Homepage Recensioni dei film News sul Cinema Speciali sul Cinema Interviste Film in TV Programmazione dei Cinema (Roma) Trailer dei film Coming soon Dvd Libri di Cinema Storia del Cinema Est Film Festival

Recensione: Amistad

Leggi i commenti 1 COMMENTO Vota il film 5 VOTI Invia questa pagina via e-mail a chi vuoi tu Stampa questa pagina
Amistad
titolo originale Amistad
nazione U.S.A.
anno 1997
regia Steven Spielberg
genere Drammatico
durata 155 min.
distribuzione United International Pictures
cast M. Freeman (Joadson) • N. Hawthorne (Martin Van Buren) • A. Hopkins (John Quincy Adams) • M. McConaughey (Baldwin) • D. Hounsou (Cinque) • P. Postlethwaite (Holabird)
sceneggiatura D. Franzoni
musiche J. Williams
fotografia J. Kaminski
montaggio M. Kahn
media voti redazione
Amistad Trama del film
Siamo nel 1839, gli schiavi africani di una nave spagnola, “La Amistad”, riescono a liberarsi e a prendere il controllo della nave. Tenteranno di tornare in Africa ma finiranno vicino alle coste americane e saranno catturati dalla marina statunitense. Contro di loro inizierà un processo per l’omicidio dell’equipaggio spagnolo e una contesa con la Spagna che continuerà per anni. La vicenda legale comunque si concluderà bene, ma si caricherà pian piano di grande significato politico: la lotta fra abolizionisti e schiavisti, stati del nord e stati del sud, preludio di una guerra civile.

Recensione “Amistad”

a cura di Andrea Peresano  (voto: 7)
Il “grande artista popolare”, come è stato definito Spielberg, ci regala un’altra opera moralistico-didattica, ma indubbiamente molto coinvolgente. Realistico e crudo sullo stile di “Shindler’s List”, tanto da esser stato vietato ai minori, parla delle discriminazioni razziali ricostruendo un fatto storico: la contesa della nave spagnola “Amistad” e del suo particolare carico, ovvero più di quaranta schiavi africani. La “merce” sarà rivendicata dall’ultima proprietaria, un’adolescente Regina di Spagna, e da vari approfittatori sorti all’ultimo minuto.
Le immagini sono indiscutibilmente imponenti. Molto bella la sequenza iniziale, la rivolta degli schiavi sulla nave, giocata fra luci ed ombre, sangue e pioggia, e fortissimo il racconto del loro viaggio e di tutte le ingiustizie subite. Interessante anche la sintesi dell’eterna situazione africana fatta nella scena del primo incontro con l’avvocato, dove le varie tribù o etnie rivendicano il loro territorio all’interno della cella.
Ma alla maniera del grande colossal la vera storia è romanzata e modificata, con l’inserimento inevitabile di qualche inesattezza storica qua e là. La scoperta del vangelo e del messaggio di speranza in esso contenuto, poi, con la croce ritrovata nell’albero della nave come simbolo di libertà, o la discesa di Freeman nella pancia della nave, fra catene e legno pregni di sangue, caricano lo schermo di significati e sentimenti. Non manca poi il solito finale buonista e a tratti smielato tipico di Spielberg, soprattutto nella tirata di Hopkins alla Corte Suprema, che cita Costituzione ed ex-Presidenti vari, un americanismo francamente di troppo (visto che non siamo convinti di quanto oggi siano superati certi preconcetti), o i mille epiloghi a raccontarci il dopo del dopo.
Da apprezzare invece la scelta di girare nelle diverse lingue, con un conseguente sottotitolato che però non infastidisce più di tanto, rendendo l’idea della prima fra le mille incomprensioni e difficoltà di interazione fra popoli e culture diverse.
Commenti del pubblico
Nickname:
Password:
 
REGISTRATI «
PSWD DIMENTICATA «







Ultimi commenti e voti
Utente di Base (0 Commenti, 0% gradimento) andre92 Giovedì 23 Maggio 2013 ore 17:57
voto al film:   6,5

Utente di Base (40 Commenti, 24% gradimento) andrea_cavax Lunedì 31 Ottobre 2011 ore 11:42
voto al film:   7

Utente di Base (44 Commenti, 51% gradimento) Enrico88 Mercoledì 15 Giugno 2011 ore 21:00
voto al film:   6,5

Medaglia d'Oro (309 Commenti, 60% gradimento) Pangur Medaglia d'Oro Mercoledì 1 Giugno 2011 ore 14:15
voto al film:   7

Medaglia d'Argento (163 Commenti, 55% gradimento) nylon Medaglia d'Argento Martedì 31 Maggio 2011 ore 23:53
2 1
voto al film:   7

pecca un pò di patetismo, ma nel complesso un buon film
Ti è piaciuto il commento?  
News sul film “Amistad”
Amistad Muore Pete Postlethwaite, attore non protagonista di primo piano Muore Pete Postlethwaite, attore non protagonista di primo piano  ( 4 Gennaio 2011)
Ultime Schede
Recensione Amistad Scheda: Solo gli amanti sopravvivono  di J. Jarmusch
Recensione Amistad Scheda: Alabama Monroe - Una storia d'amore  di F. van Groeningen
Recensione Amistad Scheda: Non dico altro  di N. Holofcener
Recensione Amistad Scheda: The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro  di M. Webb
Recensione Amistad Scheda: Transcendence  di W. Pfister
Recensione Amistad Scheda: Song 'e Napule  di A. Manetti, M. Manetti
Recensione Amistad Scheda: Gigolò per caso  di J. Turturro
Recensione Amistad Scheda: Onirica - Field of Dogs  di L. Majewski
Recensione Amistad Scheda: Ti sposo ma non troppo  di G. Pignotta
Recensione Amistad Scheda: Noah  di D. Aronofsky
Recensione Amistad Scheda: The Grand Budapest Hotel  di W. Anderson
Recensione Amistad Scheda: Un matrimonio da favola  di C. Vanzina
Recensione Amistad Scheda: Nessuno mi pettina bene come il vento  di P. Del Monte
Recensione Amistad Scheda: Nymphomaniac - Volume 1  di L. von Trier
Recensione Amistad Scheda: Divergent  di N. Burger
Lincoln
War Horse
Le avventure di Tintin - Il segreto dell'Unicorno
Indiana Jones e il Regno del Teschio di Cristallo
Munich
La guerra dei mondi
The Terminal
Prova a prendermi
Minority Report
A.I. - Intelligenza Artificiale
Salvate il soldato Ryan
Amistad
Schindler's List
Jurassic Park
Hook - Capitan Uncino
Indiana Jones e l'ultima crociata
L'impero del sole
Il colore viola
Indiana Jones e il tempio maledetto
Ai confini della realtà
E.T. L'extra-terrestre
I predatori dell'arca perduta
Incontri ravvicinati del terzo tipo
Lo squalo
Duel
Steven Spielberg
Forme puramente visive
COMPRA
IL DVD
Compra il Dvd Amistad
I film di Steven Spielberg  di R. Lasagna
Da Aristotele a Spielberg. Capire la filosofia attraverso i film  di J. Cabrera
Incubi e meraviglie. Il cinema di Steven Spielberg  di E. Alberione
E.T. L'extraterrestre. La storia con le immagini del film  di K. Ostrow
Steven Spielberg  di V. Caprara
L'omicidio è una vecchia storia. Minority report: da Philip Dick a Steven Spielberg  di S. Antonelli, G. Fabbri
Flash non disponibile
Copyright 2014 ©