI Vota il film 19 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Ed Wood
titolo originale Ed Wood
nazione U.S.A.
anno 1994
regia Tim Burton
genere Biografico
durata 127 min.
distribuzione Buena Vista International
cast J. Depp (Ed Wood) • M. Landau (Bela Lugosi) • S. Parker (Dolores Fuller) • P. Arquette (Kathy O'Hara) • B. Murray (Bunny Breckinridge)
sceneggiatura S. AlexanderL. Karaszewski
musiche H. Shore
fotografia S. Czapsky
montaggio C. Lebenzon
media voti redazione
Ed Wood Trama del film
Hollywood, anni Cinquanta: il giovane Ed Wood, che ama vestirsi da donna, realizza, nella maniera più incredibile, alcuni film poverissimi mediante espedienti "produttivi" spesso grotteschi. Fattosi amico di Bela Lugosi, ormai vecchio, misero e morfinomane, lo assiste fino alla morte. Dopo un incontro con Orson Welles, Ed Wood realizza il suo primo film di successo: "Plan 9 from Outer Space".

Recensione “Ed Wood”

a cura di Andrea Olivieri  (voto: 7)
Cinema delle maschere: che ricoprono i visi non tanto di coloro che vogliono nascondersi (Batman), quanto di quelli che non possono permettersi di lasciare trasparire la propria fragilità, purezza, ipersensibilità. Mentre a viso scoperto sono i veri "perversi".
Questi, ed altri temi sono presenti in "Ed Wood". Con una differenza: che, per la prima volta, l'eroe non appartiene all'universo privilegiato del regista, quello della fiaba, del Meraviglioso; questa volta Ed Wood è qualcuno in carne ed ossa, effettivamente esistito e vissuto nella Hollywood degli anni Cinquanta, regista di film, morto a 53 anni, nel 1978, nell'abbandono più totale. E riscoperto da due critici nel 1980.
Di tutto ciò Tim Burton fa tutto il contrario rispetto alla tradizione hollywoodiana: non la vicenda più o meno lacrimosa o celebrativa sul genio misconosciuto.
Burton se ne appropria invece per integrarlo al proprio universo, e ne fa un inventore di illusioni: un poeta.
Il cineasta immerge Wood in un mondo sfasato e quindi più vero, più giusto e generoso di quello "calcolato" al polo opposto: fra quei "cattivi" che ora non ha più bisogno di vestire da clown o da pinguino come nelle sue favole precedenti.
"Ed Wood" s'inserisce allora nella traccia artistica del cinema di Tim Burton. È un po' quello che già succedeva con il precedente "The Nightmare Before Christmas": si rimane ammirati nei confronti di una cultura non solo cinefila, di un'intelligenza creativa. Di un film che gioca col cinema e con i suoi generi.
2 premi Oscar: Migliore Attore non Protagonista (Martin Landau), Miglior Trucco.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) charlie91 Mercoledì 5 Novembre 2014 ore 14:37
voto al film:   8

Utente di Base (23 Commenti, 68% gradimento) simonani Lunedì 20 Ottobre 2014 ore 17:53
voto al film:   7

Medaglia d'Oro (237 Commenti, 43% gradimento) Diegen78 Medaglia d'Oro Venerdì 29 Novembre 2013 ore 23:38
voto al film:   7

Utente di Base (8 Commenti, 0% gradimento) marcopecs Domenica 3 Novembre 2013 ore 00:05
voto al film:   8

Medaglia d'Argento (100 Commenti, 60% gradimento) cartillo Medaglia d'Argento Sabato 4 Maggio 2013 ore 19:36
voto al film:   8

Medaglia d'Oro (450 Commenti, 65% gradimento) diego93 Medaglia d'Oro Venerdì 15 Febbraio 2013 ore 12:56
1
voto al film:   7,5

Un vero atto d'amore e di affetto per un cinema e un mondo scomparsi. Questo suggestivo e poetico omaggio ai film di serie B degli anni della guerra fredda e' diverso da tutti quei film che parlano di cinema, perche' in questo il protagonista Ed Wood (poi considerato "il peggior regista della storia") non e' un genio, ma neanche uno sciocco: e' solo un uomo che vuole realizzare i suoi sogni, incantare la gente, fare film capolavori. Purtroppo poi i suoi lavori saranno considerati i piu' brutti della storia. Burton popola il suo film di personaggi realmente esistiti, ma cosi' strambi e particolari che sembrano partoriti dalla sua mente. Non si puo' far altro che ridere nel vedere Tor Johnson incastrato nella tomba,le scenografie di carta pesta,i fili che sorreggono gli ufo,la terrificante recitazione degli attori, ma al tempo stesso si prova malinconia e tenerezza per un modo di fare cinema scomparso e dimenticato. Depp e' superlativo,e Landau ancora di piu'.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) stagnola Martedì 29 Gennaio 2013 ore 01:28
voto al film:   6,5

Medaglia d'Oro (310 Commenti, 60% gradimento) Pangur Medaglia d'Oro Lunedì 21 Gennaio 2013 ore 19:05
voto al film:   6

Medaglia d'Oro (303 Commenti, 66% gradimento) AleRocco Medaglia d'Oro Lunedì 21 Gennaio 2013 ore 00:48
voto al film:   7

Anomalo miscuglio di generi, è un grottesco scorcio di vita del peggiore regista di tutti i tempi: un personaggio commovente e patetico, entusiasta e privo di talento, inguaribile sognatore astratto dalla realtà, perdente cronico nella vita. Nonostante tutti i suoi sforzi per avere successo siano vani, gli vanno riconosciuti dignità e rispetto, perché forse le ambizioni e le intenzioni valgono più dei risultati. Per fortuna Burton evita patetismi e scene forzate strappa lacrime, ma il finale, coerente e allo stesso tempo buonista, è superficiale. Originale, tenero, quasi affettuoso, manca di compattezza e si perde nella seconda metà, diventando ripetitivo. Straordinari Depp e Landau.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) zucca Domenica 14 Ottobre 2012 ore 16:34
voto al film:   7

News sul film “Ed Wood”
Ed Wood Believe It or Not!,  il nuovo film di Tim Burton "Believe It or Not!", il nuovo film di Tim Burton  ( 5 Giugno 2006)
Ultime Schede
Recensione Ed Wood Scheda: L'amore bugiardo - Gone Girl  di D. Fincher
Recensione Ed Wood Scheda: Ogni maledetto Natale  di G. Ciarrapico, M. Torre, L. Vendruscolo
Recensione Ed Wood Scheda: I pinguini di Madagascar  di E. Darnell, S. J. Smith
Recensione Ed Wood Scheda: Trash  di S. Daldry
Recensione Ed Wood Scheda: Mio papà  di G. Base
Recensione Ed Wood Scheda: Viviane  di R. Elkabetz, S. Elkabetz
Recensione Ed Wood Scheda: Hunger Games - Il canto della rivolta - Parte I  di F. Lawrence
Recensione Ed Wood Scheda: I toni dell'amore  di I. Sachs
Recensione Ed Wood Scheda: Lo Sciacallo  di D. Gilroy
Recensione Ed Wood Scheda: Frank  di L. Abrahamson
Recensione Ed Wood Scheda: Words and Pictures  di F. Schepisi
Recensione Ed Wood Scheda: La foresta di ghiaccio  di C. Noce
Recensione Ed Wood Scheda: Tre tocchi  di M. Risi
Recensione Ed Wood Scheda: Interstellar  di C. Nolan
Recensione Ed Wood Scheda: Sils Maria  di O. Assayas
Frankenweenie
Dark Shadows
Alice in Wonderland
Sweeney Todd
La sposa cadavere
La fabbrica di cioccolato
Big Fish - Le storie di una vita incredibile
Planet of the Apes - Il pianeta delle scimmie
Il mistero di Sleepy Hollow
Mars Attacks!
Ed Wood
Batman - Il ritorno
Edward mani di forbice
Batman
Beetlejuice - Spiritello porcello
Pee-Wee's Big Adventure
Tim Burton
Alice ha bisogno di sognare la realtà
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd Ed Wood
La fabbrica dei sogni. L'immaginario infantile nel cinema di Tim Burton  di M. Viteritti
Tim Burton  di A. de Baecque
Tim Burton  di M. Spanu
Tim Burton. Anatomia di un regista cult  di M. Spagnoli
Tim Burton. Una biografia non autorizzata  di K. Hanke
Flash non disponibile
Copyright 2014 ©