Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Una pura formalità

Leggi i commenti 3 COMMENTI Vota il film 18 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Una pura formalità
titolo originale Una pura formalità
nazione Italia / Francia
anno 1994
regia Giuseppe Tornatore
genere Drammatico
durata 108 min.
cast G. Depardieu (Onoff) • R. Polanski (Il commissario) • S. Rubini (Poliziotto) • N. Di Pinto (Il capitano) • T. Cimarosa (Inserviente)
sceneggiatura G. TornatoreP. Quignard
musiche E. Morricone
fotografia B. Giurato
montaggio G. Tornatore
media voti redazione
Una pura formalità Trama del film
In una notte carica di pioggia un uomo spaesato ed infreddolito corre affannosamente lungo una stradina di campagna. Fermato dalla polizia viene trattenuto per accertamenti. Si scopre essere Onoff, noto scrittore di successo, ma la popolarità non lo esime dal poter essere sospettato di un omicidio avvenuto proprio quella sera e proprio in quella zona. Il commissario del posto di polizia deve interrogarlo su ciò che realmente gli è capitato in quella sua ultima giornata.

Recensione “Una pura formalità”

a cura di Andrea Peresano  (voto: 8,5)
Straordinario esempio dell’arte di cui è capace Giuseppe Tornatore. Incalzante, grottesco, misterioso, bellissimo! Il maestro riesce a tenerci letteralmente incollati alla poltrona, attenti dall’inizio alla fine a tutto ciò che sullo schermo succede in attesa dello scioglimento dell’intreccio in cui si rimane impigliati, senza capir bene il perché. La grandezza e l’esperienza si vedono proprio nel saper far intuire, nel suscitare sensazioni indipendentemente da ciò che avviene sullo schermo, nell’evocare cose che non ci sono. Tutta la drammaturgia, la teatralità (e non esisterebbero parole più adatte visto che il film sembra esser sospeso fra cinema e teatro), risultano costruite con pochissimi e vagamente delineati elementi, dando vita ad una narrazione di finissima fattura a dir poco universale. Unica costante la pioggia che penetra tutto, mura, mobili e persone. Atmosfere kafkiane ci portano dentro un’indagine, un interrogatorio di un uomo che ancor prima che rispondere alle autorità sta rispondendo a se stesso. La memoria di una vita viene ricostruita pezzo dopo pezzo, cercandone le prove e le testimonianze oggettive per poter affermare con certezza: “Si, io ho vissuto!” Il cast è d’eccezione, essenziale, ben pensato e pesato come ogni singolo elemento della sceneggiatura. La coppia Polanski - Depardieu è perfetta, cacciatore e preda, vittima e carnefice, confessore e peccatore, rovesci della stessa deformata medaglia. Opera difficile e coraggiosa suscita reazioni forti ed estreme, se non la si apprezza la si può solo criticare.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Medaglia di Bronzo (73 Commenti, 75% gradimento) yanquiuxo Medaglia di Bronzo Sabato 25 Marzo 2017 ore 22:58
voto al film:   8,5

Medaglia d'Argento (127 Commenti, 70% gradimento) AlbRag Medaglia d'Argento Martedì 14 Febbraio 2017 ore 09:47
voto al film:   8,5

Gioiello di quel periodo un pò strano che è stato il cinema italiano degli anni Novanta. Tornatore fonde l'essenzialità teatrale con la profondità dell'indagine poliziesca, giocando molto sulle luci di scena e sul sottofondo ritmato della pioggia.
Finale spiazzante, al primo impatto ha lasciato un sapore di inconcludenza, ma ad una seconda analisi soddisfa nella pienezza del messaggio sottinteso. Da vedere.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (41 Commenti, 73% gradimento) Asdrubbale Venerdì 10 Febbraio 2017 ore 18:20
voto al film:   8,5

Utente di Base (3 Commenti, 0% gradimento) Amarantolo Venerdì 1 Aprile 2016 ore 03:03
voto al film:   7,5

Utente di Base (11 Commenti, 62% gradimento) Overman1844 Venerdì 28 Marzo 2014 ore 14:57
voto al film:   8

Medaglia d'Argento (113 Commenti, 59% gradimento) kikujiro Medaglia d'Argento Martedì 12 Febbraio 2013 ore 12:55
voto al film:   8

Utente di Base (3 Commenti, 66% gradimento) Epo11 Martedì 11 Dicembre 2012 ore 04:42
voto al film:   8

Medaglia d'Argento (106 Commenti, 59% gradimento) cartillo Medaglia d'Argento Venerdì 7 Dicembre 2012 ore 11:21
voto al film:   6,5

Medaglia di Bronzo (65 Commenti, 65% gradimento) priMario Medaglia di Bronzo Sabato 24 Novembre 2012 ore 16:40
voto al film:   6

Medaglia d'Oro (265 Commenti, 70% gradimento) mimma Medaglia d'Oro Mercoledì 31 Ottobre 2012 ore 10:06
3
voto al film:   9

il film è carico di mistero, è onirico e surreale, con atmosfere, fotografie e ambientazioni evocatrici di prodigi.Gli attori sono strepitosi!!!Anche il Rubini giovane fa la sua parte. Visto poco tempo fa in occasione del Bifest a Bari è stata una sorpresa bellissima. Grande, grandissimo film.
Ti è piaciuto il commento?  
News sul film “Una pura formalità”
Una pura formalità Si è spento all'eta di 76 anni lo scenografo Andrea Crisanti Si è spento all'eta di 76 anni lo scenografo Andrea Crisanti  ( 8 Maggio 2012)
Una pura formalità Un film su Marco Pantani e Girardengo Un film su Marco Pantani e Girardengo  (13 Ottobre 2006)
Ultime Schede
La corrispondenza
La migliore offerta
Baarìa
La sconosciuta
Malèna
La leggenda del pianista sull'oceano
L'uomo delle stelle
Una pura formalità
Stanno tutti bene
Nuovo cinema Paradiso
Il Camorrista
L'uomo nell'ombra
Polanski torna a far parlare di cinema
La menzogna del cinema (eBook)  di G. Tornatore
Il collezionista di baci  di G. Tornatore
Le parole di Tornatore  di F. Giordano
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©