Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Lanterne rosse

Leggi i commenti 2 COMMENTI Vota il film 9 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Lanterne rosse
titolo originale Da hong deng long gao gao gua
nazione Cina / Hong Kong / Taiwan
anno 1991
regia Zhang Yimou
genere Drammatico
durata 126 min.
cast G. Li (Songlian) • H. Caifei (Meishan) • M. Jingwu (Il maestro) • C. Cuifen (Zhuoyun) • Z. Qi (Il guardiano) • J. Shuyuan (Yuru)
sceneggiatura N. Zhen
musiche Z. JipingN. Tachikawa
fotografia Z. FeiL. Yang
montaggio D. Yuan
media voti redazione
Lanterne rosse Trama del film
Nel 1920 nella Cina del Nord, la diciannovenne Songlian, in contrasto con la matrigna, lasciata l'università accetta di sposare il cinquantenne Chen Zuoqin, signore di un'antica casata. Questi ha già tre mogli: l'anziana Yuru, che gli ha dato un figlio; Zhuoyun, donna abile ma ambigua; Meishan, ex cantante ancora attraente. Il segno del privilegio sono le lanterne rosse che il marito-padrone fa accendere davanti alla stanza della sposa con la quale trascorrerà la notte.

Recensione “Lanterne rosse”

a cura di Andrea Olivieri  (voto: 8,5)
"E’ la sua condizione stessa di donna ad impedirle di essere più forte del sistema."

Il procedimento è sempre lo stesso: mostrare un individuo prigioniero di un sistema (arcaico). Qui la meccanica è quella del concubinaggio.
Zhang Yimou passa come sempre dalla stilizzazione, all'astrazione: nella prigione dorata di Songlian, ogni concubina abita un'ala geometricamente ritagliata, nella quale le lanterne del titolo si accendono quando il padrone decide di passare la notte da una piuttosto che dall'altra. Quasi un altro racconto, quindi, più eterno, universale, significativo, all'interno dell'aneddoto. Una struttura che sembra nascere da una dimensione spaziale, coloristica, musicale. Morale.
"Lanterne rosse" diventa così un film sulla perversione del potere. Zhang Yimou sembra essersi liberato da certe tentazioni nei confronti del Bello: non c'è una sola fra le sopraffini immagini del film ad essere inutile. Tutto sembra concorrere a fare di questa leggenda così remota una parabola chiarissima e struggente sul mondo che ci circonda; quelle mura seducenti, quei tetti avvolgenti, quelle sete, quegli ori, quei costumi d'ineffabile "educazione", all'interno dei quali affiora tutta la miseria, la sopraffazione, la disperazione di uno dei più bei ritratti femminili che il cinema ci abbia offerto.
Leone d’Argento a Venezia (1991).
Oscar e David di Donatello 1992 per il miglior film straniero.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (10 Commenti, 80% gradimento) Maverick Sabato 4 Marzo 2017 ore 15:14
voto al film:   8

Medaglia d'Argento (106 Commenti, 59% gradimento) cartillo Medaglia d'Argento Martedì 1 Maggio 2012 ore 22:45
voto al film:   8

Utente di Base (3 Commenti, 0% gradimento) JohannesBorgen Martedì 13 Marzo 2012 ore 14:40
voto al film:   8

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) giulia Martedì 4 Ottobre 2011 ore 15:15
voto al film:   8

Medaglia di Bronzo (76 Commenti, 30% gradimento) Pierrot Medaglia di Bronzo Lunedì 3 Ottobre 2011 ore 13:07
1
voto al film:   8,5

Concretezza psicologia e sublime poesia per Yimou che ci delizia sempre con la sua tradizione cinese. Ad un certo punto mi sono immaginata potesse far suonare quelle Lanterne Rosse.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (682 Commenti, 68% gradimento) ale84 Medaglia d'Oro Giovedì 1 Settembre 2011 ore 10:07
2
voto al film:   8

Nella sua costruzione geometrica, nell'uso sapiente del colore, nella fissità delle inquadrature, nello splendore della fotografia, questo rimane uno dei film orientali più affascinanti e meritatamente celebri. Si può discutere di molti aspetti del film, ma quasi certamente non si rimarrà indifferenti; il film è fatto per sedurre e ci riesce benissimo.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Oro (313 Commenti, 59% gradimento) Pangur Medaglia d'Oro Venerdì 10 Giugno 2011 ore 12:46
voto al film:   8

Utente di Base (1 Commento, 100% gradimento) pippodt Giovedì 9 Giugno 2011 ore 23:54
voto al film:   8

Medaglia d'Oro (273 Commenti, 57% gradimento) cinemabendato Medaglia d'Oro Martedì 26 Aprile 2011 ore 16:59
voto al film:   9

News sul film “Lanterne rosse”
Lanterne rosse 'Far East Film Festival': anteprima del remake cinese di What women want 'Far East Film Festival': anteprima del remake cinese di What women want  (23 Febbraio 2011)
Lanterne rosse Yimou presidente di giuria alla Mostra di Venezia Yimou presidente di giuria alla Mostra di Venezia  (22 Maggio 2007)
Lanterne rosse Gong Li nel nuovo film di Tim Burton Gong Li nel nuovo film di Tim Burton  (20 Aprile 2006)
Ultime Schede
The Great Wall
Lettere di uno sconosciuto
Gui Lai
The Flowers of War
A woman, a gun and a noodle shop
La città proibita
Mille miglia... lontano
La foresta dei pugnali volanti
Hero
La locanda della felicità
Non uno di meno
Lanterne rosse
Il cinema di Zhang Yimou  di F. Colamartino, M. Dalla Gassa
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©