Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Basta che funzioni

Leggi i commenti 8 COMMENTI Vota il film 43 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Basta che funzioni
titolo originale Whatever Works
nazione U.S.A. / Francia
anno 2009
regia Woody Allen
genere Commedia
durata 92 min.
cast L. David (Boris Yellnikoff) • E. Wood (Melodie St. Ann Celestine) • P. Clarkson (Marietta) • E. Begley (John) • C. Hill (Leo Brockman) • M. McKean (Joe)
sceneggiatura W. Allen
fotografia H. Savides
montaggio A. Lepselter
uscita nelle sale 18 Settembre 2009
media voti redazione
Basta che funzioni Trama del film
"Basta che funzioni" racconta la storia di un irascibile misantropo e di una giovane, timida e suggestionabile ragazza del sud fuggita da casa. Quando i genitori della ragazza giungono a New York per salvarla, verranno velocemente e selvaggiamente risucchiati in inattesi intrighi sentimentali. Ma alla fine tutti capiranno che per trovare l'amore ci vuole una giusta dose di fortuna abbinata alla capacità di riconoscere tutto ciò che potrebbe funzionare.

Recensione “Basta che funzioni”

a cura di Vaniel Maestosi  (voto: 7)
Basta che funzioni” è spesso il principio di ogni film di Woody Allen. Così dopo tanta Europa, in attesa di Parigi, ecco Woody rientrare a New York per riprendere ogni discorso lasciato, tornando a frizzare tra una tirata anti-USA e un commosso ammiccamento a quelle strade che lo hanno allevato e sedotto che hanno ancora impresse sui muri ogni sua indimenticabile frase; il suo cinema fatto di sceneggiatura, più testo che immagine o meglio un'immagine al servizio del testo, del qualcosa da dire che trasforma la vita e anche se non la illumina o appaga, perlomeno le concede l'illusione dello stupore.
Così è Boris (Larry David), un Woody senza Allen che stavolta si limita a recitare e incarnare solo dietro la macchina da presa per consegnare al suo personaggio nessuna specifica originalità fisica; ma una miriade di spunti narrativi, infarciti di tutte quelle sue ormai immancabili confessioni, tutti quegli sfoghi mentali e psichici che rendono categoria un film di Allen. Lo spunto del singolo a servizio della coralità dei personaggi che si muovono attorno, che funzionano proprio perchè interpretati e illuminati da un signore di mezza età che poi in fondo non ha età, non cresce ma pensa incessantemente, costruendo una visione d'insieme che lui stesso dichiara essere la principale qualità di ogni Genio.
La voluta “stupidità” di Melody (bravissima Evan Rachel Wood) è talmente estesa da risultare straordinariamente fresca. Lei riassume dentro il suo mondo il tentativo, la purezza, l'assoluto bisogno che il genere umano sia differenziato. Chi sceglie e chi è scelto, chi ha fortuna o chi invece rinuncia a tutto per cercare un seppur minimo senso, un'ira ironizzante, alta, distaccata, purissima ma ovviamente letale. Se la solitudine è il peggiore dei mali, Boris la cerca come il migliore dei beni: e se appena visto un film di Woody si schiariscono le idee e si genera una soddisfacente allegria, allora non ci libereremo mai dei tanti piccoli “vermetti” che mangiano il nostro cervello, anzi che sono il nostro cervello.
Ma in fondo...l'importante è che funzioni.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (9 Commenti, 75% gradimento) Maverick Sabato 25 Febbraio 2017 ore 15:15
voto al film:   7

Utente di Base (3 Commenti, 0% gradimento) Amarantolo Lunedì 14 Marzo 2016 ore 03:34
voto al film:   6,5

Utente di Base (38 Commenti, 72% gradimento) Asdrubbale Lunedì 26 Ottobre 2015 ore 23:33
voto al film:   7

Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) Marcolino93 Lunedì 19 Ottobre 2015 ore 11:17
voto al film:   6

Utente di Base (12 Commenti, 10% gradimento) marcopecs Martedì 6 Gennaio 2015 ore 10:59
voto al film:   7,5

Medaglia d'Oro (262 Commenti, 71% gradimento) mimma Medaglia d'Oro Lunedì 10 Novembre 2014 ore 11:06
1
voto al film:   7

Intelligente e dissacratorio come non mai questo Woody Allen in forma davvero smagliante.Situazioni da commedia con rovesciamenti di ruoli e sovvertimento totale di valori che, unite alla consueta autoanalisi propria dei tempi migliori del regista, lascia chiaramente intendere che non vi possono mai essere certezze e situazioni stabili nell’esistenza.
Ti è piaciuto il commento?  
Medaglia d'Argento (174 Commenti, 64% gradimento) Noodles Medaglia d'Argento Sabato 3 Maggio 2014 ore 01:44
voto al film:   7,5

Medaglia d'Oro (223 Commenti, 80% gradimento) giampaolosy Medaglia d'Oro Domenica 29 Dicembre 2013 ore 16:13
voto al film:   6,5

Nomen Omen: il destino nel nome. Forse l'ironia assoluta del film sta proprio nel titolo; dopo una serie di ottime prove europee di tutt'altro genere Woody Allen torna alle amare tragicommedie introspettive e autobiografiche con un film che corre via velocemente e piacevolmente andando a parare esattamente dove ci si aspetta...la formula come sempre funziona, grazie soprattutto alle ottime prove attoriali, e questo e' quanto basta.
Ti è piaciuto il commento?  
Utente di Base (29 Commenti, 60% gradimento) Ombra Sabato 30 Novembre 2013 ore 01:26
voto al film:   6,5

Medaglia d'Argento (169 Commenti, 75% gradimento) Bardamu1991 Medaglia d'Argento Lunedì 27 Maggio 2013 ore 11:29
voto al film:   7,5

News sul film “Basta che funzioni”
Basta che funzioni Gran Premio del Doppiaggio, i vincitori Gran Premio del Doppiaggio, i vincitori  (10 Novembre 2010)
Basta che funzioni Sarà la Kidman la prossima musa di Allen Sarà la Kidman la prossima musa di Allen  (26 Marzo 2009)
Ultime Schede
Café Society
Irrational Man
Magic in the Moonlight
Blue Jasmine
To Rome with Love
Midnight in Paris
Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni
Basta che funzioni
Vicky Cristina Barcelona
Sogni e delitti
Scoop
Match Point
Melinda e Melinda
Anything else
Hollywood ending
La maledizione dello scorpione di giada
Criminali da strapazzo
Accordi e disaccordi
Celebrity
Harry a pezzi
Tutti dicono I love you
La dea dell'amore
Pallottole su Broadway
Misterioso omicidio a Manhattan
Mariti e mogli
Crimini e misfatti
La rosa purpurea del Cairo
Zelig
Manhattan
Io e Annie
Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso
Il dittatore dello Stato libero di Bananas
Prendi i soldi e scappa
Woody Allen
Dopo tanta Europa, di nuovo New York
2009: che anno è stato?
Considerazioni su un anno di cinema
COMPRA
IL BLU-RAY
Compra il bluray Basta che funzioni
Conversazioni su di me e tutto il resto  di W. Allen, E. Lax
La vita secondo Woody Allen  di S. Hample
Woody Allen. Manhattan  di E. Dagrada
Woody Allen  di E. Girlanda, A. Tella
Io, Woody e Allen. Un regista si racconta  di W. Allen
Flash non disponibile
Copyright 2017 ©