Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Trailer dei film Coming soon Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival Civita Cinema

Utente: Bardamu1991

Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Nickname
Bardamu1991
Medaglia d'argento
Età
26
Sesso
Città
La Garenne-Rancy
Nome
Ugo Stille




Scopri tutti i voti di Bardamu1991
Tutti i Commenti e i Voti di Bardamu1991
pag.  1  2  3  4  5  6  7  8  9  10   PIÙ VECCHI
Film: L'inganno 17 Novembre ore 16:27
voto al film:   6,5

Film: The Dancer 8 Novembre ore 17:48
voto al film:   6,5

Film: Dunkirk 2 Settembre ore 11:17
voto al film:   7,5

Film: The Beach 22 Luglio ore 01:51
voto al film:   6,5

Film: Fino all'ultimo respiro 17 Luglio ore 16:58
voto al film:   6,5

Film: Closer 17 Luglio ore 16:58
voto al film:   7

Film: Amici miei 4 Luglio ore 09:37
voto al film:   7

Film: Blow-Up 2 Luglio ore 09:24
voto al film:   6,5

Film: Caos Calmo 1 Luglio ore 07:23
voto al film:   7

Film: Bella di giorno 29 Giugno ore 19:51
voto al film:   7

Film: La corazzata Potëmkin 27 Giugno ore 13:26
voto al film:   7

Film: Gold - La grande truffa 27 Giugno ore 13:25
voto al film:   6

Film: Civiltà perduta 19 Giugno ore 00:12
voto al film:   6,5

Convince poco, ma senza annoiare, il colossale The Lost City of Z, di James Gray. È la lunga epopea di un militare irlandese, che diventa esploratore e più volte si dirige nel profondo della giungla amazzonica al confine tra Brasile e Bolivia, inizialmente per mappare il territorio, in seguito per fare luce su un’antichissima civiltà perduta sviluppatasi in quelle terre remote; una civiltà chiamata astrattamente Z, perché “è l’ultimo tassello mancante dell’umanità”. Il film di Gray, che scorre nell’arco di un ventennio e in cui c’è spazio anche per il primo conflitto mondiale, si degusta come un pomposo romanzo ottocentesco, infinito, ma manca della potenza visiva e narrativa di un’altra pellicola recente che, ugualmente, racconta di viaggi esplorativi nella foresta amazzonica: El abrazo de la serpiente di Ciro Guerra, un bianco e nero che si scompone in più piani temporali, è semplicemente grande e inarrivabile cinema.
Ti è piaciuto il commento?  
Film: Into the Inferno 13 Giugno ore 19:35
voto al film:   7

Film: La danseuse 13 Giugno ore 01:55
voto al film:   6,5

Film: Song to song 26 Aprile ore 15:11
voto al film:   5

Tra i film più attesi dell'anno.
Ti è piaciuto il commento?  
Film: Personal Shopper 15 Aprile ore 19:22
voto al film:   5

Inaspettatamente brutto.
Mezz'ora di camera puntata su un telefonino, storia senza né capo né coda. Lento, inconcludente. Insomma, un thriller malriuscito. E poi la Stewart è davvero intollerabile...
Ti è piaciuto il commento?  
Film: 29 Marzo ore 23:08
voto al film:   7

Film: La rabbia giovane 26 Marzo ore 23:30
voto al film:   7

Film: La legge della notte 26 Marzo ore 23:29
voto al film:   6

Film: Il padre d'Italia 12 Marzo ore 10:01
voto al film:   7

*errata corrige*: non un'opera prima, quella di Mollo, ma un secondo lungometraggio (dopo "Sud è niente", 2013).
Ti è piaciuto il commento?  
Film: Il padre d'Italia 12 Marzo ore 01:04
voto al film:   7

Primi piani dolaniani, regia ben calibrata e buona la sceneggiatura, che non si chiude nel modo più semplice: l'opera prima di Mollo si smarca da tanti prodotti incolori nostrani e, grazie all'amalgama Ragonese-Marinelli (quest'ultimo sempre bravo, in un ruolo che ricorda quello del suo personaggio in 'Tutti i santi giorni'), propone una pellicola fresca e vibrante.
Ti è piaciuto il commento?  
Film: Vi presento Toni Erdmann 9 Marzo ore 10:29
voto al film:   7

Film: Le cose che verrano - L'ave... 5 Marzo ore 02:36
1
voto al film:   7

Nella cullante melodia dei Fleetwoods, alla fine, sta tutta l'essenzialità di una pellicola che narra semplicemente la vita, nelle sue evoluzioni quotidiane. E sa farlo bene.
Ti è piaciuto il commento?  
Film: American Honey 1 Marzo ore 02:00
voto al film:   7

Arnold si concentra sugli insetti: così piccoli, indifesi e apparentemente senza scopo, come la protagonista. Un road movie d'impatto, girato in un inusuale 4:3, con notevoli movimenti di camera e notevole colonna sonora (brividi sui Raveonettes). Uno spaccato sull'America. Un'espressione continua di malinconia latente. Il finale troppo frettoloso.
Ti è piaciuto il commento?  
pag.  1  2  3  4  5  6  7  8  9  10   PIÙ VECCHI
 » TOP 50
Flash non disponibile
Copyright 2018 ©